Il fallimento degli USA che trascinerà tutte le banche dell’Occidente, nel momento giusto.

Sono arrivate voci che verso la metà del prossimo mese scadranno i titoli USA in dollari detenuti dalla Cina, che chiaramente pretenderà il loro rimborso comprensivo di interessi. Si tratta di 1.189 miliardi in Treasuries al 31 ottobre scorso che hanno un rendimento del 2,54% (fonte: www.investireoggi.it). Detta così si potrebbe pensare che gli USA siano preoccupati per un rimborso che li farebbe vacillare sull’orlo del fallimento. Ma è proprio così?

Se guardiamo altre cifre ci possiamo rendere conto di un’altra realtà:

Era il 10 settembre 2001. L’allora segretario alla Difesa, Donald Rumsfeld, raccontò alla stampa  che nella contabilità del Pentagono, risultavano spese non giustificate di 2300 miliardi  di dollari. Della contabilità era allora responsabile il vice—ministro rabbino Dov Zakheim, doppio passaporto,  appunto sottosegretario con funzione di  “comptroller”.  Il giorno dopo, 11 Settembre, nessuno fu tanto meschino  da  chieder la testa (o un processo) per i due; “America under attack!”, strillavano le tv, il Pentagono  era la forza necessaria per  combattere la lunga guerra al Terrorismo. Da allora è parso  anti-patriottico fare le pulci ai libri del Pentagono, sicché i controlli sono stati rari e a campione, per così dire. Un referto dell’Ispettore Generale dell’Esercito ha segnalato che nell’anno fiscale 2015, sul totale di un bilancio del ministero di $ 565 miliardi, un bel  6500 (di miliardi) non apparivano giustificati  nel libro contabile.  Come poteva essere che le spese che non avevano precisa destinazione  e  a cui non corrispondeva una fattura o ricevuta, superassero di oltre 10 volte il bilancio annuale del  Pentagono? 

Fonte: www.maurizioblondet.it

fallimento-banche-usaPer chi vuole approfondire, consiglio di leggere quello che il blog di economia “Solari” riporta in una sua indagine sui movimenti dei fondi pubblici statunitensi (scusate la traduzione automatica):

Il 26 luglio 2016, l’Ufficio dell’Ispettore Generale (OIG) ha pubblicato un rapporto “Regolamenti del Fondo Generale dell’Esercito non adeguatamente documentati o supportati”. Il rapporto indica che per l’anno fiscale 2015 l’esercito non è riuscito a fornire un supporto adeguato per $ 6,5 trilioni di aggiustamenti del giustificativo del giornale. Secondo il Comptroller General del GAO, “i buoni del Journal sono aggiustamenti contabili di riepilogo effettuati quando i bilanci tra i sistemi non possono essere riconciliati. Spesso questi buoni del giornale non sono supportati, il che significa che non hanno documentazione di supporto per giustificare l’adeguamento o non sono legati a transazioni contabili specifiche …. Per un revisore dei conti, i buoni del giornale sono una bandiera rossa per le transazioni che non sono state acquisite, segnalate o riepilogate correttamente. “

(Nota, dopo che Mark Skidmore ha iniziato a informarsi sugli aggiustamenti privi di fondamento OIG, la pagina web dell’OIG, che ha documentato, anche se in modo molto incompleto, questi “aggiustamenti contabili” non approvati è stata misteriosamente eliminata.) Fortunatamente, Mark ha copiato il rapporto di luglio 2016 e tutti gli altri rilevanti OIG-report in anticipo e ripubblicato qui . Mark ha più volte cercato di contattare Lorin Venable, Assistente ispettore Generale presso l’Ufficio dell’Ispettore Generale. ha inviato via email, telefonato, ed usato LinkedIn per chiedere la signora Venable sulla divulgazione di OIG di aggiustamenti privi di fondamento, ma lei non ha risposto).

Fonte: https://solari.com

Sacchi di dollari.gifCapito? Nel solo anno 2015 ci sono spese militari non giustificate per 6500.000.000.000.000.000 di dollari! (scritto in cifre fa più impressione) Come scritto prima, 10 volte il bilancio ufficiale.

L’entità vorace è di fatto il Pentagono al quale fa anche riferimento un nostro articolo sul legame con le famiglie nere italiane dei Farnese (Larry Farnese, senatore, è membro all’omonima famiglia), Aldobrandini, Chigi e Orsini.

 

Ma andiamo ancora un po più indietro. Nel periodo che va dal 2007 al 2011 la FED ha emesso segretamente 16.000 miliardi di dollari all’insaputa del Congresso al quale ha invece dichiarato di avere emesso solo 800 miliardi; venti volte di più! (fonte: www.globalresearch.ca dove trovate anche al lista di tutte le banche che li hanno ricevuti)

Perché queste “lievi” discrepanze? Ci dobbiamo ancora preoccupare dei 1.189 miliardi in Treasuries che la Cina detiene?

E come se non bastasse Deutsche bank detiene il record di derivati: 50.000 miliardi di euro! Se fallisce lei le altre saranno coinvolte a effetto domino, come accennato qui: https://traterraecielo.live/2016/11/03/banche-nucleari/

 

Quindi è chiaro che stanno giocando e secondo noi la partita si fermerà solo quando ci sarà abbastanza confusione. Per ora, nonostante tutto quel denaro emesso, hanno dimostrato che il fallimento di una nazione non dipende dai debiti che essa ha ma dalla volontà di farlo accadere, a prescindere.

Curioso inoltre come le maggiori uscite siano proprio nel comparto militare e questo ha una sua logica. Gli equipaggiamenti e gli armamenti godono della più sofisticata tecnologia e ricerca, con spese elevatissime. Quindi quale altro dipartimento potrebbe esserci se non quello militare dove fare transitare i fiumi di soldi che hanno ormai inflazionato il pianeta? Consideriamo inoltre che le armi vere e proprie non le hanno mai mostrate sebbene più volte le abbiano utilizzate come quella climatica, tellurica, elettromagnetica… Quale altro giustificativo potremo trovare all’abnorme produzione di testate atomiche, capaci di distruggere più di un pianeta tante ne sono state prodotte, se non la necessità di spendere quel denaro emesso solo per indebitare qualche Stato in modo da conquistarlo?

Quindi il patatrac a nostro avviso non avverrà in un periodo preciso ma quando meno ce lo aspetteremo. Quindi:

Voi stessi sapete bene che il giorno del Signore verrà improvvisamente, come un ladro di notte. Quando la gente dirà: “Ora tutto è tranquillo e sicuro”, proprio allora il disastro li colpirà, improvviso, come le doglie una donna incinta. E nessuno potrà sfuggire.

Ma voi, fratelli, non vivete nelle tenebre, e quindi quel momento non vi prenderà di sorpresa, come un ladro: tutti, infatti, siete dalla parte della luce e del giorno. Noi non siamo dalla parte delle tenebre e della notte. (prima lettera ai Tessalonicesi)


(Un ringraziamento alle ricerche di Andrea Degl’Innocenti nel suo libro “Islanda chiama Italia” – Arianna editrice)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...