Brrr… che freddo! È il riscaldamento globale

Eravamo dubbiosi se inserire questo articolo nella periodica sezione “Medicina per depressi ;^)” ma alla fine abbiamo ceduto. Ed eccoci qua a commentare quello che ci hanno sempre detto con ‘sto riscaldamento globale, foriero di allarmanti innalzamento dei mari con conseguente sommersione di terre e città. Ragazzi, ci sprofonda Venezia!

Qui da noi ci aveva avvertito l’esimio studioso e divulgatore, e anche metereologo, Luca Mercalli; aveva tenuto una conferenza da film dell’orrore modello Al Gore e quasi tutto il pubblico era uscito convinto che nei prossimi anni quei 40 centimetri di Mediterraneo in più non ce li potevamo evitare. Tutta colpa dell’innalzamento delle temperature del pianeta per le attività antropiche.

Ma qui abbiamo invece dichiarazioni opposte e palesemente controtendenza di un tale di nome John Coleman, che altri non è se non il fondatore di “The Weather Channel” il canale meteo più seguito degli Stati Uniti.

A ragione di ciò c’è da chiedersi cosa ci vengono a raccontare sul clima e soprattutto il perché di tante menzogne. Una ragione c’è ed è quella di ottenere tensione, paure, relative scelte tecnologiche dove la gente comune è sempre quella che viene economicamente sfruttata, colei che deve fare i sacrifici per installare pannelli fotovoltaici (tecnologia obsoleta, a bassa resa e vecchia di 100 anni) finanziandosi con un debito bancario, o comperare auto elettriche, costosissime per altro ma non tanto diverse, tecnologicamente parlando, da quelle che avevamo da bambini. Oppure acquistare autovetture più recenti, così emettono meno particolato dannoso, ma sono pur sempre alimentate da idrocarburi e sfruttano una tecnologia vecchia di almeno 160 anni (tecnologia Barsanti/Matteucci).

Ma qualcosa nel pianeta sta cambiando. E non proprio nel verso di un riscaldamento globale…



Fonte: 
www.meteo.it

Cile: Patagonia

In questi giorni un’intensa ondata di caldo sta interessando la Patagonia le Ande cilene, con temperature al di sopra della norma fin sopra i +37°C. Sono valori molto al di sopra delle medie stagionali dato che le coste cilene meridionali, adesso in Sud America è piena estate, godono di un clima fresco e umido, a causa dei venti dal Pacifico, sospinti dall’anticiclone sub-tropicale dell’oceano Pacifico meridionale.

 

Caldo anomalo in Patagonia, gelo artico in Russia e Gran Bretagna. Previsioni | METEO.IT

Russia: Urali

La Russia è invasa da gelide correnti provenienti direttamente dalla Calotta polare; le masse d’aria artica che stanno per scivolare fra la Siberia, l’area degli Urali e la Russia europea si uniranno con gli alti tassi di umidità e tutto ciò renderà il gelo ancora più insopportabile, soprattutto nelle campagne e nelle periferie delle grandi città. I nostri modelli fisico-matematici a scala mondiale indicano temperature intorno ai -25°C fra l’area di Mosca e gli Urali, mentre sulla Siberia occidentale si andrà vicino ai -40°C.

Caldo anomalo in Patagonia, gelo artico in Russia e Gran Bretagna. Previsioni | METEO.IT

Gelo in Gran Bretagna:

da domenica è attiva l’allerta arancione di livello 3 (nella scala di 4 livelli) emessa del Met Office in Inghilterra per persistenti condizioni di freddo intenso con rischio ghiaccio e forti nevicate. L’allerta continuerà fino a giovedì; sono previste temperature diurne che a fatica supereranno lo zero, con diffuse gelate notturne. Mercoledì e giovedì il tempo però sarà più stabile ed è prevista una pausa nelle precipitazioni.

 

Annunci

Un pensiero riguardo “Brrr… che freddo! È il riscaldamento globale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...