Torino, 23 marzo. Manifestazione sui vaccini

Presi dalla onda mediatica in auge da quasi due anni, gli irriducibili manifestanti, facenti parte dei vari comitati sparsi in tutta Italia, sono scesi in piazza sabato 23 marzo a Torino per alzare la voce sulla legge che disciplina la somministrazione di questi farmaci. Perché di farmaci si tratta.

Spiegano gli organizzatori di “Vaccini: il cavallo di Troia”: “È solo di alcuni giorni fa – infatti – la notizia della bozza del piano straordinario del Governo arrivato l’11 marzo in Commissione Vaccini, che propone di vietare concorsi pubblici, partecipazione all’Erasmus e iscrizione alle società sportive a chi non è vaccinato contro Morbillo, Parotite e Rosolia”. Tante e correlate tra di esse le tematiche che saranno toccate durante il corteo: “L’inviolabilità del corpo è un diritto inalienabile – continuano gli organizzatori – nessun individuo può subire un trattamento sanitario che non comprende o non condivide. Crolla così il principio per cui il paziente acquisisce consapevolezza della propria condizione e partecipa alla cura che gli viene proposta, non imposta: condizione fondamentale per la buona riuscita della terapia che, con l’obbligo vaccinale, decade”.

Fonte: https://ilcanavese.it/attualita/manifestazione-vaccini-il-cavallo-di-troia/

Ero presente alla manifestazione e la personale percezione è stata quella di un odio silente, mascherato da indignazione. Ma è solo una percezione… Va da sé che, se il vero movente è quello, allora tanto costruttivo non può essere. “Chi semina vento raccoglie tempesta” si dice.

Un’altra cosa che ho notato uscire dalle voci del palco è stata l’affermazione che mi ha lasciato perplesso e che suonava pressappoco così: “Se continuate in questo modo, cari politici, sappiate che alle prossime elezioni avrete due milioni di voti in meno…”

E mi chiedo: ma a loro cosa importa? La vittoria in politica si ottiene con le percentuali non con masse di votanti. Sempre che a votare serva qualcosa… A questo riguardo voglio porre l’attenzione sulla scritta di questo striscione.

manifestazione-vaccini-torino.jpg

Anche la Lorenzin se né andata e chi è arrivata al suo posto? Lo stesso burattino… Quello che accomuna questi portavoce è che riescono a mentire a se stessi in modo così palese, a recitare una parte così forzata che ha del paradossale.

Cari ragazzi non fatevi prendere gioco dal Sistema, cercate di non identificarvi altrimenti rimarrete racchiusi nella nicchia che voi stessi avete creato e che il Sistema caldeggia perché così vi tiene più sotto controllo e manipolati con più facilità.

manifestazione-vaccini-torino-2-1.jpg

Le multinazionali non sono solo quelle farmacologiche, quelle sono solo una piccola parte. Il potere per togliere di mezzo il loro dispotismo lo abbiamo, ma Loro ce lo tengono nascosto, almeno parzialmente. È quello economico. I debiti sono quelli che tengono per le redini le popolazioni e le rende inamovibili con la Paura.

Fino a quando non si comprenderà che solo agendo su questa leva sarà possibile un cambiamento a 360°, saremo sempre divisi e le nostre energie, sparse su più fronti, saranno molto meno efficaci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...