Direttore di banca rinviato a giudizio per usura. Ma bravo…

Come già sa chi ci segue, la legge sull’usura bancaria, emanata ad aprile 1996 con il numero 108, afferma che:

Per la determinazione del tasso di interesse usurario si tiene conto delle commissioni, remunerazioni a qualsiasi titolo e delle spese, escluse quelle per imposte e tasse, collegate alla erogazione del credito. Le pene per i fatti di cui al primo e secondo comma sono aumentate da un terzo alla metà…

Chiaro che un direttore di banca conosce perfettamente la legge di cui sopra ma conosce anche i rischi ai quali va incontro nel caso di tasso usurario, ossia una pena dai 6 ai 9 anni di carcere, come qualsiasi criminale.

Ora, nonostante ciò, notizie di direttori di banca in carcere per ususra non se ne sono sentite… fino ad ora. Ma abbiamo invece l’onore di riportare questa bella notizia; se il signor Abete andasse in carcere, cosa che caldeggiamo ed auspichiamo, significa che si apre una breccia giuridica attraverso la quale altri funzionari di banca potranno essere condannati per il medesimo reato. Si riempirebbero le carceri.

A seguire l’esplicativo articolo. Buona lettura


Tratto da www.ilfattoquotidiano.it

Usura, il presidente di Bnl Luigi Abete rinviato a giudizio dal tribunale di Cagliari

Usura, il presidente di Bnl Luigi Abete rinviato a giudizio dal tribunale di Cagliari
Luigi Abete
Il giudice Giampaolo Casula ha deciso che il presidente della Bnl dovrà affrontare il processo, nonostante la pm Diana Lecca avesse chiesto il non luogo a procedere.  L’inchiesta era partita da una denuncia di un’azienda che si era vista applicare dei tassi ritenuti oltre i limiti di legge
21 Febbraio 2019
Luigi Abete è stato rinviato a giudizio dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Cagliari con l’accusa di usura. Il giudice Giampaolo Casula ha deciso che il presidente della Bnl dovrà affrontare il processo, nonostante la pm Diana Lecca avesse chiesto il non luogo a procedere.  L’inchiesta era partita da una denuncia di un’azienda che si era vista applicare dei tassi ritenuti oltre i limiti di legge.Ad Abete si contesta la mancata vigilanza dei rapporti tra banca e clienti. L’esposto è stato presentato da un’imprenditrice, l’ex assessore regionale al Turismo, Luisa Anna Depau. La vicenda riguarda un mutuo contratto dalla società di famiglia, titolare dell’hotel Setar che si affaccia sul Golfo degli Angeli, a Quartu Sant’Elena.

A luglio scorso, nel nord Sardegna, per il numero uno di Bnl, la procura di Tempio Pausania aveva invece stato chiesto il rinvio a giudizio per aver applicato tassi d’interesse fuori soglia. Gli sforamenti, secondo l’avvocato della donna che aveva denunciato l’istituto di credito, oscillavano “tra il 40 e il 60%”, su un conto corrente aperto in una filiale sarda tra il 2009 il 2012.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...