Questo è il periodo della Luce

A cura di Andrea Pilati

Disamina del periodo odierno (che ad alcuni non farà piacere leggere)

Caro lettore, a cosa pensi sia riferito il periodo della Luce? Leggo in molti messaggi dell’imminente intervento delle Forze della Luce, se non, addirittura, degli Esseri di Luce, esseri angelici che verrebbero a salvarci, a toglierci dalle maglie di questa rete nella quale noi stessi ci siamo imbrigliati. Luce, Luce e ancora Luce…

E se non fosse così, come ti sentiresti? Forse perso, deluso? Ecco, questo è quello che vuole il Male. E non è il Male che in molti pensano sia al di fuori di noi, quello dei Rothschild, dei Soros, della Regina d’Inghilterra, degli Annunakki o di uno dei due papi… Parlo del Male che li crea, generatore di ciò che crediamo sia realtà e che agisce dentro ognuno di noi, energia oscura che stimola i pensieri peggiori, al punto da coinvolgere altre persone in un malefico legame e creare così una eggregora che diventa poi materia. Sia inteso, ho scritto che diventa materia, non realtà. Ci tengo molto.

Da molte parti sento dire di “tenere alte le vibrazioni” ma esse si elevano prima con le intenzioni, poi con i pensieri poi, soprattutto, dalle azioni, che modellano i fatti. Perché, se ci sono in giro Esseri di Luce, è quello che vogliono vedere da noi. Come un insegnante all’allievo sotto esame; se ha studiato lo deve dimostrare, altrimenti niente aiuto. E si scordi il diploma.

Non serviranno le meditazioni o le preghiere, a nulla servono se sono vuote di fede; saranno come le chiese chiuse, fredde e vuote, lì a dimostrare l’assenza di fede del clero cattolico. Gli Esseri di Luce vogliono esseri vivi, reagenti e rivoluzionari, che agiscono sottovoce, armati di pace ma determinati da una energetica, buona intenzione.

In questo anno a cifra doppia si gioca una grande partita dove molte anime si consegneranno agli aguzzini, prima, e ai carcerieri, poi. E tra coloro che agiscono con queste energie dense, i primi sono infiltrati nelle fila delle forze dell’ordine, dai poteri alti a quelli bassi, i secondi sono i governanti. Credevate fossero altri? Forse l’evidenza è troppo esplicita perché possa essere credibile.

Ma come diceva Edgar Allan Poe “se vuoi nascondere qualcosa di prezioso fai in modo che sia ben visibile”. Oggi abbiamo la realtà sotto gli occhi eppure fatichiamo a vederla; questo perché, in fondo, non siamo così svegli come ci reputiamo. Altrimenti manifesteremo altri fatti.

E su questo, tra le proprietà che riguardano il popolo italiano troviamo la sua propensione al doppiogiochismo, all’opportunismo che volta le spalle, alla solidarietà per convenienza, del “vai avanti tu che poi ti seguo…” per poi vedere il vuoto alle proprie spalle. Non è una disamina pessimistica, è la cronaca, e basta guardare fuori dalla porta di casa, andare in giro per il proprio paese, o città, oltre i duecento metri concessi, e guardare dietro gli occhi dei passanti in guanti e mascherina, ascoltare i loro commenti e sentire il loro stato d’animo.

In un commento sul web la sintesi:

Il mio punto di vista? Non è che “qualcuno” ci ha messo gli uni contro gli altri. È che quel “qualcuno” sa benissimo che gli italiani sono sempre stati gli uni contro gli altri, falsamente solidali quanto veramente opportunisti. Quel “qualcuno” altro non ha fatto che sfruttare le intrinseche caratteristiche degli italiani e le ha attivate a suo vantaggio. Infatti non c’è nemmeno tanta necessità di dispiegamento di forze perché gli italiani si sorvegliano a vicenda. Si chiama “delazione”. Lo stesso “qualcuno” ha fatto lo stesso con gli altri popoli in base alle loro caratteristiche genetiche. Tutti comunque sotto il cappello della paura, questo è quello che conta.

Questo “qualcuno” agisce con le sue armi migliori, sempre le stesse, a dire il vero, ossia  “paura e castigo” (ricorda un po’ una metodologia di una certa religione, vero?) che noi in Italia stiamo vivendo come “incertezza e sanzioni”.

Qui Antonio Albanese lo spiega molto bene e con una forma talmente esplicita da lasciare a bocca aperta, in tutti i dettagli. Specialmente in che modo dimostra lo sfogo di piacere il ministro della paura:

Quindi, in conclusione, se parlo di libertà ma poi metto guanti e mascherina mando il mio intelletto in dissonanza.

Se considero di farmi vaccinare per paura di perdere il lavoro, alimento un vortice emozionale di sconforto e di sconfitta.

Se parlo di non farmi sottomettere, e quando posso dire “NO” dico “Sì”, vado in disarmonia con ciò che anima il mio spirito.

E, mattone dopo mattone, aumento il peso sulla bilancia del pagamento per ottenere il passaporto per l’Aldilà, ed il mio cuore sarà molto più pesante di una piuma.

psicostasia-del-papiro-de-hunefer
Egitto – Libro dei morti. Psicostasia, processo post mortem di pesatura del cuore del defunto

Gli Esseri di Luce, invece, chiedono a noi di risplendere altrimenti loro non ci “vedono”. Loro ci spronano a ravvivare la nostra Luce per nostro conto, con i nostri sforzi, perché loro nulla possono per non invadere il nostro libero arbitrio; lo splendore è conseguenza dei meriti e noi non otteniamo meriti per diritto ma per onore.

È questo che gli Esseri di Luce anelano da noi e per il quale ci spronano, noi che abbiamo fatto un patto con noi stessi per spingerci a diventare come loro e ottenere quella leggerezza che ci permetta di attraversare le porte del cielo e di salire sulle loro astronavi, per i cultori di Asimov, o sui carri di fuoco dei racconti indù, o di raggiungere i fratelli della Confederazione per i cultori di Star Wars. Comunque sia, saremo pesati per le azioni coerenti e corrette fatte qua, non scevre da errori, si intende, e per avere osato spingerci un po’ più in là dei limiti della paura, per avere tentato e aver lasciato nulla di intentato e avere avuto il coraggio di aprire quella porta che celava orrore e sgomento, ci avevano detto, per poi scoprire che, quel gigante pauroso, era solo un topolino impaurito.

Per poter dire, alla fine della vita “Tentare ne è valsa veramente la pena!”


NOTE:

Per approfondire sul processo della psicostasia:

https://psicologiaalchemica.wordpress.com/2015/09/19/la-psicostasia-lanima-e-la-bilancia/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...