La disfatta della chiesa cattolica

A cura di Andrea Pilati

Ci avete mentito per 2000 anni, avete illuso, sfruttato, torturato le anime dei credenti. Dispensato peccati, occultato conoscenze, raccolto le indulgenze, distorto la dottrina per girarla a vostro vantaggio. Avete fatto della materia il vostro credo, diviso ciò che Dio aveva unito (religione deriva da rilegare, tornare a legare l’uomo a Dio – tesi Lattanziana).

State ora tirando i remi in barca, scappando come topi dalla nave che affonda; ma non avrete scampo, la Legge dell’Amore non fa sconti e non la si può evitare, vi raggiungerà anche dentro i vostri seminari, vi sorprenderà pregare come non avete fatto mai, ma oltre tempo limite. Nessun posto sarà più sicuro, perché essa scova tutti i codardi e gli sciacalli. E voi, clero altolocato di romana chiesa, ne siete l’emblema.

Da voi discendono tutti coloro che aspirano all’ignavia, pronti a lavarsi le mani, a cambiare bandiera, a genuflettersi al potere terrestre, abiurando quello celeste.

Lo avete timidamente mostrato un paio di anni fa quando avete giustificato l’aborto pro vaccini e, nonostante ciò, vi siete mostrati ai puPendagli crocifissibblici dibattiti vestiti con il vostro abito pulito e il crocifisso pendente al petto che mostrava chi avete messo in croce in quei momenti. Ma è in questo ultimo periodo che avete palesemente provato la vostra estrema codardia; in questo mese della primavera, dove più di ogni altro momento urgeva il bisogno di mostrare quanto foste credenti voi per mostrarlo agli altri, fedeli del potere taumaturgico della preghiera in una comunità chiamata “chiesa”. Ed invece lo avete rifiutato! Avete chiuso i luoghi di culto perché lo Stato ha chiuso quelli di cultura. E senza sapere e senza fede l’uomo perde la strada e il senno. Quei luoghi che, proprio in questi momenti, era urgente riempire, chiamando fisicamente i fedeli per riunirli a pregare in un luogo sacro, onde amplificare il potere delle preghiera, sincera, in gruppo.

puntatore sull’immagine per dettagli

Milano, Messa con mascherine
Vi siete anche fatti vedere sui giornali, a volto coperto come dei ladri

 

Avete paura del contagio, poveretti, mentre i preti nei Paesi sottosviluppati rischiano, da anni, la vita fronteggiando malattie di ogni tipo e minacce e attentati e omicidi.

 

Che paragone fare tra voi a chiese chiuse e i medici in prima linea negli ospedali senza adeguata protezione, se non quello del coraggio e della abnegazione. Loro han più fede di voi; e ve lo stanno dimostrando.

Proprio voi, miei cari prelati, avreste dovuto fare la differenza, proprio nel periodo della prova. Perché questo periodo è la prova della fede per tutti ma soprattuto per coloro che ne hanno millantato il possesso, dispensata con l’incenso. Ma le maschere ora cadono, nuova luce le trafigge e le fa sciogliere, evaporare.

Ci state dando un messaggio: “Non crediamo più in Dio” e ce lo dite con con i fatti, con quelli più eclatanti, più evidenti perché quelli del passato non sono stati notati se non tra i pochi. Come quando avete violentato la cattedrale di Chartres, nascondendo il suo simbolico labirinto, intonacando le pareti che ora più non suonano e risuonano, avete abbagliato di luce blu la penombra ed avete apposto un enorme crocifisso per mostrare cosa? Che in croce ce lo avete messo voi?

Labirinto di Chartres nascosto dalle sedie.jpg
Il labirinto sul pavimento di Chartres, nascosto dalle sedie

Ed oggi, cosa avete fatto dopo la sospensione delle cerimonie?

Non avete risparmiato nemmeno Lourdes, ne avete negato le taumaturgiche piscine!

Lourdes
Il santuario di Lourdes

Siete stati chiari, niente da dire… Se non capiamo così che siete arrivati alla resa finale…

Demolire per riscostruire, dappertutto, perché il mondo dell’immagine sta crollando sotto il suo stesso peso, quello dell’effimero inconsistente. A cominciare dalla cattolica chiesa.

Non vi sono più scuse, ci si deve definire. Il coraggio senza intelligenza è presunzione e ognuno di noi, con la sua responsabilità, deve dare prova di saper usare entrambi, sapendo discernere, agendo discreto.

La Legge dell’Amore, ora, a noi tutti chiede il conto, e tirate le somme esse ci diranno se, nel tempo che ci è stato fino ad ora concesso, abbiamo lavorato bene su di noi. L’Universo richiede nuovi samurai per la nuova, brillante, umanità. Si prevede forte selezione…

Samurai2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...