Cosa resta del covid: LA SCELTA

A cura di Giuliano

Segue da

Dopo aver ubbidito a ordini insensati come bravi soldatini di piombo; dopo aver odiato per sport il no-vax… cosa ci resta?

Cosa abbiamo imparato dal covid-19? Bé non vorrei essere nei panni di quei poveri disgraziati che stanno subendo, I N V I S I B I L I, i danni derivati dalla vaccinazione e né avere repressa dentro di me la frustrazione di chi ha sfoggiato scompostamente cotanta rabbiosa disumanità nei confronti di chi ha fatto una scelta sana e consapevole per sé stesso e la comunità.

Eh sì, il famoso bene collettivo, polverizzato dall’«efficacia negativa» della vaccinazione miracolosa contro un coronavirus.

I non vaccinati sono più sani [fonte: La Verità]

Ma naturalmente anche questa è una fake news perché la vera immunità la si raggiunge solo «dopo la somministrazione della dose booster» e i dati, come sempre, vanno “ben” interpretati, come le leggi.

Tuttavia in ogni caso un diritto U N I V E R S A L E resta, ed è quello della libertà di scelta. I governanti lo sanno bene, sanno bene che nell’Universo se c’è una cosa che non si può eliminare è il libero arbitrio.

Quindi l’unica cosa che possono fare e manipolarti, ricattarti financo a torturarti fino all’inverosimile (vedi il video del Ministro Brunetta e ascolta bene le sue parole e guarda la mimica) affinché tu compia una scelta.

Scegliere non è una cosa scontata.

Scegliere non è mai facile.

Scegliere vuol dire prendersi la RESPONSABILITA’ di V I V E R E.

Vuol dire evolversi. Ogni volta che facciamo e operiamo una scelta cambiamo l’Universo che ci circonda. Quando il piccoletto calvo con gli occhiali diceva:

“Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”

Intendeva proprio questo; scegli in modo tale che il mondo si plasmi secondo i tuoi desideri e lorsignori lo sanno bene.

Ma cosa fare Allora? Qualcuno ci da un suggerimento:

fonte: Playmastermovie.com

Lo so che molti di voi si diranno che sono belle parole, ma la realtà è un’altra cosa. Facile a dirsi, difficile a farsi.

Lasciate, allora, che vi segnali una citazione da un film:

Green Book 2018- Talento e coraggio

A buon intenditor poche parole…

5G banche bill gates burioni consapevolezza controllo sociale coronavirus coscienza costituzione italiana covid-19 diritti fondamentali diritto alla resistenza DNA fake news gender global warming green pass ISIS LGBT libertà libertà di scelta macron manipolazione mediatica mario draghi mario monti mascherina mascherine massimo mazzucco migranti nuovo ordine mondiale obbligo vaccini oms pandemia paura Putin referendum risveglio delle coscienze sara cunial scie chimiche scuola Siria Soros trump vaccini virus

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...