Esperimento climatico, sicuri?

Gira in rete, come un pazzo cavallo senza briglie, il filmato che riguarda le affermazioni di Antonio Raschi, direttore dell’IBMET – Firenze, una branca del CNR.

Un paio di anni fa li avevo personalmente contattati segnalando, da ignaro ma allarmato cittadino, la presenza in cielo di strani spargimenti fuoriusciti da moltissimi aerei che provocavano una scia lunga da orizzonte ad orizzonte la quale, lungi dal dissolversi, andava allargandosi incrociandosi con le altre, formando una lattiginosa quanto inquietante nuvolosità persistente. “…Tutto tranquillo, niente di allarmante, è sol condensa…” mi risposero.

Ed ora eccolo qui l’IBMET, nelle vesti del suo portavoce che trasuda di preoccupazione per questi cambi climatici frutto di un esperimento planetario; ma diversamente da quanto riportato dalla quasi totalità dei siti di informazione alternativa, voglio portare l’attenzione sulla frase che secondo me era il vero soggetto da far passare. È noto in psicologia delle masse che per fare accettare un concetto inserendolo direttamente nel subconscio basta introdurlo in un periodo che ha come soggetto qualcosa di noto e di importanza maggiore.

In questo caso è interessante analizzare che, sebbene il soggetto del discorso sia la ipotetica ma smontabile affermazione circa un esperimento climatico su scala mondiale, il personaggio abbia esternato la Mercalliana affermazione tanto cara a zio Bill (Gates) “…siamo tanti, le nostre risorse sono limitate…”

Tradotto in “Non c’è pane per tutti e qualcuno deve passare a miglior vita per il bene di tutti”

A me risuona come un mantram già sentito quando si parla di vaccini. Da innocui farmaci “acqua fresca”, come ci ha ricordato l’anno scorso il dottor Rezza (il minuscolo in “dottor” è voluto) a farmaci salva vite. Tanto che, a proposito delle morti avvenute per reazione avversa dopo l’inoculazione del vaccino, qualcuno, come il mitico Burioni, lo showman della scienza, ha ritenuto rimarcare che queste sono rare vittime che vanno considerate come collaterale per il salvataggio di milioni di altre vite.

Lo aveva detto anche lo zio Bill, menzionato prima, quando nel febbraio 2010 ha affermato che per salvare il pianeta dal micidiale Global Warming la crescita della popolazione mondiale andava calmierata con l’intervento vaccinale, che avrebbe promesso l’abbattimento del “dato” (noi per Loro siamo numeri, ricordiamocelo) del 10/15%.

Ma andiamo a sentire cosa afferma pubblicamente il direttore dell’IBMET tenendo in considerazione il messaggio subliminale che ha, o che hanno, intenzione di passare:

Direttre IBMET - sguardo a destra.pngVoglio inoltre portare l’attenzione a quello che un mio collaboratore ha notato durante il discorso. Al minuto 00′:27″ del video qui sopra, cosa, o meglio, CHI stava guardando alla sua destra il signor Raschi con quello sguardo tanto preoccupato? Qualcuno che gli aveva forzatamente suggerito la trama del discorso? La fisiognomica e la mimica facciale non danno adito a dubbi sulla sua tensione nel divulgare la notizia.

Stiamo a vedere cosa accadrà nei prossimi giorni. Hanno già preannunciato una anomala estate di San Martino, con temperature al di sopra delle medie stagionali.

Estate San Martino temperature eccezionali
Fonte: www.ilmessaggero.it

Poi, quale evento climatico dovremo aspettarci dato che questi furiosi rovesci sono arrivati proprio alcuni giorni dopo un caldo anomalo condito da spargimenti di nanoparticolato avio disperso?

Scie chimiche Torino.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...