No green pass per gli studenti. Lo dice il MIUR

A cura di Giuliano

La notizia era già uscita il 23 settembre scorso ma è meglio ribadirlo più e più volte anche in ragione del fatto che ora è ufficializzato anche dal MIUR al fine di ulteriormente sensibilizzare le istituzioni scolastiche, poiché, dato che l’ignoranza è una brutta bestia, da quando è iniziato l’anno scolastico se ne stanno sentendo di cotte e di crude.

Un paio di esempi su tutti:

  • Ci sono insegnanti, ma anche presidi, che in classe chiedono per alzata di mano chi è vaccinato (porcazozzamaremmolina…).
  • All’ingresso della scuola vari personaggi chiedono agli avventori se si è vaccinati o meno.

Ebbene il Garante della Privacy (nonostante il lauto premio economico e a dispetto di come si voglia interpretare questa cosa) non si è astenuto dal chiedere al Ministero dell’Istruzione spiegazioni chiare in merito all’uso del “marchio verde” proprio:

«alla luce di numerose notizie di stampa e di specifiche segnalazioni e richieste di chiarimenti pervenute […] in merito ad iniziative assunte da parte del personale scolastico finalizzate a conoscere, anche indirettamente, lo stato vaccinale degli studenti e delle rispettive famiglie»,

il quale si è espresso, con nota n.0001072 del 29/9/2021, con queste chiare lettere che anche un decerebrato dovrebbe per bontà divina essere capace di intendere, gli studenti non devono esibire il pass per entrare a scuola:

Qui di seguito il documento scaricabile e da portare con se farlo leggere a chi di dovere prima di denunciarlo per abuso in atti d’ufficio e violenza privata.

fonte

La cosa, a parer mio, dovrebbe essere parimenti applicabile anche in ambito universitario, in quanto credo che sia vergognoso e scandaloso interdire le lezioni agli studenti vincolandole all’esibizione di un lasciapassare che evoca tempi bui che pensavamo non dovessero ripetersi più, e notare infine come il documento termina citando a chiare lettere lo stesso concetto sulla discriminazione espresso dal regolamento europeo 2021/953 (vedi qui), ma, scrivevo all’inizio, l’ignoranza è una brutta bestia.

Non mi piace terminare gli articoli con certe frasi ma questa volta la deroga è dovuta.

Fate circolare e condividete!

La verità rende liberi solo se condivisa!

letture consigliate

AUTODICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA CERTIFICAZIONE VERDE (GREEN PASS)

A cura di Giuliano Trattasi di un’Autodichiarazione Ex Artt. 46, 47, 48 Dpr 445/2000 sostitutiva della Certificazione Verde (Green Pass) valida ad ogni Effetto di Legge. Il presente fa seguito al seguente articolo: Nell’articolo Il Green Pass non è obbligatorio ma una sfida di civiltà e libertà terminavo osservando che la questione non è più “dove… Read More AUTODICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA CERTIFICAZIONE VERDE (GREEN PASS)

Il Green Pass non è obbligatorio ma una sfida di civiltà e libertà

A cura di Giuliano Il Green Pass, dopo la mascherina, è una cartina di tornasole per testare il livello di asservimento sociale cui è giunta la popolazione telerimbambita. Come ho già scritto diverse volte se si leggono bene i decretini e tutta la cartaccia che sta producendo il governo In quest’ultimo anno e mezzo, sono… Read More Il Green Pass non è obbligatorio ma una sfida di civiltà e libertà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...