Abituiamoci a non avere più denaro, per il nostro bene

Criptovalute per abituarci a non usare più il contante. Ne sono nate a centinaia…

Così, fatto sparire, spariranno anche le possibilità di possederlo, a tutti gli effetti. Tutto il denaro sarà privatizzato e chiaramente prestato; diventerà prassi che il denaro non sia di nostra proprietà, una consuetudine dei tempi moderni, della globalizzazione, della protezione dai furti… insomma, qualcosa si inventeranno per giustificare tale misera fine del denaro contante e sonante.

Già adesso se chiedessi all’uomo della strada di chi è il denaro, non saprebbe rispondere, e probabilmente farfuglierà un “…bhe, è mio”. Povero illuso.

Se poi lo deposita in banca sul suo conto corrente si accorgerà che di suo c’è solo il conto corrente ma non il depositato:

Articolo 1834. Nei depositi di una somma di danaro presso una banca, questa ne acquista la proprietà ed obbligata a restituirla nella stessa specie monetaria (1272), alla scadenza del termine convenuto ovvero a richiesta del depositante, con l’osservanza del periodo di preavviso stabilito dalle parti o dagli usi (1782).

E piano, piano, arriveranno a farci credere che il denaro è meglio lo gestiscano loro, perché è più sicuro. Non avete visto cosa è successo? diranno dai loro monitor che chiamano TV. E faranno sì che un pretesto si materializzi con il fine di stimolare l’ignaro popolo sordo/cieco e spesso muto a richiedere la privatizzazione totale del denaro chiedendo la messa al bando della carta moneta.

Ma lo stillicidio che va a sciogliere le capacità razionali, deduttive e decisionali è iniziato da anni e porta il nome di “Crisi”. Questa è ciclica e non avviene per caso, per l’andamento dei mercati, come vogliono farci credere. Sono pianificate per ottenere l’accettazione di volontà superiori che tanto superiori non sono essendo legate agli inferi.

Un piccolo ripasso su quanto affermato, e da Loro stessi confermato attraverso un Loro emissario, non fa mai male…

 

Anche i robots fanno parte del progetto, non crediate. A noi fanno vedere sempre gli aspetti positivi e a volte anche alcuni negativi, così per metterci in bocca polemiche gestibili dal nostro ridotto campo di visibilità, ma dei quali hanno già le soluzioni proposte dai loro sempre fedeli portavoce.

Sostituire i lavori manuali con quelli robotizzati significa per Loro mettersi al riparo dall’eventuale boicottaggio derivato da una improvvisa ed ingestibile presa di coscienza collettiva. E questo soprattutto nelle industrie belliche dove, se un operaio comprendesse che produce armi per uccidere se stesso, smetterebbe all’istante e se ne andrebbe inorridito.

Se chi legge ha ancora l’anelito al riscatto, rimanga in ascolto. Una voce parlante alle Coscienze collettive si sta facendo strada nell’etere, ed attraversando tutti i filtri, raggiunge gli individui svegli, attenti e sempre all’erta. Attraverso intuizioni collettive sapremo cosa fare… Ci tocca raffinare gli extra sensi sopiti, ma ne vale la pena.

Annunci

Un pensiero riguardo “Abituiamoci a non avere più denaro, per il nostro bene

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...