Lunedì di sciopero; i Governanti lo hanno già previsto nella Loro agenda, e per Loro è perfetto!

A cura di Andrea Pilati

Italia, lunedì 27 settembre 2021.

Il popolo dice “basta!” e allora reagisce, con l’intenzione, buona, di fare cedere il governo nazionale, quello delle pedine etereodirette al quale nulla interessa delle reazioni popolari. Esso sa che il programma psicosociale, già determinato dai loro padroni, ha già previsto da tempo questo tipo di reazioni. Anzi, le ha addirittura auspicate perché, se non fossero venute dal popolo, le avrebbero attuate Loro stessi, come da programma. Un lavoro in meno da fare…

Povero popolo italiano, tanto di cuore quanto opportunista, che non vuole mollare di un millimetro la propria vecchia e decaduta realtà, che vuole tornare alla precedente “normalità”, tanto avvezzo a rimanere nel grembo materno il più a lungo possibile. Un popolo i cui figli stanno volentieri il più possibile sotto il tetto famigliare. E quant’anche se ne staccassero per creare una propria famiglia, non sia mai che non si portino dietro anche i genitori, magari di entrambi i coniugi.

Così, la lamentela per non essere ascoltati diventa protesta, e si realizza nel modo meno costruttivo e più deleterio possibile con la minaccia del blocco dei trasporti; un autogoal, praticamente.

Mi pare che ciò sia già accaduto qualche anno fa, nel 2013…

Ce lo ricordiamo? Il blocco del traffico alle rotonde, ai caselli autostradali, i presidi, la polizia che si toglie il casco, e poi… Cos’ha fatto il governo dell’operaio Mario Monti? Retromarcia forse?

Bene, il sentore dello sciopero che inizierà lunedì 27, se si paleserà come si vocifera, innescherà una corsa ai supermercati (proprio dove le scorte dovranno esaurirsi), oppure ai distributori di carburante… Un inizio di panico per la paura di non avere sulla tavola la pagnotta “doppio 0”, o l’olio marocchino “made in EU” a tre euro al litro, o i rotoloni di morbida ovatta profumata per la pulizia intima dopo pasto, o il dentifricio al fluoro anticarie per calcificare ciò che rimane della ghiandola pineale, o le banane con gli interferenti endocrini perfetti per ridurre la fertilità maschile… sarebbe un elenco interminabile.

Senza ravvedersi che già oggi, da qualche mese a questa parte, i ricambi da importazione sono di difficile reperibilità; lo sciopero del 27 settembre accelererebbe semplicemente il processo già innescato.

E allora che fare? Consiglierei prima di tutto di guardare un poco più avanti, come Loro fanno. Portato a termine, a fine dicembre, l’azione coercitiva sanitaria, blindando il certificato verde che dà libertà di movimento al prezzo della propria anima, passeranno al prossimo punto in agenda e chi si focalizzerà nel risolvere queste questioni, già vecchie, con l’arma delle proteste, rimarrà indietro e perderà tempo a prendere a pugni un uomo di paglia con l’immagine del governante più in vista. Mentre Loro, da altre parti, portano avanti i progetti in scadenza, consci che il Loro tempo è quasi finito e il lavoro lo devono portare a termine nel miglior modo possibile.

Il prossimo passo sarà il cambiamento climatico e Dio solo sa cosa scateneranno per convincere i popoli a distrarsi nuovamente da se stessi con l’arma della paura della morte, paura sempre più collettiva. La nuova e più efficace guerra mondiale.

Consiglio vivamente di dimenticarsi delle vecchie abitudini, della vecchia vita e iniziare a diventare i creatori di una nuova vita, basata sulla cultura della meraviglia, sull’entusiasmo, sulla voglia di superare se stessi, dando il meglio di se stessi a chi risuona sulla nostra stessa frequenza.

Nota: Loro sono consci che i numeri ci ipnotizzano e con essi ci manipolano (lo abbiamo visto con i numeri dei decessi, manipolati per manipolare a loro volta). Ma sanno anche che hanno il loro valore al punto da farne una simbologia sulla quale basano le Loro azioni. Uno di questi numeri è la percentuale del 95% contro il 5%. DNA spazzatura per il 95% e ricombinante solo per il 5%, 95% di materia oscura e solo 5% di materia visibile, 95% di cervello inutilizzato e solo il 5% di utilizzato, il 95% del web è deep e dark web mentre solo il 5% è quello in chiaro

Seguendo questo ragionamento pare plausibile la dicitura della prima voce del decalogo scolpito sulla Georgia Guidestone: “Manterrai la popolazione sotto i cinquecento milioni di abitanti…”.

Considerando la popolazione mondiale composta da circa otto miliardi di persone (Fonte: https://www.worldometers.info/it/), quanto è il 5%?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...