Uniti nel branco, ma psicologicamente divisi

Se ci si ritrova in luoghi affollati provate a fermarvi qualche minuto ad osservare silenziosamente, senza pregiudizio alcuno, l’incessante via vai delle persone e provate ad ascoltare cosa l’ambiente vi comunica. Riceviamo e pubblichiamo:

A cura di Gianluca.

Sappiamo che a livello universale tutto è unito. Tuttavia questo principio non è da confondere con l’attuale spinta che il sistema imprime verso il tecno-socialismo scientista di massa, ossia l’attuale disturbo mentale di alcuni potenti della Terra i quali, credendosi Dei, si arrogano il diritto di dar forma – in modo forzoso ed indotto – alle strutture sociali funzionali ai loro interessi di potere, profitto e controllo.

Essi ci dividono e ci isolano, psicologicamente, per alimentare il conflitto sul nostro piano e privarci così del nostro reale potere ; ma allo stesso tempo operano come si farebbe su un branco, inducendo questo senso di appartenenza, di condivisione, di predestinazione, di sottomissione.

Le società umane, lungo la storia sono sempre state condotte come un gregge, ossia inducendo il bisogno di essere branco, di far parte del branco. Ce lo comunicano anche in modo chiaro con definizioni come “immunità di gregge”, con cui formalizzano e normalizzano la gestione delle popolazioni come branco di esseri.

L’uomo si lascia incorporare facilmente in tale dimensione esistenziale, in grado se non altro di soddisfare gli impulsi istintuali – quelli cioè del regno animale.

Branco di lupi nella regione artica del Canada

Tuttavia, la specie umana non è semplicemente un branco di animali evoluti, capaci di pensare (anche una mucca o un pollo pensano, a loro modo) ma siamo Molto Altro, a dispetto delle bizzarre teorie darwiniane alla super quark: intrattenimento per le menti, da mantenere psicologicamente confinate ognuna nel proprio ruolo, nella propria storia personale, nella propria sfida col mondo.

Penso che comprendere cosa non siamo, e quindi cosa potremmo essere, sia un buon punto di partenza per uscire dalla dimensione del branco.

Fonti:

http://www.animali-della-savana.it/tour_in_tanzania/06_safari_lobo_serengeti_nord_orientale_foto_leoni_che_mangiano.htm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...