Dove comanda la Mafia globalista

“Dove comanda la Mafia, i posti nelle Istituzioni vengono tendenzialmente affidati a dei cretini”.

Giovanni Falcone

A cura di Giuliano

Pensando a questa considerazione di Giovanni Falcone, leggevo alcune notizie sull’uso del greenpass e sulla guerra in Ucraina.

Ciò che ormai mi è più chiaro che mai è che l’UE dispone, su indicazioni sovrannazionali, e poi lascia ai singoli governi nazionali la facoltà di decidere come eseguire le disposizioni.

E così fa il governo coi cittadini, specialmente gli ultimi due, tre? Conte, Conte bis.. Draghi uno – Italia zero. Stabiliscono le linee di condotta sotto forma di decreti e decretini, dpcm e DM, lasciando al popolo la “facoltà” di come adeguarsi e/o regolarsi. Il greenpass, come recita l’Art.9 comma 3 del Decreto Legge 22 aprile 2021,n.52 è rilasciato su richiesta e non dato a tutti i vaccinati in automatico.

E chi deve saperlo lo sa, come lo specifica anche l’Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri (OMCEO) https://www.omceo.me.it/news/green_pass.pdf .

L’aver semplicemente sottostimato (?) il valore delle parole “su richiesta dell’interessato” ha fatto sì che venisse rilasciato automaticamente a tutti i punturati e reso immediatamente disponibile tramite app (non so neanche come si chiama) direttamente sul telefono, pronto all’uso, attraverso un sistema informatico centralizzato gestito da una società privata, la SOGEI.

Siffatto sistema fornisce al Governo una potente piattaforma per il controllo ed il monitoraggio più capillare della popolazione attraverso la Certificazione verde COVID-19, alla quale si accede con il proprio SPID o la CIE.

Commissarrio straordinario per la gestione dell’emergenza covid-19, Ministero dell’Economia, Ministero della Salute e dell’Innovazione tecnologica.

Poi arriva la nefandezza dell’Art.3 del Decreto-Legge 21 settembre 2021, n. 127 a legiferare che la certificazione verde deve essere esibita, su richiesta, per accedere ai luoghi di lavoro trasformando de facto i Datori di lavoro (come già avvenuto per i dirigenti scolanti con la legge Lorenzin sulle vaccinazioni pediatriche obbligatorie) in controllori sancendo una spaccatura sociale, fatta di kapò e prigionieri, privati della libertà di scegliere di cosa fare del proprio corpo, attraverso un ricatto vaccinale dalla violenza inaudita che se non accettato ha negato a migliaia di famiglie di sopravvivere e messo nelle condizioni altre decine di migliaia di dare fondo a quei risparmi che tanto fanno gola ai bankster legalizzati.

Draghi in fondo aveva ragione, “non ti vaccini, muori” di fame però.

Certo obietterete che il greenpass lo si può ottenere anche con tampone negativo o se sei guarito. Certamente! Se tutto ciò viene espletato nel solco di leggi ratificate da un governo non eletto (e se continuiamo così non voteremo più, se mai fosse servito veramente a qualcosa, ma questa è un’altra storia) e attraverso il sistema di controllo di cui sopra.

Che male c’è!? Ti fai un tampone e finisce li! Non è proprio così. Ho provato a spiegarlo in centinaia di modi diversi ma certi interlocutori proprio non afferrano il concetto di base che c’è dietro a questo meccanismo infernale. Proprio non ci arrivano.

Sono 3 le opzioni per le quali viene rilasciato il lasciapassare verde. Una è la vaccinazione, le altre due sono:

  1. O sei guarito.
  2. O hai un tampone negativo.
25/9/2021 Brunetta e la “genialità” del green pass.
Meditate gente… meditate.

Ma pare che l’italiota medio non riesce proprio ad afferrare che rispettivamente ciò implica:

  1. O speri di ammalarti e guarire con paracetamolo e vigile attesa e se ti va male c’è C-PAP e terapia intensiva.
  2. O ti sottoponi “volontariamente” a un trattamento sanitario invasivo e fastidioso (vedi qui il video dell’attuale Ministro per la pubblica amministrazione per capire di cosa parlo) per dimostrare di essere SANI!!!

Un trattamento, quello dei tamponi covid, sulla cui affidabilità ci siamo già espressi più volte, ma chiaramente il tamponarsi serve al sistema per addomesticare le bestie.

Dunque se hai paura di morire ( e in questo TV e giornali hanno danno il meglio di sé affinché tu non te ne dimentichi) o diffidi e sai che il tamponi sono solo una grande resa per il Covid non ti resta che la vaccinazione, viatico per il passaporto vaccinale per la sicurezza del futuro dell’umanità.

I binari sono tracciati da lorsignori e da quelli non si scappa.

Vaccinazioni pre introduzione greenpass [Fonte: Il Corriere della Sera]

Non si scappa tanto che le numerosissime proteste, andate avanti per mesi senza alcuna eco mediatica se non per stigmatizzare e mistificare, sulle modalità di gestione palesemente e pesantemente discriminatorie per oltre un terzo della popolazione italiana (prima dell’introduzione del greenpass per lavorare coloro che non si erano ancora vaccinati erano oltre il 40% vedi foto a lato) non hanno sortito praticamente alcun effetto concreto sull’apparato politico.

La stessa Unione Europea ha promosso un sondaggio online aperto a tutti i cittadini europei affinché si esprimessero sulla proroga dell’utilizzo del greenpass.

Ebbene, hanno commentato oltre 380mila cittadini (credo sia stato il sondaggio online più votatao nella storia del sito web della commissione europea) e tra le decine decine di commenti che ho potuto leggere non ne ho letto uno, che fosse uno, che approvasse non solo la proroga ma anche l’utilizzo del greenpass.

Riporto a campione un commento di un cittadino tedesco Lothar Weibel del 09 Aprile 2022:

"La libertà di viaggio e di movimento per tutti non deve mai essere subordinata a uno stato di salute e non certo a un'iniezione sperimentale. Sarebbe pura coercizione, che prenderebbe in giro ogni dignità umana. Ciò che appare come 'scientifico' e 'premuroso' lo posso percepire solo come un percorso camuffato paternalistico per il controllo assoluto sulle persone.
Uno stato vive della fiducia che i suoi cittadini vogliono riporre in esso. Un regime, d'altra parte, vive con la loro sfiducia che devono mostrargli.
I meccanismi intellettuali di tale totalitarismo, che non si possono più definire insidiosi, furono ben spiegati da Hermann Lübbe 25 anni fa; l'articolo Rubicon, che tratta anche del 'certificato', porta l'aggiornamento.
(Hermann Lübbe, Totalitarianism. Political Morality as Anti-Religion, in: Forum for East European Ideas and Contemporary History, 17° anno, numero 1)

Ah! Questi saccenti novax, sono dappertutto! Comunque nonostante centinaia di migliaia di commenti vertessero sullo stesso tono del Sig. Weibel:

fonte: Fanpage.it

Quindi il Parlamento europeo ha votato e prorogato l’uso del greenpass fino al 2023. Certo lo so che si userà SOLO SE! ci fosse un altro stato d’emergenza, SOLO SE! il bbirus tornerà a sterminarci tutti. Certo, solo che Il Tempo riporta che la decisione è stata presa per:

“assicurare che i cittadini dell’Ue possano beneficiare del diritto alla libera circolazione indipendentemente dall’evoluzione della pandemia”.

Non so voi ma io leggo a chiare lettere che il lasciapassare nazisanitario (il certificato di Hermann Lübbe di cui sopra) servirà a poter “beneficiare” di un diritto.
Cosa dire oltre, chi ancora indugia su un ritorno alla “normalità” gli auguro di non svegliarsi mai perché da un sogno ovattato si ritroverebbe in un incubo.

Allora penso che tali modalità di agire sono caratteristiche peculiari dei despoti e della gente mafiosa nell’animo. Le organizzazioni criminali hanno obiettivi molto chiari e ben definiti e fra questi il controllo del territorio attraverso il reclutamento dei capi e dei loro collaboratori1, e manco a farlo apposta leggo che nel parlamento europeo si registrano anche fenomeni, per l’appunto, di “nostrana usanza”.

Ma non diamo retta a certe cose! Specie se riportate da giornalacci negazionisti, vero? E poi questa Donato, una che vuole farsi pubblicità e diventare sindaco di Palemmo. Ma sì, così ci disinteressiamo e ci autoassolviamo e possiamo dormire sonni più tranquilli.

Pensiamo che tutta questa storia si stia auto gonfiando da sola e che tutte queste seppur legittime “preoccupazioni” siano solo delle esagerazioni da complottisti, negazionisti fancazzisti figli dei fiori del 68′ che non credono nella scienza liturgicamente imposta nelle università italiane finanziate da biggefarma e quindi devo solo aver fiducia in Draghi, andrà tutto bene, non c’è correlazione, evviva la mascherina che salva la vita e Putin è un dittatore sanguinario che si è svegliato un mattino e ha deciso di far scoppiare un nuovo olocausto nucleare, i nazisti ucraini sono brava gente e hanno massacrato altri ucraini, gente inerme, donne incinte, bambini “solo” per difendere la loro patria e che gli americani e la NATO fanno la guerra per il bene dei popoli liberi e che quei dementi che parlano di gruppi elitari dediti al satanismo, alla pedofilia e altre cagate del genere sono solo dei pazzi strafatti di crack.

Poi ascolto l’ex magistrato Palermo, che per miracolo non sta facendo compagnia a Falcone e Borsellino, e ci regala un altro pezzo del puzzle riportandomi di nuovo alla realtà, che non è quella raccontata in TV.

NARRATIVE #24 “I burattinai secondo Carlo Palermo” L’ex magistrato, scampato all’attentato mafioso di Pizzolungo nel’83, ha continuato a indagare sui rapporti sovranazionali tra mafia, massoneria e governi. Secondo lui, oggi avvocato, tali macchinazioni ci hanno portato dritti alla guerra in Ucraina.

Sono di nuovo perplesso, deluso e insicuro su ciò che sarà. Cerco una risposta, un segno. Prendo un libro carino sulle meditazioni zen e apro una pagina a caso:

“Prendi consapevolezza che certe cose non saranno mai più come prima.

Accetta e vai avanti”

il tuo zen

Va bene, accetto ma non sto in silenzio.

5G banche bill gates burioni consapevolezza controllo sociale coronavirus coscienza costituzione italiana covid-19 diritti fondamentali diritto alla resistenza DNA fake news gender global warming green pass ISIS LGBT libertà libertà di scelta macron manipolazione mediatica mario draghi mario monti mascherina mascherine massimo mazzucco migranti nuovo ordine mondiale obbligo vaccini oms pandemia paura Putin referendum risveglio delle coscienze sara cunial scie chimiche scuola Siria Soros trump vaccini virus

immagine di copertina: https://osservatorioglobalizzazione.it/osservatorio/la-proiezione-mondiale-delle-organizzazioni-criminali-nellera-globale/
note:
1 Franco Angeli “Le organizzazioni criminali internazionali. Aspetti geostrategici ed economici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...