Benvenuti nella vostra sterile nuova normalità (parte I)

La verità invita, non impone mai

Shantidev
“Benvenuto nella tua desertica, nuova realtà”

Premessa.
Poiché andiamo sempre di corsa, anche se, a quanto pare, siamo di nuovo agli arresti domiciliari, consiglio di salvare questo post e la successiva seconda parte. Per chi volesse non solo leggerlo tutto ma anche guardare i contributi video inseriti che sono parte integrante dello stesso. Grazie

A cura di Giuliano C.,

Un governo che basa la sua azione sulla paura di morire ed estrinseca il suo potere con atti denigratori e lesivi della dignità umana è un incubo terrificante che vive fintanto che il sogno perdura.

Sulla paura di perdere la vita si può fondare solo una tirannia”

Giorgio Agamben

E’ evidente ormai che la massa è sotto un incantesimo, un’ipnosi collettiva che si rinnova quotidianamente attraverso la cacofonia mediatica che altro non fa che anestetizzare la mente già normalmente distratta e che adesso è completamente soggiogata da abili quanto subdoli costrutti artificiali, tesi a costruire ed indirizzare le pseudopinioni che crediamo essere nostre, quando invece rispecchiano esattamente i desiderata della vulgata unica dominante.
Tuttavia questo ci rassicura e trova fondamento nel nostro sistema valoriale che altro non è che una casa di sabbia, costruita su menzogne di cui ci siamo cibati passivamente fin da bambini. La generazione X è in una certa misura ancora al riparo da questo potere mistificatore e manipolatorio, ma quelle successive, più tecnologicamente pervase, sono meno protette dal loro intelletto che, grazie a una scuola, svuotata dei suoi principi fondanti, è stata, al pari del Servizio Sanitario Nazionale, smantellata pezzo dopo pezzo al fine di produrre nuovi schiavi addomesticati e addomesticabili (salvando la pace di qualche anima pura), piuttosto che cervelli autodeterminati e pensanti.
La riprova di questa mia considerazione sta nel fatto che le proteste di questi ultimi mesi le abbiamo viste portare avanti da personaggi adulti, con un pensiero critico maturo, dei “matusa” si potrebbe dire, che combattono una guerra dalle cui sorti dipenderà il futuro dei nostri figli e di conseguenza dell’umanità.

E’ così che si fa. Si addestrano le menti dei giovani fin da piccoli in modo da sedare ogni istinto di ribellione verso il potere che ora si presenta come nuovo e prepotente, ma domani sembrerà normale agli occhi dei nostri nipoti, se ora non facciamo nulla. E’ una tecnica collaudata sapete? L’hanno già applicata con successo gli USA con gli indiani d’America. Questi si ribellavano sempre fino a quando non gli hanno strappato i bambini per mandarli nelle scuole ad imparare ad essere dei cittadini modello, sotto la parvenza dell’integrazione pacifica, quando invece gli invasori violenti eravamo noi europei.

Disclaimer del “complottista” atipico: Quelle che seguono sono considerazioni supportate dai fatti raccolti ed analizzati nel sito web durante quest’ultimo anno e pur tuttavia non hanno il crisma della verità assoluta e nemmeno l’intenzione di creare allarmismo ingiustificato, piuttosto vorrebbero essere un invito alla libera riflessione con la speranza che sempre un maggior numero di individui riescano ad emanciparsi dal giogo del pensiero unico dominante.

Allora sentite cosa accadrà.
Mentre nelle scuole, e non solo, assistiamo a patetiche scene di degrado sociale dove un solo ragazzino risultato positivo, anche se asintomatico (quindi SANO come i bambini non vaccinati, considerati un pericolo pubblico, nda), scatena il panico tra alunni e personale, avverrà che in numerose aziende metteranno i dipendenti di fronte alla scelta tampone covid o licenziamento (diktat irricevibile perché nessun TSO può essere imposto né senza il libero consenso né tantomeno col ricatto – l’argomento sarà oggetto di un prossimo articolo -, nda), perché, pur di restare allineate nella falsa speranza di non fallire, saranno disposte a calpestare qualunque diritto umano, un po’ per ignoranza e un po’ per becero egoismo, raccontandosi la balla che se ora non rispettiamo le regole non torneremo mai alla normalità.

Photo by Ethan Wilkinson on Pexels.com

Nel frattempo, costoro, faranno il gioco dei potenti che sanno esattamente come ci muoviamo quando siamo accecati dalla paura e a digiuno di vere informazioni. Confondi et impera prima di dividere, lo sanno da millenni ormai e non hanno mai fallito, fin ora.

Molti lavoratori finiranno dunque a casa, ricordiamo che «i posti di lavoro spariranno per 7-10 miliardi di persone» da qui ai prossimi anni almeno fino al 2050, senza percepire nulla, anzi accade già così per molte persone.
Chi in qualche modo resiste ancora lo fa in totale stato confusionale, accettando dpcm anticostituzionali emanati ormai alla bisogna da Conte così come un pusher fa col proprio tossicodipendente, con la paura costante di dover interrompere nuovamente la propria attività senza essere risarciti. A quanti decretini siamo? Abbiamo superato i 20 mi pare, ho perso il conto ormai. Pare una media di ogni 15 giorni e non crediate che sia per caso perché è una strategia precisa che ha un motivo preciso che illustra chiaramente l’Avv. Polacco in questo video → clicca qui (che sia una buffonata o meno giudicate voi stessi).
Questa è la nuova (?) strategia di governo della “rana bollita”1: i cittadini inconsapevoli verranno fatti cuocere a fuoco lento prima che si accorgano di quello che gli sta accadendo.
Cosa!? Vi chiederete. Ve lo stanno dicendo in tutti i modi e noi, additati come boveri gombloddisti, lo stiamo raccontando fino alla noia e non ci stancheremo mai, un po’ per amore un po’ per follia. Avete presente Pinocchio nel paese dei balocchi?

Il Paese dei Balocchi è una metafora per la vita «profana» caratterizzata dall’ignoranza, dalla ricerca della gratificazione immediata e dalla soddisfazione dei più bassi impulsi della propria vita. Il cocchiere incoraggia questo comportamento sapendo che è un metodo perfetto per creare schiavi. I ragazzi che si abbandonano a sufficienza in questo stile di vita si trasformano in asini e vengono poi sfruttati dal cocchiere per lavorare in una miniera. Una rappresentazione piuttosto cupa delle masse ignoranti.
[fonte]

Questo è ciò che ci stanno facendo, Il Grande Reset che non è proprio nato ieri, perché ne esponeva la teoria il Prof. americano Richard Florida già nel 2010 nel suo libro “The Great Reset: How New Ways of Living and Working Drive Post-Crash Prosperity” (Il Grande Rest: Come i nuovi modi di vivere e lavorare guidano la prosperità post-crisi).
E come avverrà allora questo reset?
In estrema sintesi con la ipertecnologizzazione della società (5G, intelligenza artificiale e transumanesimo), eliminazione della moneta in contante a debito poi (sostituita da criptovalute che potremo spendere, attraverso un chip sottocutaneo, solo in determinati circuiti gestiti dai soliti banksters) e istituzione di un “reddito universale” che fa tanto progressista e politicamente corretto perché “nessuno verrà lasciato indietro”.

M5S docet che con la promessa del reddito di cittadinanza, e non solo, ci ha vinto le ultime elezioni mentre in Germania stanno già anticipando ciò che ci attende ed in modo più esplicito (1200€ al mese) per non fare nulla, anche se lo chiamano “esperimento sociale”.

Ma non è la stessa cosa! Direte voi. Ci sono delle regole per ottenere un simile reddito. Certamente potrà essere così ma il punto non è questo. Il gioco di prestigio sta nel farci abituare all’idea, ad ammaestrarci come il padrone fa col suo cane, ad addomesticarci come il buon pastore fa col suo gregge…

 il progresso della robotica sia al servizio dell’uomo (05-11-2020)

Ma naturalmente niente è gratis perché quando ti viene concesso qualcosa ricorda che la merce sei tu2! Noi, per lorsignori, siamo già asset da gestire e i nostri dati valgono più del oro nero! Siamo iperstudiati, comportamenti, abitudini, desideri, disturbi, paure! Questo perché:

“Le abitudini di consumo stanno cambiando drasticamente, in particolare con le giovani generazioni. I giovani tendono ad avere una percezione negativa nel possedere un’auto e sono meno propensi ad acquistare beni di lusso (perché sono inquinanti e irrispettosi della povertà altrui – pensate che diabolico costrutto hanno messo in piedi, anche grazie alla propaganda Thunbergiana, nda). È più probabile che spendano in esperienze o attività sociali.”

fonte

Beh, forse quando ve ne accorgerete sarà troppo tardi perché proprio come una rana bollita sarà impossibile saltare fuori dall’acqua bollente che, nel mentre, vi avrà cotti a puntino per essere mangiati, generazione dopo generazione per molti secoli ancora, come fonte primaria di energia per la sopravvivenza del drago.

Il più grande spettacolo dopo il Big Bang – Silver Nervuti

Alla fine, senza che ve ne renderete conto, indossare la mascherina e la rilevazione della temperatura all’ingresso di ogni negozio di una grande catena commerciale, alla stazione ferroviaria, all’aeroporto o all’ingresso dell’ospedale diventerà prassi normale, come non portare una bottiglia d’acqua in aereo se non acquistata nella zona “franca” perché quelle sono più sicure, oltre a costare di più (si legga qui → Con l’acqua alla gola) e i tamponi saranno usati come profilassi sanitaria di routine con la scusa di tenere basso il livello di contagiosità di qualsiasi cosa. Così come non sarete più liberi di viaggiare e andare in vacanza sulle spiagge assolate di Sharm el-Sheikh o delle Hawaii se non sarete “in regola” con il passaporto vaccinale (ne abbiamo scritto qui → Monarch). Ci stanno già ammaestrando, facendoci il lavaggio del cervello prima ancora a livello verbale con un abile, massiccio e costante lavoro di PNL attraverso i mass-media (TV, radio e giornali).

Benvenuti nella nuova normalità che Voi vi siete scelti.

Eppure ce lo stanno dicendo da anni, con chi abbiamo a che fare, ma solo pochi hanno uno scatto di dignità e vengono puntualmente denigrati dai mass-media e da tutti coloro che hanno paura.

Know Your Enemy

Note:
1Media e Potere” di Noam Chomsky
2“Oggi noi come individui non contiamo più niente, siamo delle categorie merceologiche. Nel momento in cui qualche cosa ci viene data gratis, significa che noi siamo la merce: quando qualche cosa è gratis il prodotto sei tu. Allora noi non siamo individui ma siamo categorie merceologiche. E siamo categorie merceologiche che sono interessanti nel momento in cui siamo raggruppati insieme attraverso la forza computazionale. Siccome non contiamo più come individui, ma come categorie merceologiche, abbiamo da prendere in considerazione la necessità di costruire istituzioni del collettivo. L’individuo è morto, l’individualismo basato sul diritto soggettivo assoluto è un fetido cadavere. Oggi ci sono i collettivi che vanno ricostruiti.”
(Ugo Mattei) – “Conferenza – Costituzione comunità diritti”, Torino, 19 novembre 2017 Dall’intervento: “Dall’appropriazione di terre, schiavi e risorse, al riconoscimento del nuovo diritto per un uomo nuovo”.

Fonti:
https://www.repubblica.it/esteri/2020/10/03/news/la_svizzera_approva_un_minimo_salariale_3_600_euro_non_si_puo_vivere_con_meno_-269268666/ (notate le ultime 3 cifre dell’articolo… ma sono solo coincidenze, vero?)
https://www.ilmessaggero.it/mondo/svizzera_salario_minimo_3500_euro_ultime_notizie_oggi_ginevra-5501087.html
https://www.corriere.it/economia/lavoro/20_novembre_08/assegno-senza-lavorare-1200-euro-mese-fa-felicita-l-esperimento-sociale-germania-f460ef2a-2083-11eb-a173-71e667bc7224.shtml
-https://www.reddit.com/r/CryptoCurrency/comments/1vim30/new_cryptocurrency_fuckcoin_fuck_do_you_give_a/

Scarica, Stampa, Leggi, Sposa e fai tuo l’Appello Alla Dignità

Appello alla Dignità
blog

2 pensieri riguardo “Benvenuti nella vostra sterile nuova normalità (parte I)

  1. Qua sembra che per sopravvivere, e non al virus ma a questa ipnosi collettiva, bisogna essere dei veri disadattati.
    Quei fuori di testa che un tempo gli psichiatri rinchiudevano per le loro visioni assurde. No aspetta… Forse…

    "Mi piace"

    1. Forse è questa narrazione dominante che sta facendo di noi dei disadattati, proprio perché i “folli” hanno cambiato il mondo a dispetto della narrazione dominante stessa…

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...