Vaccini: Medio Evo sanitario

Dal sito del Dott. Montanari assurto, ahimè, agli onori della cronaca per il caso dei metalli pesanti trovati in tutti i vaccini, riporto quello che è successo a Bruxelles nella sede del Parlamento europeo. O, almeno, quello che avrebbe dovuto succedere…

Fonte: www.stefanomontanari.net

Signore e signori: il medioevo!

Non avevo nessuna voglia di ritornarci sopra, ma le mail che continuano ad arrivarmi mi costringono a una risposta comune, se non altro per non perdere tempo.

Sembra che parecchia gente sia curiosa di sapere che cosa è successo a Bruxelles a proposito dell’intervento che avrei dovuto fare al Parlamento Europeo e, allora, ecco qua, senza alcun commento, i fatti nudi e crudi. Poi, chi vorrà, si farà la propria opinione.

Mia moglie ed io veniamo invitati da Michèle Rivasi, deputata verde europea, a relazionare sulle nostre ricerche a proposito dei vaccini. Già lei mi aveva invitato al Parlamento Francese e io là avevo illustrato in breve i nostri risultati.

Noi avremmo dovuto parlare in una sala del Parlamento comunitario di Bruxelles insieme con Andrew Wakefield e Luc Montagnier, Premio Nobel per la Medicina, e, nell’ambito dell’evento, sarebbe stato proiettato Vaxxed, il film vietato al Parlamento italiano in cui s’illustra con tanto di testimoni l’imbroglio con cui il CDC americano ha nascosto i legami tra vaccini e autismo.

Alcuni giorni prima della data fissata un gruppo di persone senza volto diffonde la voce che l’evento è cancellato. Ripristinata la realtà dei fatti, visto che allora l’evento era confermato, lo stesso gruppo racconta che c’è pericolo di attentati. Ma la giornata resta confermata. Allora la nostra ministra della salute signora Lorenzin manda una lettera sotto forma di comunicato stampa al presidente del Parlamento Europeo Tajani per scongiurare il pericolo che la manifestazione abbia luogo (http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2017/02/07/vaccinifilm-vaxxed-a-parlamento-uelorenzin-scrive-a-tajani_f675a3c8-9f9f-4ebc-a138-80962bb4bd85.html). Tajani si affretta a togliere la disponibilità della sala.

Tutto il Parlamento plaude alla censura e i Verdi abbandonano Michèle Rivasi che resta sola. Sola ma non sconfitta perché la parlamentare affitta una sala cinematografica e il 9 febbraio, proiettato il film, Wakefield, Montagnier, arrivato appositamente dalla Corea la sera prima, ed io teniamo le nostre relazioni la mattina, mentre nel pomeriggio torno in scena io con mia moglie e altri relatori di varie nazionalità. Il tutto protetti da guardie armate.

Ma gli avvenimenti coinvolgono anche Parigi e Londra.

Michèle Rivasi è amica del sindaco del secondo arrondissement di Parigi e gli chiede il permesso di proiettare il film nel suo territorio. Permesso accordato. Ma il sindaco di tutta Parigi viene a sapere della cosa e vieta la proiezione.

A Londra viene affittata una sala e parecchie persone si iscrivono per vedere Vaxxed. Laggiù la censura non è ben vista e, dunque, le autorità non intervengono. Ma interviene un gruppo di persone che minacciano il proprietario della sala. Questo, per evitare guai, restituisce i soldi dell’affitto e cancella l’impegno. Allora si affitta un’altra sala ma non se ne rivela l’ubicazione né si dice quando il film sarà proiettato. Tutti gli iscritti vengono informati che quattro ore prima della proiezione verrà loro comunicato via e-mail luogo e tempo, in modo che si possano recare sul posto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...