Perché ci vogliono ossessivamente vaccinare tutti?

Teoria strampalata di un divergente che non sapeva di essere complottista

So già che molti di voi che capiterete su questa pagina non leggerete fino in fondo perché… è troppo lungo l’articolo.
Questo è uno dei motivi per i quali ci vogliono ossessivamente vaccinare tutti il prima possibile.

il pensiero critico richiede uno sforzo piuttosto doloroso, che costringe alla solitudine. Molto più semplice unirsi al coro, specie quando fondato sul ricatto morale di una guerra sanitaria per la difesa dell’umanità.

Fabio Vighi

A cura di Giuliano

Chiacchierando con un amico, diciamo molto allineato alla narrazione dominante ma con ancora qualche neurone che gli urla disperatamente che molte cose non tornano, mi ha posto una serie di domande alle quali ho potuto rispondere una ad una senza che mi aggredisse (istinto di difesa quando ci si sente dire qualcosa che smonta o anche solo mette in dubbio le nostre credenze strutturanti) o mi mandasse a quel paese solo per il fatto, immagino, che sia stato lui a cominciare e quindi aveva una certa predisposizione ad ascoltare ciò che avevo da dire e che ho appreso nell’ultimo anno e mezzo di covid-show ma non solo.

Con mia non grande sorpresa molte, troppe cose erano completamente all’oscuro delle sue conoscenze che si limitavano manco a dirlo a un solo telegiornale, quello più storicamente blasonato e qualche lettura di quotidiani di visibilità nazionale.

Ma alla fine della chiacchierata una domanda su tutte pendeva: 

perché ci vogliono così ossessivamente vaccinare tutti?

Domanda oramai è più che ovvia perché, fortunatamente, anche i pali della luce se lo stanno chiedendo visto che stiamo parlando di una malattia dalla quale, per stessa ammissione dell’OMS in uno studio pubblicato già il 14 ottobre 2020, si guarisce nel 99,73% dei casi (case fatality rate – CFR – medio allo 0.23%), con differenze che variano in base alle aree geografiche.

Garrison e Mister X in JFK un caso ancora aperto

Beh a quel punto, dopo avergli illustrato, se non tutti, ma una buona parte dei pezzi di questo grande puzzle che ci affligge tutti, ho solo potuto rispondergli che gli avevo mostrato la soglia per uscire dalla gabbia ma non potevo obbligarlo a oltrepassarla, l’unico che poteva farlo era lui stesso.

Mi sono sentito un pò come Mister X in JFK un caso ancora aperto 😅 (film del 1991 che consiglio vivamente di vedere, non ne producono più di così) in fondo non ho fatto che dipingergli lo sfondo, occuparsi dei primi piani, dei dettagli è compito di ognuno di noi, del nostro intimo sentire, quello che il nostro sé superiore ci indica e che spesso noi scambiamo per semplici coincidenze, intuizioni a cui non diamo il giusto peso.

Ebbene, differentemente dagli altri articoli scritti in passato, questo è frutto di una mia intuizione, o immaginazione se vi piace di più, scaturita però da fatti oggettivi, ripercorribili e che tutti possono verificare e pur tuttavia mostrano solo la direzione in cui ci stanno sparando e uno dei probabili motivi per cui sta accadendo (per una maggiore e più ampia comprensione anche degli aspetti economico-finanziari invito a guardare questo video e a leggere anche https://www.lafionda.org/2021/06/22/paradigma-covid-collasso-sistemico-e-fantasma-pandemico/ ). Iniziamo.

~ ~ ~

Tenendo presente che mai come di questi tempi è evidente ormai anche ai polli che si stanno fronteggiando due grandi sfere di potere, due predatori potremmo dire e che la preda è il genere umano, più specificatamente il controllo su di esso e sulle modalità con cui ottenerlo.
Dopotutto è un pò la storia della schiavitù dell’umanità, se ci pensiamo.

Consideriamo che noi umani siamo, su questo pianeta e piano della nostra realtà, la risorsa prima per eccellenza; forza lavoro che ha mantenuto e manterrà ancora per poco in vita il sistema capitalistico così come lo conosciamo o pensiamo di conoscerlo; fonte inesauribile di dati. La merce di prima qualità siamo noi, lo siamo sempre stati.

La nostra capacità di immaginare ci rende virtualmente degli Dei, anche se non ne abbiamo mai abbastanza sufficiente consapevolezza sia a livello individuale che collettivo semplicemente perché lo acquisiamo come un dato di fatto scontato. Eppure tutto ciò che conosciamo, compreso il male che ci circonda, è frutto della nostra immaginazione.
Lo abbiamo creato noi, più o meno consapevolmente, con le nostre scelte, i nostri gusti, le nostre idee, le nostre emozioni!

Il mondo che ci circonda è una diretta emanazione di noi stessi.

Comprenderete che siamo dei soggetti interessanti per chi ci osserva con altri occhi, diciamo più materialisti.

Ebbene abbiamo più volte scritto sul sito che i dati che viaggiano sul web sono l’oro nero del futuro, petrolio grezzo da cui estrarre profitto. Chi controllerà e gestirà questi dati plasmerà il futuro.

Oggi possiamo affermare che se prima c’era il petrolio ora ci sono i dati che alimentano il sistema economico. Prima le sette sorelle di Mattei (e sappiamo tutti che fine ha fatto lui e personaggi simili come Olivetti) ora ci sono i 6 fratelli. Facebook, Twitter, Amazon, Apple, Google e naturalmente Microsoft.

Anche se pensi di sapere cosa questi grandi gruppi sanno su di te non potresti mai immaginare cosa sono in grado di scoprire e usare contro di te se crei disagio e fastidio o fare per te se si tratta di spendere soldi ed energia per loro.

The Economist – 6 maggio 2017

Il successo dei giganti ha beneficiato i consumatori. 
Pochi vogliono vivere senza il motore di ricerca di Google, la consegna in un giorno di Amazon o il newsfeed di Facebook. 
Lungi dal rubare i consumatori, molti dei loro servizi sono gratuiti (gli utenti pagano, in effetti, consegnando ancora più dati).

dumb res

Siamo in un era che è caratterizzata da una simbiosi completa tra il mondo online e quello offline

Non si può dire che non ti dicano che usano i tuoi dati che per inciso, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, sono: le tue abitudini di vita, cosa pensi, mangi, chi frequenti, quanto spendi, come, dove, quando e anche perché. Dati / informazioni che scambi in cambio dei servizi di cui lorsignori hanno deciso non potrai fare a meno.

Dite «va beh! i dati non sono importanti», «Non ho nulla da nascondere»? Frena un attimo e pensa McFly. Ti basti pensare che la gestione dei dati oggigiorno è diventata essenziale se non addirittura vitale in settori strategici come le telecomunicazioni, i trasporti, la grande distribuzione, l’energia, la finanza, la domotica (e quindi 5G ma non solo per questa) e ovviamente la sanità. Pensavi fossero solo il tuo nome, il numero di cellulare e la tua email?

Oggi ciò che plasma l’economia è la tecnologia e grazie ad essa si decide quali risorse consumiamo o dobbiamo consumare (vedi insetti come cibo), in che quantità e come. Dove stiamo andando lo sa solo chi fa finta che questo non sia un problema politico, ed infatti se fossi in lui mi sarei premunito di comprare tutti i politici chiave perché tanto si sa che i senza … i molluschi hanno tutti, salvando la pace di pochissimi, un prezzo di vendita.
Riflettiamo un momento sul fatto che

noi trasmettiamo dati continuamente

emettiamo segnali rilevabili

l’abbiamo sempre fatto (si pensi a quelli biometrici), e, vedremo poco più avanti, siamo anche in grado di ricevere dati che vengono poi raccolti, elaborati da algoritmi sempre più sofisticati grazie alle IA (intelligenze artificiali, nda) che noi istruiamo con semplici azioni – basti pensare al re-captcha quando riconosciamo i semafori o le strisce pedonali; dati utili nei trasporti per le auto che guideranno da sole per esempio – ed organizzati in modelli predittivi che ne indicano una valorizzazione (parliamo di soldi e tanti) .

L’interazione tra i suddetti settori strategici sta contribuendo sempre più velocemente al cambiamento del sistema capitalistico, ovvero quell’immenso Monopoli dove i 6 fratelli la fanno da padroni, ben sapendo che il soldi veri e tangibili sono ormai finiti e l’unica cosa reale ormai rimasta, che fa da traino all’economia reale, sono le nostre energie vitali, modulate dalle nostre emozioni che sono l’unica ed autentica moneta con cui paghiamo per continuare a stare «a questo gioco al massacro» (cit. Oscar Luigi Scalfaro).

il monopoli dei popoli

6 sono pochini non trovate? E’ il potere che si accumula nelle mani di pochi, pochissimi.

Quei pochissimi che hanno letteralmente a disposizione risorse illimitate per poter dirigere le politiche sociali, economico-industriali di intere nazioni e naturalmente manipolare l’opinione pubblica, attraverso canali d’informazione finanziati da loro, con campagne mediatiche ad hoc.

Propaganda, pura e semplice (Eduard Bernais docet – video). Operata per indirizzare la massa verso scelte che per forza di cose non lederanno mai i loro interessi (vedi disinformazione e mistificazione della realtà) ma non solo, questi pochissimi saranno sia al servizio della politica che padroni della stessa, facendo utile e dilettevole.

Le informazioni relative alla nostra vita, praticamente tutto, passeranno prima da big-data, attraverso una smart-grid globale – ancor prima di averle condivise con amici e parenti. Intendo personalmente, non avete mai fatto caso a quando dite «ma si, non lo sai? l’ho messo pure su facebook!».

Il rischio, per nulla scontato, è che ci isoleranno progressivamente sempre di più col distanziamento sociale, causa un virus qualunque, da un lato e intrattenimento tecnologico o distrazione dall’altro, come ad esempio l’imperativo vitale di andare verso una green-revolution che necessariamente deve passare attraverso una transizione ecologica incentrata quasi esclusivamente sull’innovazione tecnologica (si veda il video a fine pagina dell’attuale ministro del neonato Ministero della transizione ecologica).

“La transizione energetica passa anche dalla condivisione delle informazioni”

fonte

A mio avviso, è importante sottolineare questi aspetti poiché l’attenzione dell’opinione pubblica, secondo lorsignori, deve essere tenuta lontana da quelle notizie e informazioni che potrebbero favorire un barlume di risveglio delle coscienze.
Notizie come il fatto che il mercato dei dati avviene, come in quello finanziario, attraverso la mediazione di broker che acquisiscono e vendono dati, si pensi solo alle dichiarazioni sui pandemic bonds, che in certi ambienti acquisiscono valore di vero e proprio oro colato.

documento scaricabile qui

Se consideriamo che per certi aspetti siamo solo all’inizio, come schiavi-consumatori, di questo grande stravolgimento, non dovrebbe meravigliarci il fatto che i registi o burattinai hanno in progetto questo momento storico, che noi stiamo vivendo, da almeno una 70ina d’anni e che hanno pianificato, in un documento della Rockefeller Foundation, già nel maggio 2010 questa “rivoluzione” che altro non è che il grande reset messo in azione dagli adepti del World Economic Forum, che guarda caso prevedeva anche una pandemia.
Ma che strano!, direbbe Malanga.
Eccone uno stralcio (pgg. 17-18)

"Gli scenari che seguono non vogliono essere esaustivi - piuttosto, sono progettati per essere plausibili e provocatori, per coinvolgere la vostra immaginazione e allo stesso tempo sollevare nuove domande; nuove domande su come potrebbe essere il futuro e come sentirsi.

Nel 2012, la pandemia che il mondo aveva anticipato per anni ha finalmente colpito. A differenza di quella del 2009 H1N1, questo nuovo ceppo influenzale - originario dalle oche selvatiche - era estremamente virulento e mortale. Anche le nazioni più preparate alla pandemia nazioni sono state rapidamente sopraffatte quando il il virus ha fatto il giro del mondo, infettando quasi il il 20% della popolazione globale e uccidendo 8 milioni di persone in soli sette mesi, la maggior parte giovani adulti sani. La pandemia ha anche ha avuto un effetto mortale sulle economie: la mobilità internazionale la mobilità internazionale di persone e merci si è bloccata fermarsi, debilitando industrie come il turismo e la rottura delle catene di approvvigionamento globale.

Anche dopo la fine della pandemia, questo controllo più autoritario e la supervisione dei cittadini e delle loro attività rimase e addirittura intensificato. Al fine di proteggersi dalla diffusione di problemi sempre più globali - dalle pandemie e terrorismo transnazionale alle crisi ambientali e alla crescente povertà - i leader in tutto il mondo hanno preso una presa più salda sul potere."

Forse qualcosa non è andato secondo i loro modelli predittivi e hanno constatato che 8 milioni di morti erano una previsione troppo bassa visto l’esito delle pandemie successive al 2010.
In ogni caso

Questa rivoluzione viaggerà sui dati

e si consoliderà attraverso di essi e chi si è trovato in quei circoli ristretti di personaggi che hanno pianificato tutto ciò, non poteva che avvantaggiarsi di queste informazioni facendosi esso stesso strumento attivo per il realizzarsi di questo scenario.

Scenari per il futuro della tecnologia e dello sviluppo internazionale – The Rockefeller Foundation

Curioso che Bill Gates fece l’ormai famoso discorso TED sulla riduzione della popolazione del 10-15% attraverso i vaccini nel febbraio 2010 – leggi qui – solo 3 mesi prima dell’emissione del documento dei Rockefeller.

brevetto n.20200097951 presentato 2 anni prima in data 21/9/2018

Lo zio Bill, manco a dirlo, di dati un pò ne capisce (forse nemmeno di quelli in realtà, nda) e s’intende soprattutto di come si può trarre profitto da essi. Diventa dunque estremamente interessante constatare che Mr. Gates ha depositato un brevetto che è incentrato sulla trasmissione dati attraverso un un “SISTEMA DI CRIPTOVALUTA CHE UTILIZZA DATI DI ATTIVITÀ DEL CORPO“, ma è solo una coincidenza, no? Roba da complottisti, giusto? Sicuramente è così visto che sembra anche uno scherzo che tale brevetto è pubblicato col numero wo/2020/060606, notato nulla?

La descrizione riporta:

L’attività del corpo umano associata a una funzionalità fornita a un utente (il battito cardiaco per esempio?, nda) può essere usata in un processo di estrazione di un sistema di criptovaluta.

Un assistente può fornire un’operazione ad un dispositivo di un utente che è comunicativamente accoppiato all’assistente. Un sensore comunicativamente accoppiato o compreso nel dispositivo dell’utente può percepire l’attività del corpo dell’utente.

I dati dell’attività del corpo possono essere generati in base all’attività del corpo percepita dell’utente. Il sistema di criptovaluta comunicativamente accoppiato al dispositivo dell’utente può verificare se i dati di attività del corpo soddisfano una o più circostanze fissate dal sistema di criptovaluta e assegnare la criptovaluta all’utente di cui i dati di attività del corpo sono verificati.

Dunque, non so se avete ben letto e compreso cosa implica questa mai breve sintesi dello scenario.
In pratica chi controlla il sistema (un IA per esempio) ti può spegnere in qualunque momento sia economicamente che, perché no, biologicamente se, sempre per ipotesi, non sei “allineato con le regole del gioco” stabilite da lorsignori.

Forse, ve ne accorgerete quando davanti al “vostro” bancomat preferito vi apparirà il messaggio "Il collegamento con la sua Banca risulta temporaneamente inattivo. La preghiamo di ritirare la carta entro 30 secondi e riprovare più tardi", solo con la differenza che la carta sarai TU.

Diamo talmente per scontato che i dati viaggiano attraverso radio frequenze da non pensare al fatto che la velocità di trasmissione è diventata fondamentale per lorsignori ad acquisire più potere e controllo e per noi per giocare ai bitcoin e a fare più acquisti in velocità e, parola magica, “in sicurezza”!

Più velocità = più dati = più soldi

Ascoltiamo Colao, ex Amministratore delegato della Vodafone e responsabile Task force:

Colao (ex CEO Vodafone) sul 5G

Quindi attraverso il 5G è possibile iniettare o somministrare sostanze medicinali, negare l’accesso o meno in determinati luoghi a determinate persone. Sentito bene? Il video è qui, finché non “sparisce”.

Dite che il 5G non centri nulla coi vaccini paramagnetici? Forse, ma diversi studi hanno dimostrato che le ghiandole sudoripare, che sono strutture a spirale negli strati superiori della pelle, possono fungere da antenna ricevitrice di segnali per lunghezze d’onda della banda 5G sub-THz (Betzalel et al, 2018).
Ma le antenne non ricevono soltanto, possono anche trasmettere.

Sto dicendo che possiamo essere trasformati in antenne? Il brevetto Microsoft di cui sopra prevede si un dispositivo esterno al corpo, ma sappiamo anche che questi sono già stati impiantati nei corpi umani e quanto breve è il passo da un chip sottocutaneo a una sostanza para-biologica e magnetica che si auto replica grazie alla sintesi proteica innescata magari da un vaccino a mRna? O magari altri nano-materiali dalle potenziali applicazioni biomediacali ad oggi ancora virtualmente sconosciute come il Grafene, che pare sia stato rilevato, da un team spagnolo indipendente, all’interno di un campione di vaccino anti-covid di cui non è però specificata la marca.

In ogni caso la cosa non sarebbe così strana visto che sull’istituzionalissimo sito della Comunità Europea CORDIS troviamo uno studio, sempre spagnolo (ma che strano!), finanziato con 150mila euro il cui titolo è:

Sensore indossabile ibrido a punto quantico e grafene per l’emodinamica sistemica e il monitoraggio dell’idratazione. fonte

Le strutture per sostenere e gestire tale traffico di dati esistono già.

Ma restiamo al caso del chip sottocutaneo. Solo gli ignoranti, perché disinformati, non s’avvedono del fatto che i governi, praticamente di tutto il mondo, cosiddetto civilizzato, stanno operando una maniacale pressione sull’istituzione del passaporto vaccinale che può essere raggiunto più velocemente attraverso l’imposizione di politiche vaccinali più stringenti.

Ciò lo si ottiene proprio attraverso l’instillazione della paura del pangolinovirus, fuggito da un laboratorio dei cattivi cinesi, in una popolazione sempre più confusa e sedata dai principali canali d’informazione eterodiretti sempre da lorsignori.
Quegli invisibles che hanno una agenda ben precisa da seguire e dalla quale, di questi tempi più che mai in passato, non è consentito discostarsi.

dati biometrici sono definiti nel regolamento europeo (GDPR) all’art. 4, par. 1, n. 14 e si riferiscono a caratteristiche fisiche, fisiologiche o comportamentali di un individuo e possono identificare una persona in modo univoco. Certo ci sono delle “tutele” e queste sono previste dall’art. 9, come il fatto che è «vietato trattare dati personali […] genetici» salvo il fatto che «l’interessato ha prestato il proprio consenso esplicito al trattamento di tali dati personali per una o più finalità specifiche» come per i tamponi e i vaccini per esempio…

In ogni caso «il trattamento è necessario per assolvere gli obblighi ed esercitare i diritti specifici del titolare del trattamento o dell’interessato in materia di diritto del lavoro e della sicurezza sociale e protezione sociale, nella misura in cui sia autorizzato dal diritto dell’Unione o degli Stati membri o da un contratto collettivo ai sensi del diritto degli Stati membri, in presenza di garanzie appropriate per i diritti fondamentali e gli interessi dell’interessato» e noi sappiamo quanto i diritti fondamentali stiano a cuore delle istituzioni.

Basterà semplicemente, ormai lo sappiamo purtroppo, istituire uno stato d’emergenza di carattere sanitario e il diritto alla salute diventerà «subvalente» rispetto al diritto al lavoro e altri diritti fondamentali, come la libera circolazione, che verranno fortemente compressi alla bisogna per tutti i cittadini che non daranno prova di essere allineati al sistema di controllo deciso dal governo, naturalmente il tutto sarà sempre per la nostra sicurezza sia ben chiaro.

Tutto questo si sposa magnificamente con l’iniziativa ID2020 Il sito riporta che:

La tecnologia si sta evolvendo ad un ritmo accecante e molte delle transazioni che richiedono l’identificazione vengono oggi condotte in modo digitale. Dai passaporti elettronici ai portafogli digitali, dai servizi bancari online agli account sui social media, queste nuove forme di identificazione digitale ci consentono di viaggiare, condurre affari, accedere a documenti finanziari e sanitari, rimanere in contatto e molto altro

ID2020

E’ estremamente interessante notare che l’alleanza ID2020 ha lanciato alla fine del 2019 (giusto prima della “pandemia” da Covid-19, ma che strano! direbbe Malanga) un programma di identità digitale in collaborazione – oltre al governo del Bangladesh1 e altri partners – proprio con l’alleanza per i vaccini GAVI!

ID2020 collabora con la GAVI

Makhtar Diop, World Bank Vice President for Infrastructure e Toby Norman, CEO, Simprints

La GAVI – finanziata lautamente, manco a dirlo sembra lo faccio apposta, da Bill & Melinda Gates Foundation (quasi 1,8 miliardi di $) e da USA (circa 3,4 miliardi di $) ma c’è anche la Rockefeller Foundation (5 milioni di $), Google (3 miioni di €) e l’Italia (257 milioni di €) nel quadriennio 2021-20242 – aveva stretto già a metà del 2019 un accordo con NEC e Simprints per estendere la copertura vaccinale tramite i dati biometrici, ma che strano! direbbe ancora Malanga.

La Simprints vinse la Mission Billion Challenge del gruppo World Bank ID4D per il suo lavoro sull’abilitazione del consenso informato .

Naturalmente queste sono solo incredibili coincidenze e non dimostrano nulla. Ma sono così incredibili che nell’articolo c’è un aggiornamento a fine pagina del 26 marzo 2020 dove si esplicita chiaramente che «che il programma (ID2020, ndr) è finalizzato affinché le persone possano ricevere la vaccinazione e dimostrare di averla ricevuta, non a tracciare gli individui, come sostenuto da alcuni teorici della cospirazione».
Anche Wikipedia ci tiene a specificare che «i teorici della cospirazione hanno falsamente affermato che ID2020 e Bill Gates hanno fatto piani per la vaccinazione obbligatoria COVID-19 e l’impianto di microchip nel corpo dei pazienti. Come risultato di queste teorie del complotto, lo staff di ID2020 ha ricevuto minacce di morte».

Ci tengono proprio a specificarlo. Sarà che il trucco c’è ma non si vede?

Si vede, si vede e come per chi ha occhi e cuore per vedere. Vi mostro un paio di passaggi emblematici di questo percorso.

Era il 2011 quando Microsoft all’ACM (CHI) mostrò che stava implementando un sistema in grado di «Sfruttare i segnali esistenti da elettrodomestici potrebbe trasformare le pareti in superfici interattive. Un team di Microsoft Research ha trasformato il corpo umano in una antenna che riceve i disturbi elettromagnetici».

In pratica si può usare il corpo umano come un’antenna3.

«Nel setup, un partecipante indossava uno zaino contenente un computer portatile e un dispositivo di acquisizione dati collegato tramite un filo a un pad conduttivo sul retro del collo del partecipante. Il pad misurava le tensioni raccolte dai partecipanti, che eseguivano gesti specifici intorno agli interruttori della luce. Il software nel computer portatile ha generato le istruzioni di posizionamento e ad ogni interruttore, l’ordine del gesto è stato randomizzato per eliminare le distorsioni.» (fonte – curioso che l’articolo che ne parlava è rimasto online per quasi 10 anni fino ad almeno il 6 agosto del 2020. Oggi non è più raggiungibile ma grazie ad Archive.org ne è rimasta traccia e cercando un pò ho trovato il workshop indicato in nota 3 a fondo pagina).

Elon Musk e Intelligenza Artificiale

Ora, ritengo che nei piani di lorsignori esisterà un’unica smart grid globale, dove i frigoriferi saranno più intelligenti, nella quale saremo tutti letteralmente immersi.

Financo dallo spazio con la messa in orbita della rete di satelliti Starlink di Elon Musk lo stesso che si diverte a telecomandare i maiali con Neuralink – e della quale faremo integralmente parte. In qualche modo già lo siamo e di questo se ne rendono conto solo gli elettrosensibili, veri e propri organismi sentinella che dovrebbero solo metterci in guardia dai pericoli a cui stiamo in contro allegramente invece di essere marginalizzati e ghettizzati come ostacoli verso la corsa all’IOT)

Arriviamo al 2016, quattro anni fa e cinque dopo la presentazione all’ACM (CHI) e sempre Microsoft affermava che:

“Possiamo programmare il DNA come fosse un computer”
(2016)

Microsoft conferma di poter programmare comportamenti complessi utilizzando il DNA, il che porta Bill Gates a investire nella tecnologia dell’mRNA – fonte video detoxed.info4

Probabilmente la stragrande maggioranza di voi non sapeva neanche di striscio di queste cose (nemmeno io fino a qualche tempo fa). Personalmente ritengo che sia semplicemente tutto sotto al sole per chi vuol cercare e vedere, ma oggi siamo ancora in pochi e la cosa non è ancora alla portata di tutti, anche se forse ha raggiunto, o sta per raggiungere, una massa critica in grado di aumentare la coscienza globale o collettiva che dir si voglia, rispetto a queste tematiche e porre così un giusto contrappeso allo strapotere che ormai si sta accentrando sempre di più nelle mani di pochi soggetti che si stanno letteralmente scornando tra loro per il controllo del pianeta nei prossimi secoli.

Alla luce di questi fatti, perché sarebbe così da complottisti pensare che chi ha interesse a che tutto questo sistema funzioni, secondo i propri desiderata, non investi le sue risorse per garantire il massimo profitto sull’investimento fatto? Qualunque “uomo” d’affari non potrebbe che confermare tale puerile deduzione. Per la miseria, chi vende armi profitta sulla guerra e chi vende farmaci profitta sulle malattie fa così male sentirselo dire o ripeterselo!?

Come ho già scritto, le strutture e gli strumenti per gestire questi flussi di dati ci sono già. Se non ne avete mai sentito parlare fate le vostre ricerche sulle microneedles patches (oppure vedi qui e qui).

Sono piattaforme con microaghi in grado di iniettare i farmaci (come anche i vaccini per esempio) o quantum dots (nanostrutture formate da materiali semiconduttori) da remoto (così come raccontatoci da Colao nel video di prima) capaci sia di ricevere ma anche di mettere segnali luminosi all’infrarosso rilevabili con appositi dispositivi, come potrebbero essere anche gli smartphones.

Se tutto questo è solo speculazione fantascientifica mi chiedo come mai al World Economic Forum, che sono così interessati al controllo, esclusa la filantropia ovviamente, delle persone stanno implementando un sistema di tracciamento chiamato Marko, che è in grado di registrare e analizzare i “segnali wireless che fluiscono intorno a noi e rimbalzano sui nostri corpi”?

Tutta questa grande trasformazione sociale proiettata verso l’ipertecnologizzazione della società avverrà tramite il Grande reset, già promosso da alcuni anni sempre da quelli del WEF; una rivoluzione socio-economica resa, secondo lorsignori, inevitabile dall’avvento di nuove tecnologie tra cui Intelligenza Artificiale, robotica, crptovalute, 5G e Blockchain.

Oramai sono anni che stanno plasmando le nostre menti e il nostro modello comportamentale (ricordate le parole dell’ex CEO di Facebook?) a cui però si ispira l’IA per evolvere, ma

il rischio per nulla scontato è l’appiattimento della capacità di evolvere dell’essere umano

poiché lA cresce con noi in quanto ci studia, ci copia, s’incolla da sola (lo chiamano auto apprendimento) e si “evolve”; ma in questo loop infernale noi dipendiamo sempre di più dalle IA e non ci evolviamo più neanche noi, perché ci affideremo sempre di più alle IA stesse.
IN fondo siamo dei pigri làidi opportunisti, ci affidiamo già ai politici perché non dovremmo farlo con le IA? ( leggi anche IA = Nuovo Ordine Tecnocratico )

Però, se non ci evolviamo, nemmeno l’IA si evolve e, guardando avanti nel futuro, la profilazione rischia pesantemente di diventare prescrittiva, ovvero “deciderà” come dovrai essere e comportarti domani sulla base di dati che non si rinnovano più e le macchine non saranno mai come noi umani – “L’uomo non è una macchina. E’ un essere spirituale” – e in questo la giurisprudenza in ambito informatico e i relativi diritti fondamentali alla nostra privacy sempre più offuscati, rischiano semplicemente di di non progredire più prendendo meramente atto di una situazione ad oggi già esistente, come preesistente e consolidata dalle nostre pigre consuetudini (clicca su “accetta” al trattamento dei dati personali) che fanno giurisprudenza.

I dati fluiranno attraverso i nostri corpi

Ecco perché ci vogliono vaccinare tutti e in primis anche i bambini e i giovani, che è una cosa assurda visto che avendo un sistema immunitario generalmente più forte e reattivo sono proprio loro ad essere dei veri e propri vaccini ambulanti che contribuiscono al rafforzamento della collettività facendo circolare un virus, a man mano che progredisce un epidemia, tra le persone in modo sempre meno aggressivo fino a che diventi endemico e/o scompaia quasi del tutto, e ciò accade da migliaia di anni, virus dopo virus e lorsignori lo sanno benissimo, che assurdità che ho scritto eh?

Per questa gentaglia siamo asset da gestire né più né meno e “i vaccini sono il vitello d’oro del terzo millennio, e l’umanità-gregge è carne da profitto di ultima generazione’, ovvero in versione cavia.” [Cit]

E se non ci avete fatto caso, questo assedio alle nostre libertà individuali, ai nostri diritti fondamentali dura da parecchi anni ormai ed il primo attacco frontale è stato sferrato col decreto Lorenzin, che ha interessato “solo” le famiglie con bambini da iscrivere all’asilo. Tutte le restanti fasce di popolazione cui questo “problema” non toccava, se ne sono altamente fottute ed oggi fanno i conti col Dl.44, si colpisce il comparto sanitario. I militari hanno già provato a piegarli ma dopo le decine e decine di reazioni avverse decessi si sono messe di traverso e poiché il sistema ha bisogno del braccio armato, il pugno di ferro sta per ora soprassedendo.

Era solo il 16 Settembre 2018 e il brillante Stefano Re ci rendeva edotti sul fatto che :

L’obiettivo di tutto questo teatro non è eradicare il morbillo.
È eradicare il diritto all’inviolabilità del proprio corpo.

Stefano Re

Ritengo che avesse ragione da vendere allora e il presente gli sta dando sempre più ragione, purtroppo. Il green pass, in questo scenario, non è altro che un metodo nazista per raggiungere il più presto possibile questo scopo ammantato di pseudoscienza che sta facendo in modo che le:

moltitudini esposte a bombardamento mediatico non solo si piegano, ma addirittura si auto-disciplinano, aderendo con grottesco entusiasmo identitario a forme di civismo in cui la coercizione diventa altruismo, a tal punto che la lotta per il bene comune resuscita persino la pratica infame della delazione.

Diciamolo più chiaramente: per sopravvivere all’attuale implosione sistemica, il capitalismo deve distruggere la sovrastruttura liberale e promuovere un regime subdolamente oligarchico. Dovrebbe essere chiaro che ci stanno confezionando addosso un capitalismo basato sul signoraggio monetario, a scapito di un’umanità ridotta a:

1) Un immensa mandria di sottoccupati in condizioni neo-schiavistiche (i cui pionieri sono gli operatori di Amazon costretti a orinare in bottiglie e defecare in sacchetti di plastica);

2) Disoccupati a sussidio
(vedi reddito universale);

3) Masse di reietti di cui nessuno ha più interesse a occuparsi.

Anche per questo le teorie di Malthus sul depopolamento rimangono attuali.

continua sulla fonte

Stiamo andando incontro a un nuovo medioevo dove i media rivestono sempre più sfacciatamente il ruolo che fu dei predicatori medievali. Alla fine ti vaccinerai perché è “etico” facendoti il segno ✌🏼 sul braccio ridendo come un ebete e andandotene in giro fiero con la tua spilla colorata, il più delle volte completamente inconsapevole del mondo che ti circonda.

Sentiamo Astrid Stuckelberger, scienziato interdisciplinare. Università di Ginevra e Losanna, Svizzera. Professore Invitato in Università Europee. Autore e relatore pubblico internazionale. Eccellenza svizzera nella scienza e Sviluppo. Leader appassionato nel campo dell’invecchiamento e dell’innovazione. Esperto internazionale di alto livello:per le agenzie delle Nazioni Unite, le istituzioni bilaterali e per la Commissione Europea.

Notate che al 14,30’ ca. la scienziata cita la pandemia SPARS prevista per il 2025 dalla John Hopkins University ( vedi qui https://accademiadellaliberta.blogspot.com/2021/01/la-pandemia-spars-2025-2028.html ).
Spars o altre epidemie le possono programmare perché si continuano a mantenere le basi della virologia, ovvero che siano i virus la causa delle malattie e/o influenze, a partire dalla spagnola, tramite il salto di specie. Mai sentito parlare di esosomi? [fonte video]

Sembra essere un processo inarrestabile ma che ormai dovremmo aver imparato a riconoscere, quindi gazie anche a persone come Snowden e Assange che hanno messo a nudo il Re rendendo pubblico il fatto che la CIA, che è uno strumento nelle mani di lorsignori, spia sostanzialmente chiunque.

“Chi si sta occupando del reset mondiale sono le stesse persone che hanno creato un altro problema, quello del debito.
Che nell’immaginario collettivo è una colpa dei Governi che hanno speso troppo, che si sono indebitati e che ci hanno fatto vivere al di sopra delle nostre possibilità.
La realtà, sotto gli occhi di tutti noi è totalmente diversa, chi sta vivendo al di sopra delle proprie possibilità è il mondo della finanza privata […]
un sistema privato che crea soldi dal nulla!”

Guido Grossi – già manager di BNL dal 1981 al 2007

Video consigliati:

Big Data – cosa sono e cosa sanno di noi
Roberto Cingolani, direttore scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, parla di Nanotecnologie e particelle paramagnetiche per l’essere umano, in occasione della Sesta giornata della scienza dedicata agli studenti delle scuole superiori UniStem Day 2014

A proposito delle due sfere di potere di cui accennavo all’inizio, qualcuno ha fornito una chiave di lettura piuttosto interessante proprio qualche giorno fa, quasi come a chiusura di questa mia sgangherata analisi a metà strada tra il serio e il faceto.

In ogni caso e mi ripeto, questo lavoro nasce esclusivamente come summa degli articoli del blog pubblicati da almeno un paio d’anni a questa parte e dalla lettura dei documenti indicati nelle fonti.
Non vuole essere alcuna dichiarazione di verità assoluta né tantomeno neutra, per quanto mi sono sforzato di riportare i fatti nel mondo più oggettivo possibile che però mi rendo conto possono essere inficiati da parametri soggettivi, per cui ci siamo capiti dunque.

Come diceva il buon vecchio Steve..

Post Scriptum:

Se adesso vi state chiedendo

“ma allora non ne usciremo più!”

Guardate questo documento della Banca mondiale. Si intitola ” COVID-19 Programma strategico di preparazione e risposta”.
A pagina 6 si dice chiaramente che questo programma ha avuto inizio lo scorso aprile 2020 e terminerà il 31 marzo 2025.
E se lo prevede la World Bank, la stressa che già nel 2017 sembrerebbe piazzasse kit-covid su una sua piattaforma di interscambi commerciali, io ci dare un certo credito.

Fonte: COVID-19 Programma strategico di preparazione e risposta (SPRP) – World Bank

“A quanto pare, ci troviamo di fronte alla prima “pandemia” della storia della quale si conosce in anticipo la data di scadenza. È tutto davanti ai nostri occhi. È tutto in “bella vista” come ama dire la massoneria. Non dobbiamo cercare in documenti segreti i piani del mondialismo. Sono dichiarati nei documenti ufficiali. La pandemia è una crisi artificiale concepita per trascinare l’umanità verso il Grande Reset del Nuovo Ordine Mondiale.” (cit. Border Nights)

fonte: World Bank

Note:
1 Già nel Novembre 2018 Singapore progettava di estendere il sistema di identificazione biometrica nazionale ai settori bancario e sanitario, e spingere sul riconoscimento facciale alle frontiere (fonte)
2 Dati aggiornati al 31 marzo 2021 → https://www.gavi.org/news/document-library/annual-contributions-and-proceeds-31-march-2021.
E’ curioso come i contributi dell’Italia siano quasi raddoppiati tra il 2000-2010 e il 2011-2015 non centra mica il fatto che nel 2014 l’Italia è diventata “capofila per le strategie vaccinali a livello mondiale“?
3 Il tuo rumore è il mio comando: Rilevare i gesti usando il corpo come antenna
Gabe Cohn, Daniel Morris, Shwetak Patel, Desney Tan, Microsoft Research, Università di Washington (Stati Uniti)
Usiamo il corpo come antenna di ricezione e sfruttiamo il rumore elettromagnetico ambientale per l’interazione gestuale su superfici non strumentate. Dimostriamo una classificazione robusta di diverse classi di gesti in-home.
4 Si ringrazia il sito Detoxed.info per l’incommensurabile lavoro di diffusione di video ed informazioni di pubblico dominio ma sistematicamente censurate dalle piattaforme social di Big Tech. Qui il canale Telegram → https://t.me/detoxedinfo

fonti:
– immagine di copertina: Di Camelia.boban – Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=33124418
http://tesi.cab.unipd.it/59402/1/Dalle_Fratte_Alessandro.pdf
https://sebirblu.blogspot.com/2020/08/leconomist-svela-il-quadro-futuro-verso.html
https://www.risparmiamocelo.it/quanti-soldi-valgono-i-tuoi-dati-personali-sulle-app-e-su-facebook/
https://www.security.org/resources/data-tech-companies-have/
https://protezionedatipersonali.it/dati-biometrici
https://www.altalex.com/documents/news/2018/04/12/articolo-9-gdpr-trattamento-di-categorie-particolari-di-dati
https://www.isde.it/wp-content/uploads/2019/09/Rapporto-indipendente-isde_ec-sui-campi-elettromagnetici-1.pdf
https://en.wikipedia.org/wiki/ID2020
https://en.wikipedia.org/wiki/GAVI
https://en.wikipedia.org/wiki/International_Finance_Facility
https://www.gavi.org/news-resources/document-library/annual-contributions-and-proceeds
https://www.biometricupdate.com/201909/id2020-and-partners-launch-program-to-provide-digital-id-with-vaccines
https://www.biometricupdate.com/201905/simprints-wins-world-bank-id4d-mission-billion-challenge-with-toolkit-for-registration-consent
https://www.iss.it/documents/20126/0/Rapporto+ISS+COVID-19+n.+1_2021.pdf/eef324b0-983d-c257-96fd-e8d430e1ca82?t=1612179039051
https://www.lafionda.org/2021/06/22/paradigma-covid-collasso-sistemico-e-fantasma-pandemico/
https://it.emcelettronica.com/corpo-umano-come-unantenna-pareti-interattive-gestire-gli-apparecchi-elettrici
https://www.researchgate.net/publication/224169884_Smart_smarter_smartest_The_consumer_meets_the_smart_electrical_grid
https://www.accademiaitalianaprivacy.it/dettaglioNews.asp?id=258

“Che devo fare, che devo fare per svegliarvi
Per scuotervi, per distruggere le strutture”

Rage Against The Machine – Wake Up

La vita è una cascata
Siamo una sola cosa nel fiume
E di nuovo una cosa sola dopo la caduta

Nuotando nel vuoto
Ascoltiamo la parola
Ci perdiamo
Ma troviamo tutto
Perché noi siamo quelli che vogliono mettersi in gioco
sempre vogliono andare
Ma tu non vuoi mai restare

noi siamo quelli che vogliono scegliere
Eterei, nel cielo,
Quando perderai la tua ristretta mentalità
Ti renderai libero.
eterei, nel cielo,
Quando renderai liberi i tuoi occhi avrai la ricompensa eterna


testo

…qualcuno, anche di una certa cultura, a cui gliene ho parlato ha fatto spallucce, una risatina e semplicemente ha detto “non mi interessa”. Probabilmente ho destabilizzato la sua zona di confort, ma non pretendo di convincere nessuno espongo solo dei fatti su cui ritengo sia doveroso ed importante riflettere, prima per se stessi e di riflesso per tutti gli altri, che sono altri noi…

4 pensieri riguardo “Perché ci vogliono ossessivamente vaccinare tutti?

  1. Toh! Guarda cosa esce mentre scriveo quest’articolo!

    Philippe Guillemant, 24 novembre 2020

    Il principale scopo della vaccinazione è giungere ad una normalizzazione dell’uso dell’identità digitale per ogni cittadino. Ciò renderà possibile che il controllo del diritto di accesso dei cittadini ai diversi luoghi (ristoranti, negozi, stazioni ecc.) avvenga in maniera automatica, portando con ciò all’apertura di un immenso mercato, quello dei dispositivi connessi, così allettante da riuscire a trasformare gli informatici in virologi.

    Ciò permetterà anche l’introduzione di una moneta elettronica, già predisposta, con la soppressione progressiva del denaro contante.

    Ci sono due casi da considerare:

    Continua sulla fonte: → https://vocidallestero.blogspot.com/2021/06/lo-scopo-principale-della-vaccinazione.html

    "Mi piace"

  2. Ipotesi terrificanti. Il problema fondamentale è come non lasciarsi travolgere da questa “marea nera”, perchè opporvisi sta diventando sempre più difficile.

    "Mi piace"

  3. Caro Osvaldo, intato grazie per essere arrivato alla fine dell’articolo!

    La questione non è tanto se opporvisi o meno, si soccomberrebbe in ogni caso…
    coloro che propugnano e propalano tale futuro hanno strumenti efficaci dalla loro parte (politica, media…) ma dobbiamo ricordarci sempre che tutto quanto hanno progettato di fare si basa solo sul fatto che danno per scontato che la massa si adegui, si addomestichi a tali intendimenti.

    Senza la volontà della base del popolo costoro potranno fare ben poco.

    Certo che la percezione che abbiamo è che siamo in pochi a pensarla così e che la massa ignara si lasci travolgere, talvolta abbraccia essa stessa con folle entusiasmo tale “Marea nera”.

    Per ora noi altri ci dovremo arrangiare e organizzare di conseguenza come fecero i partigiani durante la guerra di lberazione.

    Dopo sarà più facile riconoscere i codardi e i collaborazionisti… la loro condanna sarà la vergogna che proveranno guardandosi allo specchio… noi saremo li a ricordarglielo anche solo con la nostra presenza.

    Articolo di oggi: «Nascondono la verità sulla pandemia perché sui morti hanno gravissime colpe»

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...