Grazie Solange!

A cura di Andrea Pilati

Ecco, volevo scrivere sulla scuola, un capitolo che andrebbe approfondito per scardinare i lucchetti di quelle coscienze che “dovrebbero” essere contenute nei corpi dei docenti, che di fatto in loro albergano, ma dormono il sonno della ragione e anche un po il loro. Volevo scrivere che la paura di oggi non è quella di un patogeno, quella di una malattia, nemmeno quella della morte in sé; ma quella di ciò che c’è dopo, il giudizio inappellabile della propria coscienza messa di fronte a se stessa, alle cose omesse che avrebbe potuto fare perché mezzi e condizioni c’erano, bastava avere coraggio e fede, bastava non farsi prendere da ciò che si vedeva con il limitato senso della vista ma guardare più in là con gli occhi dell’intuito, la voce del sentire che guida il fare, senza sapere perché, per scoprirlo poi. Lavora così l’Amore ma non ci crediamo, non ci fidiamo; abbiamo paura, insomma. E ne paghiamo le conseguenze. Ora, tutto ciò, guardandolo con gli occhi della scuola, lo sintetizza molto bene una preside in aspettativa, una donna coraggiosa che abbiamo avuto l’onore di conoscere. E allora facciamo parlare lei, che di scuola se ne intende.

Solange Hutter, ex preside del liceo Marini-Gioia di Amalfi

NOTA: un ringraziamento a PlayMasterMovie e ad Alessandro Amori, per l’impegno e le buone occasioni.

Video estrapolato dal sito https://playmastermovie.com/la-scuola-e-un-labirinto-di-mostri-solange-hutter-2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...