In Italia abbiamo finalmente un nuovo governo!

A cura di Andrea Pilati

Credevate forse che il cambio di governo avvenisse tramite elezioni? Oppure credevate che, invece, di elezioni non se ne parlasse più, perché tanto è divenuto consuetudine trovarsi i giochi già fatti e allora ci saremmo trovati il tanto promesso governo tecnico? E magari credevate che Mario Draghi fosse il temibile candidato ideale per guidare l’Italia verso il baratro, come abbiamo sempre detto noi, che pensiamo di vedere più lungo degli altri?? E invece no. Era solo una mossa per distrarre; l’obiettivo del governo principale era quello di arrivare a se stesso; al Meccanismo Europeo di Stabilità (M.E.S.).

Per chiarire alcuni punti su cosa stiamo parlando ecco cosa scrive il “Fatto quotidiano”:

Tre sono i punti che devono essere messi maggiormente sotto i riflettori.

Primo. L’istituzione intergovernativa ed i membri dell’organizzazione – compresi quelli dello staff – sono per Trattato immuni da procedimenti legali in relazione ad atti da essi compiuti nell’esercizio delle loro funzioni (art. 32, punto 1). Gli atti scritti e i documenti ufficiali redatti sono inviolabili: non è previsto alcun meccanismo d’accesso. Persino i locali e gli archivi del MES sono inviolabili. Il direttore generale del MES può revocare l’immunità di qualsiasi membro del personale del MES eccetto se stesso (art. 35). Insomma è intoccabile.

Secondo. L’esperienza dei Paesi dove ha operato effettivamente il MES. I casi di Grecia, Spagna, Portogallo e Cipro ci forniscono già quattro indizi che fanno più di una prova: attraverso il MES, i creditori internazionali della Troika si sostituiscono di fatto nella gestione della “politica economica” del paese debitore. Lo Stato che chiede un prestito deve, infatti, sottostare ad una “rigorosa condizionalità” nell’ambito di un programma di aggiustamento macroeconomico e di progressivo rientro del suo debito pubblico. Tali condizioni possono spaziare da un programma di correzioni macroeconomiche al rispetto costante di condizioni di ammissibilità predefinite. Il Paese in difficoltà che ha bisogno del prestito deve in poche parole cedere la propria sovranità nella definizione delle scelte di politica economica.

Fonte: https://www.ilfattoquotidiano.it/

Questo organismo è il nome del vero governo mondiale e qualsiasi Stato lo approvi si abbassa e si adegua alle sue disposizioni senza nemmeno passare dalle elezioni; non servono più. Poi, nei parlamenti e nei governi nazionali, pone i suoi burattini e potrebbe essere anche il panettiere sotto casa, con tutto il rispetto per i panettieri naturalmente. Per fare ciò delle elezioni non c’è n’è bisogno, lo ribadisco.

Bisogna dire che lo hanno studiato bene questo piano. Se ci avessero detto che un governo, che avrebbe affamato e cittadini e li avrebbe fatti vivere nella continua paura, avrebbe dovuto passare dalle elezioni, allora molti si sarebbero rifiutati di eleggerlo. Invece no, sono passati per la porta di servizio e molti li hanno fatti entrare come fossero semplici, innocui ospiti mentre invece sono lupi travestiti, anzi, mascherati, da agnelli. Eppure ancora molti, moltissimi, credono a loro. E cosa spinge costoro a credere loro? Sarà per viscido opportunismo? Sarà per servilismo? Se così fosse basterebbe giocare la carta del denaro, sia con i poveri, sia con i meno poveri, e vedere se funziona. Lo hanno chiamato “cashback” e “lotteria degli scontrini” e fin’ora il programma su cellulare, la famosa “app” (siamo nell’era degli acronimi e dei neologismi risparmiatempo) è stata scaricata da circa sette milioni di persone in una settimana; un milione in più di quanti, in qualche mese, hanno scaricato “Immuni”, lasciando ad essa i propri dati personali per un compenso massimo di 150 euro a semestre. Ancora meno del bonus di 80 euro di Renzi; la persona è scesa di valore, a quanto pare.

Ma è curiosa la richiesta del programma, frammezzata dalla tipica dicitura “in tutta sicurezza”, ormai divenuta un marchio di qualità e una doverosa citazione a corollario di ogni iniziativa garantita come asettica:

Sembra che tutto ciò nulla abbiano a che fare con il governo… Vero? E, intanto che la popolazione distratta gioca a questo monopoli, un altro fatto avviene a danno dei correntisti. Da gennaio il tetto al prelievo del contante si abbassa di altri 1000 euro, arrivando così a 999 euro prelevabili dal proprio conto; quel conto che contiene i propri soldi. Soldi che, ricordo ancora, non sono più di proprietà di chi li versa nel momento in cui vengono depositati (articolo 1834 c. c.). Ma lo avevano già fatto a luglio e nessuno se n’è accorto, giusto?

Loro agiscono così. Tolgono potere di azione facendo scarseggiare il denaro, piano, piano, poco per volta, confondendo, disinformando, occultando, distorcendo…

Se non è chiaro invito a sentire questa spiegazione che descrive i dettagli delle cashback, ossia sui prossimi soldi promessi e non mantenuti:

Fonte video da https://m.facebook.com/smetteredilavorare

È evidente che hanno fretta.

  1. Cashback prima
  2. Riduzione dei prelievo di contante
  3. Cashless dopo
  4. Grande Reset

E parlo di denaro creato da loro, distribuito da loro e da loro accettato e fatto accettare come unica fonte legale di rendita, reddito, misura del valore, tasse o come lo si voglia intendere. Il denaro come unico mezzo per governare una nazione, più nazioni, il mondo intero e il singolo individuo, compreso tu che leggi. E ci dicono anche come lo fanno, quali sono i risultati e qual è il loro obiettivo.

Mario Monti dichiara senza mezzi termini qual’è l’obbietivo dell’euro. Lui lo chiama “esperimento”. Nel 2021 vedremo l’effetto di questo esperimento sull’Italia.

Troppo chiaro per essere compreso dalle menti contorte di persone, istruite nelle loro scuole, a pensare in modo settoriale, limitato da compartimenti stagni, dove la conoscenza olistica è preclusa perché fonte di libertà.


Del fatto che questa libertà faccia Loro paura ce lo hanno fatto comprendere quando hanno visto che un eretico, con la sua iniziativa, avrebbe svelato il trucco e reso economicamente indipendenti le persone. Pericoloso, troppo pericoloso. Giacinto Auriti andava fermato! E così hanno fatto. Ma quando un eretico si muove lascia traccia e così entra nella storia.

Fonte: http://www.simec.org/

E allo stesso modo hanno fermato un altro eroe che pretendeva libertà, cosa non concessa perché simbolo di anarchia. Quest’uomo costruì addirittura un’isola artificiale al largo delle coste riminesi, oltre le acque territoriali italiane, ci mise sopra persino un ufficio postale. Era il sogno, realizzato dall’ingegner Giorgio Rosa e demolito un anno dopo dall’impaurito Stato italiano, che al tempo fece scalpore e oggi storia.

Storia di una ricerca di libertà che sta piano, piano affiorando, prima prepotente e ora sempre meno irruente ma ancora più impellente. In quegli anni non era ancora arrivato il momento, le persone destinate non erano ancora a livello di individui per cui questi progetti non potevano continuare perchè troppo in anticipo. Ma hanno dimostrato l’esigenza delle anime presenti in questi tempi e la loro esigenza di emancipazione da un governo mondiale che le vorrebbe soggiogate al suo volere ma che si rende conto di quanto loro stiano sfuggendole di mano come sabbia stretta in pugno.

Tutto questo è un quadro e per comprendere un quadro bisogna guardarlo tutto nel suo insieme, dal di fuori, cornice compresa. Altrimenti rischiamo di finirci dentro e di non uscirne più.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...