“Il migrante vien di notte…”

Zitti, zitti! Non si deve più parlare di migranti. Hanno fatto troppo scalpore ma non bisogna fermare la migrazione (paiono uccelli); questo è nei piani.

Proviamo a fare una previsione:

Prossima mossa sarà l’escalation di violenza da parte di altri estremisti islamici o comunque di provenienza mediorientale; governi in preda allo sconcerto che non sapranno più cosa fare, alzeranno le mani in segno di impotenza dando così crescente senso di insicurezza al popolo che dovrebbero governare ma anche proteggere. Ci sarà quindi un accrescimento di violenza da parte di cittadini che si vedranno costretti all’autodifesa.

Ci sarà un sempre più crescente senso di intolleranza tra autoctoni e migranti alimentato dal fatto che questi ultimi saranno sempre più agevolati a scapito dei secondi (come d’altronde adesso è) con l’intento di alimentare il divide et impera.

Per non dimenticarci riporto quanto già scritto in altri articoli riguardo le divisioni; quello che fanno con la politica lo riportano in qualsiasi ambito sociale:

Tratto da USA Banker’s Magazine (Rivista dei banchieri americani), 25 Agosto 1924

“Dividendo gli elettori attraverso il sistema dei partiti politici, possiamo fare spendere le loro energie per lottare su questioni insignificanti. Di conseguenza, con un’azione prudente abbiamo la possibilità di assicurarci quello che è stato pianificato così bene e portato a termine con tanto successo.”

Magari mi sbaglio… quindi riflettori puntati sul Brasile e le sue Olimpiadi, magari con una vena polemica per alimentare la curiosità e deviare l’attenzione. Su cosa? Su altre cose naturalmente :^)

Come ad esempio l’articolo seguente tratto dal sito www.maurizioblondet.it


 

Ufficialmente pare che la crisi dei rifugiati in Germania si sia placata: sempre meno quelli in cammino lungo la rotta balcanica, ormai non si vedono più treni o pullman speciali. Ah, per forza: a quanto pare arrivano in aereo. Col favore delle tenebre e della nebbia un volo dopo l’altro, carico di migranti, atterra negli aeroporti tedeschi.
Con il sex-mob di Capodanno i migranti hanno trasformato Colonia in una zona al di fuori della legge. In quell’occasione anche ai tedeschi più ben disposti è passata la voglia di festeggiare i “nuovi arrivati”. Ora le risorse della Merkel arriva in gran segreto. Si imbarcano infatti in Turchia o in Grecia su voli charter e atterrano in Germania a notte fonda. Questo è quanto è stato riportato a Kopp Online da informatori che hanno osservato i movimenti negli aeroporti tedeschi. I media tedeschi fino ad ora non ne hanno mai fatto parola.
Basta dare un’occhiata agli orari dei voli in data 8 agosto: da mezzanotte e mezza comincia la “Rush-Hour for Refugees”. Aerei da Grecia e Turchia atterrano praticamente a distanza di minuti uno dall’altro.
Questi continui atterraggi proseguono per l’intera notte e finiscono verso le 6 del mattino. Il link rimanda, ad esempio, agli orari dei voli dell’aeroporto di Colonia-Bonn: di giorno è indicato un solo volo proveniente dal Mediterraneo orientale (aeroporto di Istanbul). Il turismo in quelle zone è stato infatti stroncato drasticamente a causa dei numerosi attacchi terroristici. Di notte tuttavia si registrano ben 11 voli:
00:30 Uhr: Heraklion (Grecia)
00:55 Uhr: Istanbul (Turchia)
00:55 Uhr: Adana (Turchia)
01:25 Uhr: Izmir (Turchia)
01:55 Uhr: Antalya (Turchia)
02:40 Uhr: Antalya (Turchia)
02:50 Uhr: Antalya (Turchia)
03:55 Uhr: Istanbul (Turchia)
04:10 Uhr: Marsa Alam (Egitto)
05:30 Uhr: Istanbul (Turchia)
06:05 Uhr: Izmir (Turchia)

Flughafen Köln Bonn

Sui tabelloni in aeroporto: Destinazione? »Unbekannt« (sconosciuta, ndt)
All’aeroporto di Hannover nella notte dell’8 agosto tra le 01:35 e le 06:15 si registrano in arrivo sei voli: Burgas, Heraklion, Izmir, Antalya, Antalya, Ankara.
Un lettore ha riferito a Kopp Online che anche all’aeroporto di Colonia-Düsseldorf atterrano regolarmente aerei a notte fonda.
Dopodiché gli aerei ripartono, ma sui tabelloni sotto la scritta “destinazione” si può leggere solo »Unbekannt« (sconosciuta). Chi volesse vedere gli orari dei voli dell’aeroporto di Colonia-Düsseldorf, tuttavia, non troverà nulla. Tra mezzanotte e le sei del mattino non ci sono voli – almeno ufficialmente.
Un altro lettore riferisce a Kopp Online:
»Qui a Wunstorf si trova una base aerea della Bundeswehr. Da qualche tempo atterrano e decollano con sempre maggiore frequenza aerei civili e successivamente dozzine di autobus lasciano la zona. Ci siamo già chiesti più volte come mai alla base – dove normalmente non si vedono mai atterrare aerei civili – ora improvvisamente ci sia questa grande attività. Non vi è alcun motivo per il quale un aereo civile debba atterrare a Wunstorf. Probabilmente c’è qualcosa da nascondere.«
Martedì l’intensa attività di atterraggi continua da mezzanotte e trenta. Ad esempio, di nuovo all’aeroporto di Colonia-Bonn sono previsti i seguenti voli:
0:40 Uhr: Thessaloniki (Grecia)
0:55 Uhr: Istanbul (Turchia)
0:55 Uhr: Adana (Turchia)
1:25 Uhr: Izmir (Turchia)
1:25 Uhr: Istanbul (Turchia)
1:50 Uhr: Adana (Turchia)
2:25 Uhr: Antalya (Turchia)
2:40 Uhr: Antalya (Turchia)
2:45 Uhr: Antalya (Turchia)
2:50 Uhr: Antalya (Turchia)
4:20 Uhr: Ankara (Turchia)
05:35 Uhr: Nador (Marocco)
06:05 Uhr: Izmir (Turchia)

http://info.kopp-verlag.de/hintergruende/deutschland/markus-maehler/tief-in-der-nacht-bundesregierung-schleust-fluechtlingsmassen-ueber-flughaefen-ein.html
(Traduzione di Elisa Angelone)

Annunci

2 pensieri riguardo ““Il migrante vien di notte…”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...