Il fuoco non solo brucia ma purifica

VIRGILIO.jpg
Publio Virgilio Marone (70 a.C – 19 a.C)

La storia di questa realtà, fatta da questa Terra, e di questi tempi, ci racconta che nel nostro cammino in questo stato evolutivo siamo andati incontro a molti eventi che sono successi dopo che qualcuno ne aveva anticipato il loro accadimento punto così, per esempio, leggiamo di Virgilio, il cantore dell’antica Roma, scrittore dell’Eneide e poeta, che anticipa la venuta di un personaggio che avrebbe risolto i problemi di corruzione dell’antica avarizia papale romana. Così ci racconta Dante nella Divina Commedia già nel 1300 ma altre profezie, altri individui illuminati e lungimiranti, ci hanno avvertito di quello che sarebbe successo in futuro, non tanto perché vedevano i fatti ma perché, guardando i movimenti e sorgendo i moventi, deducevano gli eventi; il tempo in cui sarebbero accaduti è decisamente relativo ma la modalità è precisamente azzeccata.

Così La Fenice rinasce dalle sue ceneri dopo la sua combustione e così Sodoma fu annientata attraverso il fuoco. Curiosamente in medicina un qualsiasi malanno, portato da esagerati ed esasperati movimenti o sensazioni non equilibratamente gestite, ha origine da una infiammazione. Semplice banalità, forse…

Quindi, se leggiamo il fuoco come simbolo, potremmo applicarlo a qualsiasi evento, andando oltre l’aspetto fisico, ma guardando al significato che questo fatto ci vuole comunicare.

notredame.parigi.fiamme.notte.con scie in cielo
Notre-Dame 15 aprile 2019. Qualcuno avrà notato anche quelle strane scie nel cielo parigino?
Chiesa di Saint-Sulpice 17 marzo
Chiesa di Saint-Sulpice 17 marzo 2019

Parigi, in questi ultimi mesi, subisce questo tipo di destino che lunedì ha avuto culmine nell’incendio in Notre Dame ma che il 17 marzo ha visto protagonista anche la chiesa di Saint Sulpice.

Questo è stato solo l’epilogo, sempre che esso sia tale, di un’altra scia di fuoco che ha preso vita in Italia, guarda caso nella terra santa della via Francigena, itinerario di pellegrinaggio verso Gerusalemme, simile essa con la linea di San Michele che lega l’Irlanda, di nuovo, a Gerusalemme.

L’anno scorso abbiamo visto il fuoco protagonista nell’incendio del tetto di una parte della Sacra di San Michele e, poco prima, abbiamo visto fiamme levarsi nei boschi circostanti la zona della Sacra, invadendo un’ampia zona al punto mettere a dura prova gli abitanti ed i soccorsi di protezione civile.

Ma, nello stesso periodo, siamo stati testimoni di un cielo infuocato che ha preso gran parte del nord Italia, mostrando un tramonto mai visto a memoria d’uomo che ha fatto parlare di sé per giorni e giorni scuotendo gli animi, meravigliando alcuni e inquietando altri. Pareva che il fuoco fosse nel cielo.

nubi-lenticolari-su-val-susa-2
Questo tramonto è stato visto in quasi tutto il Nord-Italia, meravigliando tutti coloro ancora in grado di farlo

Solita casualità? Tutto normale? Ora si sprecano le congetture e le ipotesi, ma la cosa che salta all’occhio è la facilità con la quale si viene presi in giro da questo poveri straccioni in giacca e cravatta bravi solo a produrre pentole; perché i coperchi, a loro, non riescono bene.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...