A qualcuno piace cashless

A cura di Andrea Pilati

Era questo che avevi ordinato?

Bella la vita digitale… Si può andare a scuola digitale dove il prof è un bit, o fare la spesa digitale dove ottieni finalmente più imballo che prodotto, perché a te interessava l’imballo ma avevi capito male, era “timballo”, oppure una conferenza digitale che ancora non hai capito cosa significa “webinar”, ma va bene così, chissenefrega dei neologismi, mica fanno male…

Eppure tutto si basa sulla parola che, se cambia, è un po’ come cambiare le radici di una pianta porta ad avere frutti diversi. Ohibò, un melo che produce ciliege!

Eh, non impariamo mai, crediamo che il passato sia il presente in evoluzione e il futuro il progresso (“pro” avanti – “gressus” passo”, me lo si conceda – fonte) e il passato lo si guarda come si guarda un bambino ingenuo; e così, se a riguardo menziono la “torre di Babele”, è probabile che qualcuno la confonda con una nuova pubbicazione dei Testimoni di Geova piuttosto che con un passo dell’Antico Testamento. E poi, riguardo al tempo, c’è chi, invece, lo vede come un cerchio, dove tutto ritorna, dove la differenza la fa l’esperienza che permette di evitare gli errori del passato, perché si sono già provati gli effetti. E, allora, esperienza dopo esperienza quel cerchio si allarga, ma solo se l’esperienza è fatta nel viaggio dentro sè, così chè si allarga sempre più, fino a diventare una linea retta, da infinito a infinito e si diventa consapevoli fino a diventare saggi onniscenti. Ma questa è un’altra storia e andrà raccontata un’altra volta…

E la storia inizia con i neologismi di stampo anglofono, quei nuovi termini che dovrebbero allertare solo per il fatto di non capirli, ma fanno tanto “scienza”, riempiono la bocca di vuoto.

“Cashless” = “senza contanti” Come suona detto così, di primo acchito? Se al panettiere che ti ha appena dato il pane, al momento di pagare gli rispondi “sono senza contanti”, credi ti lasci andare con il suo prodotto? Ma, dico io, non sarebbe stato più corretto usare “Digipay” piuttosto che “Cashless”? Che interesse c’è nel dire che i contanti non li vuoi?

Ah, già, la moneta contante è quella degli evasori e i panettieri sono tra i maggiori evasori dopo i dentisti, gli avvocati, i notai, i macellai, i muratori, gli elettricisti, i falegnami, i calzolai (questi, poi, sono i peggiori…)**

E così, con il pagamento solo con la moneta elettronica sarà tutto più facile, alla luce del sole, e tutto sarà più equo, giustizia è fatta! E la moneta è la nostra, nessuno la potrà gestire come vuole, solo noi la potremo spendere come vogliamo… Per esempio attraverso i vari circuiti mondiali che ci danno la possibilità di comprare da Bezos, grand’uomo, quelli marchiati VISA, Mastercard, American <express. E attraverso di loro possiamo fare anche donazioni a chi ci pare, liberi di scegliere.

Poi, un giorno, leggo questo:

Cosa dice? Dice che American Express, insieme a Marriott, sospende le donazioni a quei senatori che si sono opposti alle certificazioni sulle schede elettorali a favore di Joe Biden, il presidente eletto la scorsa settimana (e confermato il 20 di questo mese n.d.r.)

Ecco cosa si può fare con la moneta elettronica. Già, perchè, dal momento che è elettronica non è più tua (già non lo è più dal momento in cui la cedi a Loro portandola in banca, vedi art. 1834 c.c.) e chi gestisce i flussi ne vuole una parte e se non fai il bravo, zac! ti tolgono la possibilità di usarla e non puoi farci niente, proprio niente. E se poi manca la corrente ecco che scatta la psicosi, fino ad allora latente per ignoranza dell’utente. (vedi qui: https://www.newsbiella.it/2019/09/25/leggi-notizia/argomenti/cronaca-5/articolo/sportelli-e-carte-bancomat-fuori-uso-biellesi-e-commercio-in-tilt-lunghe-code-ai-supermercati.html)

Ma va bene, va bene così, è così che piace, fa tanto trendy, come le mascherine ultimo grido (anche se gridare non si riesce più, con la bocca fasciata). Io intanto continuo a prelevare tutto dal conto appena i soldi vengono versati, non si sa mai…


Riferimenti alternativi:

Non lo diranno direttamente ma presto toglieranno il contante

“Datemi il controllo della moneta e me ne infischierò di quello Stato che ne farà le leggi”

Non lo diranno direttamente ma presto toglieranno il contante

NOTE:

* Circa la Torre di Babele riporto questo testo che mi ha attirato: « E la costruirono per quaranta anni e, per tre anni, stettero a costruire mattoni ognuno della larghezza di tre, della lunghezza di dieci e dell’altezza di tre. Ed essa si innalzò per 5433 cubiti, due spanne e quindici me’eraf. E ci disse il Signore, nostro Dio: “Ecco, erano un sol popolo. Hanno cominciato a lavorare ed ora nessuno di loro la finirà. Venite! Scendiamo e confondiamo le loro lingue: l’uno non comprenderà la parola dell’altro e siano dispersi fra i paesi e i popoli e non vi sia più, così, fra di loro, un solo modo di intendersi, fino al giorno del giudizio”. E il Signore discese, e noi con Lui, per vedere la città e la torre che i figli degli uomini avevano costruito. Ed Egli confuse tutte le parole dei loro linguaggi e l’uno non intese più le parole dell’altro e interruppero, allora, la costruzione della città e della torre. E, perciò, tutta la terra di Sennar fu chiamata Babele poiché colà il Signore disgregò tutti i linguaggi dei figli degli uomini e di là furono dispersi in tutti i loro paesi, ognuno secondo il proprio linguaggio e la propria nazione. E il Signore mandò un gran vento sulla torre e la abbatté a terra ed ecco, quella torre è fra la terra di Assur e di Babilonia, nella terra di Sennaar, e si chiama Deqat. » (Giubilei X, 18-26)Fonte: http://www.fmboschetto.it/didattica/Bibbia/torre.htm

Chi sarà mai stato questo Signore? E chi erano “loro con Lui”? Biglino, se ci sei, batti un colpo!

** non me ne vogliano le categorie menzionate, sono state prese in causa in forma ironica.

Un pensiero riguardo “A qualcuno piace cashless

  1. è ormai assodato che tra gli italioti quando si usano termini anglofoni o è per perculare:

    job-act, family act, quantitative easing, recovery fund, austerity, fiscal compact, task force, governance, lockdown, contact tracing, quarantine box, student-box, layout, Recovery Plan, cashless society, etc…

    o è per denigrare:

    stalker, hater, no-vax, nomask, etc…

    Riguardo a Biglino, eccoti accontentato. Sembra fatto apposta ma giuro non è così! mi è arrivata oggi una notifica in merito al video seguente. Una di “quelle” sincronicità? Da vedere tutto (per i frettolosi dal min.4.55). Buona visione!

    Un viaggio tra vecchi e nuovi recinti dalla Bibbia ai giorni nostri: Nimrod e Babele spingono il ragionamento ad analizzare la nostra situazione odierna. Mauro Biglino

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...