Volo Ethiopian; la caduta di un aereo e le ipotesi sul perchè

Domenica 10 marzo 2019 – Precipitato un aereo della Ethiopian Airlines. Morti tutti i passeggeri e l’equipaggio, nessun superstite.

Una considerazione iniziale: voglio innanzitutto portare all’attenzione il fatto che di questo aereo si sono trovati i pezzi sparpagliati ma ancora perfettamente riconoscibili.

Nella tragedia dell’11 settembre 2001 ci hanno invece detto che uno degli aerei precipitati si era addirittura disintegrato al punto da non trovare più pezzi integri. Così pure per il velivolo schiantato sul Pentagono. Ma, per carità, lasciamo perdere qualsiasi congettura fantasiosa. Diciamo che quasi vent’anni fa gli aerei erano così antiquati da essere fatti di plastica o cartone…

Poi invito a considerare il fatto che, se cade un aereo, magari potrebbe anche essere un caso non fortuito, come successe nell’aprile 2010 al volo che, con la sua caduta, uccise tutta la formazione del governo polacco.

MOSCA – L’aereo con a bordo il presidente polacco Lech Kaczynski, è precipitato mentre era in fase di atterraggio all’aeroporto militare di Smolensk, nella Russia occidentale. Nessuna delle 96 persone a bordo è sopravvissuta allo schianto del Tupolev-Tu 154. Decapitata la leadership del paese: oltre a Kaczynsk e sua moglie Maria, sono morti diversi ministri, il governatore della banca centrale, il capo di stato maggiore dell’esercito. Sul volo viaggiavano 88 componenti di una delegazione che avrebbe dovuto partecipare a una commemorazione per le vittime dell’eccidio di Katyn (22 mila soldati polacchi uccisi durante la Seconda guerra mondiale) e otto membri dell’equipaggio. Tutti i corpi delle vittime sono stati ritrovati. I poteri sono stati assunti dal presidente Camera Bronislaw Komorowski, che entro due settimane convocherà le elezioni presidenziali.

Fonte: www.repubblica.it

E, anche qui, possiamo vedere l’aereo ancora riconoscibile… Ma passiamo oltre.

Succede ora che tutti questi velivoli della Boeing, 737 MAX, vengono incriminati e messi a terra per precauzione. Oltre alla tragedia c’è da considerare un collaterale: chissà cosa accadrà al titolo in borsa? Perché, se accadono eventi di questo tipo, e se, per caso fossero decisi a tavolino, vengono considerate tutte le opzioni e quindi il coinvolgimento di tutti gli attori, compagnie assicuratrici comprese.

Per continuare il discorso sotto un altro punto di vista riporto, a questo punto, la notizia ripresa da fonti spagnole, sull’aereo della Ethiopian precipitato ieri:

El vuelo se dirigía a Nairobi, donde como informaba La Tribuna de España hace 48 horas, va a celebrarse una trascendental Cumbre de la ONU, una reunión que ha sido prácticamente ocultada por la mayoría de medios oficialistas del mundo:: la Asamblea de las Naciones Unidas para el Medio Ambiente (UNEA) que se reuniría mañana en Nairobi, Kenia, del 11 al 15 de marzo de 2019.

Uno de los aspectos que se han intentado ocultar sobre esta cumbre es que va a hablarse de Geoingeniería.

El tema principal y más controvertido de esta “misteriosa” Cumbre de la ONU es la propuesta de Franz Perrez, jefe de la división de asuntos internacionales de la Oficina Federal para el Medio Ambiente de Suiza, que puntualizaba que “Existe el riesgo de que alguien sin control internacional pueda aplicar la geoingeniería”.

Evidentemente aquí ya no hablamos de ciencia ficción.

Tradotto:

Il volo era diretto a Nairobi, dove, come ha riferito La Tribuna de Spagna 48 ore prima, era organizzato un vertice delle Nazioni Unite epocale, un incontro che è stato praticamente nascosto dalla maggior parte dei media ufficiali del mondo : l’ Assemblea delle Nazioni Unite per l’Ambiente(UNEA) che si sarebbe tenuta domani a Nairobi, in Kenya dall’11 al 15 marzo, 2019.

Uno degli aspetti di questo vertice, che hanno cercato di nascondere, è che parlerà di Geoingegneria.

Sappiamo che la gestione della radiazione solare è già stata testata in diversi paesi e la ricerca scientifica in questo campo è molto più avanzata di quella che viene realmente riportata ai cittadini del mondo.
Domani la Svizzera presenterà una risoluzione all’Assemblea dell’ambiente delle Nazioni Unite, chiedendo una valutazione dei possibili metodi e quadri di governance per ciascuno degli aspetti della geoingegneria per regolare l’insieme delle tecnologie. La risoluzione è sostenuta da Burkina Faso, Micronesia, Georgia, Lichtenstein, Mali, Messico, Montenegro, Niger, Corea del Sud e Senegal.

Continua sul sito della fonte: latribunadeespana.com

 

2 pensieri riguardo “Volo Ethiopian; la caduta di un aereo e le ipotesi sul perchè

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...