La retorica del diritto e i Dpcm di Conte

A cura di Giuliano C.

Oramai abbiamo superato quota 22 con i Dpcm di Conte emanati per gestire la cosiddetta crisi pandemica da Covid, ed altri ne verranno ancora finché continuiamo a dormire. A nulla sono servite le denunce anche di eminenti costituzionalisti, fin da marzo scorso, tese ad evidenziare l’incostituzionalità di questi atti amministrativi che sono stati reiterati in un modo che definire indiscriminato è retorico.

Sembra che gli italiani, salvando la pace di pochi – (?) in realtà siamo molti più di pochi ma agiamo in silenzio – sono e restano un paese di opportunisti da quattro soldi che presto non avranno nemmeno più quelli, visto che ormai i nostri solerti governanti sono mesi ormai che, come volpi attorno al pollaio, fiutano i risparmi del popolo gelosamente custodito nelle cassef… ma che dico!? Non esistono mica più quelle… una vecchia storia che riguarda un controvalore che ormai è entrato di diritto nella sfera dei racconti mitici… dicevo nei conti bancari.

Ma presto, come nel gioco delle tre carte, ci ritroveremo con un pugno di bitcoin vorrei dire tra le mani ma saranno talmente crypto, virtuali queste nuove monete che non ci renderemo mai davvero conto se e quante ne avremo se non attraverso un numerino sul nostro smartwatch.

art.1834 c.c. - Nei depositi di una somma di danaro presso una banca, questa ne acquista la proprietà ed obbligata a restituirla nella stessa specie monetaria […] – quando li vorremo indietro tra non molto cosa ci daranno? cryptovaluta? 😂😂😂 sono anche dei comici tanto si divertono a prenderci per i fondelli! Quasi li ammiro per come ci hanno fregato col MES, in quel post…

Naturalmente potremo spendere finché saremo de bravi cittadini degni del credito sociale che ci lascerà in usufrutto il governo mondiale occulto, cui i nostri politici burattinati fanno a gara a chi maggiormente si prostra per qualche benefit in più, rinnegando totalmente la propria identità e le proprie origini financo ad arrivare a rinnegare la propria umanità.

Questa breve storiella che mi è giunta oggi, racconta di passato presente e futuro (quasi come una novella natalizia di Dickens) e descrive in modo caustico e cristallino da dove veniamo e dove stiamo andando allegramente guidati dal pifferaio magico, esattamente come accadde a pinocchio nel paese dei balocchi.


Cos’è quel broncio, italiani!?
Cosa vi aspettavate?

Che a marzo scorso vi dicessi “Vi rinchiuderò in casa per anni perché dobbiamo far fallire il paese, depopolarlo con suicidi e [malasanità] per distruggere l’identità nazionale e ristrutturare la società secondo parametri preimposti”?

Ehi!
Calma.
Mica posso svelarvi tutto insieme.

È normale che avanzo per step.
Una finestra di Overton dopo l’altra.
Per farvi accettare tutto gradualmente.

Così funziona.

A Marzo era “tra 10 giorni ci riabbracceremo”, [“andrà tutto bene” “Rimaniamo distanti oggi per abbracciarci con più calore, per correre più veloci domani. Tutti insieme ce la faremo“].
E mi avete creduto.

Poi sono passato a “Se ami l’Italia mantieni le distanze“.
E avete accettato la stupidaggine.

In estate vi ho bombardato con la parola “focolaio” preannunciandovi la “seconda ondata”.
Lasciandovi però un attimo di respiro funzionale per incolparvi successivamente.

Poi ho spinto sui tamponi che assicuravano grandi numeri da trapanare nel vostro cervello h24.
Una sinfonia.

Così vi ho potuto ribaltare dalla testa ai piedi.
Pure all’aperto.
Ho trattato bambini e ragazzi come appestati negandogli la socialità [e la libertà].
Il tutto per contenere la mia più mirabile creazione.
La curva dei contagi.

E mi avete creduto di nuovo.
Incredibile.

Lì ho capito che siete un popolo ingenuo.
Mentre gli altri popoli li riempiono di soldi e si ribellano violentemente nelle piazze per dignità e diritti.
A voi non solo levo tutto, ma non do neanche un euro.
E non c’è reazione.

Allora sono andato oltre.

Vi ho annunciato che tutto questo era necessario per “salvare il natale”.
“Mò capiscono e m’ammazzano” mi son detto.

Niente, ahahahahah…. anche lì ve la siete bevuta, tutta d’un fiato!

Questo gioco mi fa sbellicare dal ridere.
Non pensavo tanto divertimento.

Mi ricompongo a fatica mentre vi dico che a Natale vi dovete rinchiudere, perché poi nel 2021 si riparte di slancio.
Terza ondata permettendo.
Che avverrà naturalmente a causa dei brindisi che avrete fatto [di nascosto birichini], col vostro cane ovviamente [positivo anche lui].

Meraviglia!

Ma non è finita. Sto buttando lì che, se non “gestiamo la curva”, potrei disporre il Trattamento Sanitario Obbligatorio per qualche milione di italiani o, in alternativa, un bell’apartheid [con una bella primula distintiva sul petto]!!!
Silenzio.

Che userò l’esercito…
Niente.


Che la Costituzione posso rispettarla ma anche no…
Calma piatta.

Con un popolo docile come voi (diciamo pure anche meravigliosamente attratto dall’autoritarismo) confesso che sto giocando sul velluto.
Tutto troppo facile.

Continuate così.
Netflix, Amazon, porno e calcio.

Vi adoro.

Il vostro leale Traditore Giuseppe Conte
per 30 denari 🤑😈

L’autore è anonimo ma questa potrebbe essere la probabile fonte

Questo scritto potrebbe annoverarsi a giusto diritto tra i capovalori della satira politica quella scorretta che tanto è osteggiata da certi ambienti (leggi → Censura is the new democracy!).
Ciò che però mi lascia davvero perplesso è la drammatica faciltà con cui si può addomesticre un popolo. Mesi fa sentivo rinfacciarmi (e a volte me lo sono detto da solo) “stai esagerando, figurati se obbligheranno i bambini a mascherarsi”, “è solo temporaneo!”, “un sacrifico per rinascere domani!”. E intanto lorsignori se la ridono e pian piano ci stanno ammaestrando e noi abituando a tutto.

Ho già a vuto modo di raccontare che non sarà temporaneo perché “Una piccola pandemia permetterà di instaurare un Governo Mondiale!”. Resto sempre attonito e terribilmente allucinanto quando vedo che neanche di fronte ai bambini imbavagliati vi siete passati una mano sulla coscienza, nessun dubbio, giù ad obbedire come automi. Hal 9000 avrebbe avuto più cuore.
Per voi diventerà normale dover esibire un passaporto vaccinale per andare a lavoro, viaggiare, andare a trovare i vostri cari, impiantarvi un chip sottocutaneo per potervi sfamare. Ormai è diventato normale anche solo pensarci e per questo vi state abituando.
Altro che finestra di Overton, questa è una fabbrica di finestre spalancate.

A marzo già scrivevo che avevamo due possibilità:

1. siamo di fronte all’apocalisse;

2. siamo vittime della peggiore truffa sanitaria di sempre causata da un mix di incompetenza e malafede.

leggi → se ci fosse il vaccino!

E la farsa continua…

Fonti:
https://it.wikipedia.org/wiki/In_Time

Scarica, Stampa, Leggi, Sposa e fai tuo l’Appello Alla Dignità

Appello alla Dignità
blog

2 pensieri riguardo “La retorica del diritto e i Dpcm di Conte

    1. Grazie Anna,
      ma cosa è vero? e cosa non lo è?

      potrebbe essere più semplice di quanto pensiamo perché purtroppo abbiamo dimenticato che i creatori dell’Universo siamo Noi!

      "Mi piace"

Rispondi a Giuliano Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...