Autunno caldo; a scuola con le forze dell’ordine

Sembra paradossale ma accade davvero. A scuola i bimbi da 0 a 6 anni possono entrare solo se “conformi”, come le banane al supermercato. Lo afferma una presa di posizione della Provincia autonoma di Trento e qualche amministrazione comunale ha già dichiarato che provvederà a far sorvegliare l’accesso dalla forze dell’ordine affinché all’istituto accedano solo i bambini vaccinati. Il tutto per salvaguardare la salute che, si sa, all’asilo si contraggono le peggiori malattie, anche mortali, come il morbillo che in passato a mietuto milioni di vittime…

Poi fuori da scuola l’obbligo vaccinale decade come per magia e tutti si possono allegramente frequentare, vaccinati e non vaccinati, in tutti i contesti sociali… per ora.

La provincia di Trento infatti afferma:

Asili, 500 bambini non ancora vaccinati, la Provincia: “Non potranno entrare”
“Il giorno 3 settembre non sarà consentita l’ammissione alla frequenza delle scuole d’infanzia e dei servizi educativi per la prima infanzia dei bambini che ad oggi non risultano in posizione di regolarità vaccinale”. E’ quanto  si legge nella circolare della Provincia agli asili che lunedì si apprestano ad iniziare l’anno scolastico.

Fonte: http://www.trentotoday.it/cronaca/vaccini-asilo-trentino-2018-2019.html

Ma visto che questa azione non accontenta qualche Comune, ecco che Pergine Valsugana in provincia di Trento rincara la dose e manda la polizia municipale. Questa la circolare che più che una informativa sembra una minaccia:

Ordinanza esclusione nido Pergine Valsugana.jpg

Ma vogliamo fermarci qui? No, dai, occorrono le maniere forti contro questi untori dispensatori di virus. Ed ecco che vengono alla ribalta niente meno che i NAS, il reparto dei Carabinieri del Nucleo Anti Sofisticazioni, per emergenza tolto dalle cantine a scovare vini contraffatti, o pellet radioattivo, o derrate alimentari tossiche come le farine importate contenenti la micotossina DON oppure il cancerogeno glifosato.

Ben più importante il loro scopo a salvaguardia della salute pubblica. Così sono stati mandati in giro per l’Italia a verificare se le autocertificazioni presentate per l’accesso al nido siano o no regolari. Altrimenti è un reato penale e si rischia la galera, perdinci!

…Ma a smontare i piani degli anti vaccinisti ci si sono messi anche i carabinieri del Nas (Nucleo anti sofisticazioni), allertati dall’autocertificazione contraffatta ed esibita su Facebook da una mamma di Brescia. Controlli sono già partiti in tutto il Paese, da Piemonte, Lombardia e Veneto a Toscana e Lazio. Nei prossimi giorni si estenderanno anche ad altre regioni. Più nel dettaglio sono stati individuati tre istituti scolastici per ogni provincia e città metropolitana. 

Fonte: www.lastampa.it

Sapete cosa mi ricorda tutto ciò? Vi dice niente questa foto?

Boston sotto assedio dopo attentato.jpg

È quello che accadeva a Boston dopo “l’attentato” avvenuto alla maratona di Boston del 2013 dove, poco dopo, la stessa città è stata messa sotto assedio dai blindati delle forze speciali che avevano l’ordine di violare le abitazioni per perquisirle, senza alcuna limitazione. E tutto per cercare due fratelli poco più che diciottenni. Sì, l’esercito per due ragazzi.

E per terminare una chicca. Qui trovate l’elenco completo di tutti gli organismi sanitari (dalle USL agli ospedali), i medici, i docenti, le associazioni, le fondazioni che la Glaxo Smith Kline, il maggior fornitori di vaccini, ha finanziato nel 2016 e 2017. perché proprio queste due annate? Beh, cliccate sulla foto e leggete dove evidenziato…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...