Medico di Torino smonta punto per punto le obiezioni al vaccino anti Covid-19. Perché non dargli ragione?

A cura della redazione

Riceviamo e riportiamo una lettera di un nostro lettore, rivolta alle esternazioni di un luminare, esperto in medicina, per quarant’anni sul campo. Come non dargli ragione, l’esperienza fa curriculum e fa tacere gli stolti.

Sempre che questa esperienza sia garantita, non solo dalle sue affermazioni, ma anche da documentazione verificabile.

Partiamo quindi dalla pubblicazione del medico, Dr. Ottavio Davini presente su un quotidiano online:

Voglio invece capire perché adesso c’è questa feroce e scomposta opposizione al vaccino.
Dato che continuiamo a ripeterci che, con chi è contrario ai vaccini, non bisogna essere aggressivi, ma che occorre essere pacati, argomentando serenamente e cercando di spiegare, mi sforzerò di essere educato, ma non sono certo di riuscire nell’intento.

Andiamo per punti.
1. Non si sa cosa c’è dentro.
Si sa benissimo (vedere sito AIFA), e certamente non ci sono 5g, feti morti, metalli pesanti e altre cagate del genere: in pratica ci sono particelle di grasso che includono l’mRNA (vedi dopo), colesterolo, sali, saccarosio e acqua. E basta.

LEGGI TUTTO…

Ottavio Davini, medico con 40 anni di esperienza

Qui di seguito invece la risposta del nostro lettore:

Complimenti! Con la sua lettera ha fugato tanti miei timori. Ha davvero un’ottima dialettica che s’addice ad un avvocato, specialmente, quando parla degli articoli della nostra Costituzione.

Meglio di James Bond, con un colpo di spugna ha disinnescato tutte le tesi dei cospirazionisti, dei negazionisti, dei complottisti, dei no vax e, chi ne ha più ne metta, in quindici salienti punti.

Nemmeno il buon Dio ha fatto tanto… è arrivato solo a dieci!

Come tutti, ricerco la Verità. La Verità oggettiva. Essa è un fatto. Poi, ognuno, la vive come vuole in base alle sue esperienze culturali e sociali, dandole nei ricordi delle sfumature personali. Tuttavia, la Verità è unica e non si può distorcere.

La dimenticanza della parte più importante dell’articolo della Costituzione mi dà da pensare: una svista? O è “tirar acqua al proprio mulino” o, meglio, per rafforzare le proprie tesi così abilmente dibattute?

E’ stato troppo bravo a scrivere questa lettera e, non penso, che sia così…

Un teste chiamato dal giudice al banco dei testimoni deve raccontare la verità, se omette qualcosa di importante per il caso in esame, può esser accusato di falsa testimonianza…

Credo nella sua buona fede, nella sua professionalità e nella sua reputazione, ma mi lascia perplesso la sua foto! Essa la ritrae come un uomo che avrà al massimo 55 anni, non credo sia stata ritoccata o che appartenga ad un altro dato che ci ha messo nome e cognome ed è autore di un paio di libri (questa sarebbe una falsità che inficerebbe tutto quello che ha “dimostrato”), di sicuro non ne ha 70, età dalla quale si desumerebbe la sua esperienza quarantennale nella medicina, dato che non può essersi laureato con 15 anni!

Per avvalorare le sue dotte ipotesi, sarebbe stato utile elencare il suo curriculum vitae di questi quarant’anni nella medicina!

Mi chiedo: E’ un medico generico? La sua specializzazione non è stata indicata… E’ un pediatra? E’ un ginecologo o è un virologo? Se è quest’ultimo, ha lavorato in Paesi dove esistono virus altamente mortali e quali sono state le sue esperienze sul campo?

Ma, non sembra che abbia studiato i virus – altrimenti l’avrebbe dichiarato -, tuttavia, ad ottobre 2019 ha pubblicato un libro su questo argomento, mi viene da pensare che la sua accorata lettera non sia che un’operazione di marketing per aumentarne le vendite?

Inoltre, sarebbe interessante conoscere la sua estrazione politica per capire da che pulpito arriva la predica, ben sapendo che la politica in questo dibattito di “emergenza sanitaria” poco dovrebbe centrare.

Comunque, vorrei mettere alla sua attenzione che quest’influenza Covid-19 non è l’Ebola! Non è la peste e nemmeno il vaiolo.

Onde evitare di tacere una parte della Verità con semplici congiunzioni avversative avrebbe dovuto aggiungere: “Questo è quello che penso, sebbene/ma/tuttavia centinaia di miei colleghi nel mondo hanno curato i loro pazienti con medicinali esistenti da anni ed economici e, pertanto, affermano che non c’è nessun bisogno di vaccinare nessuno!”

Purtroppo, questi medici, chissà perché, vengono snobbati, perseguiti con la minaccia di radiazione, calunniati e censurati, se non si attengono alla sua tesi alla quale si è dedicato con tanta passione.

Le ricordo che l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) cataloga un’epidemia come pandemia, quando il 12% della popolazione mondiale – attualmente, circa 1 miliardo di persone – ha contratto una malattia virale. Tuttavia, ad oggi, i contagiati sono circa l’0,02%! Anche ammettendo 80 milioni di morti, come i mass-media comunicano coi loro terribili bollettini giornalieri, la percentuale salirebbe all’1%… Percentuale ben lontana da proclamare l’emergenza della pandemia mondiale…

Inoltre, come mai decine di avvocati costituzionalisti, stanno combattendo affinché non si passi ad una vaccinazione forzosa della popolazione violando i nostri diritti civili ed umani (ottenuti con il versamento del sangue dei nostri avi durante le guerre e le rivoluzioni), ma li tutelano e vigilano affinché vengano onorati e rispettati?

Questi sono fatti, dottore!

Come mai non ne ha fatto menzione nella sua lunga filippica?

“A pensare male si commette peccato, ma spesso ci si azzecca”. Cit. Giulio Andreotti.

2 pensieri riguardo “Medico di Torino smonta punto per punto le obiezioni al vaccino anti Covid-19. Perché non dargli ragione?

  1. Ho letto tutte le 140 pagine del documento EMA per l’autorizzazione CONDIZIONATA del vaccino Pfizer e adesso replico al dottor Ottavio Davini punto per punto:
    Punto 1 – Si può dire che si sa quali siano gli ingredienti costitutivi, ma Pfizer deve ancora caratterizzare le specie di mRNA troncato nel prodotto finito e fornire ulteriori dati sulla sostanza attiva (vedi pagine 18 e 36 del documento EMA). Ha tempo fino a luglio 2021 per farlo. Fino a quella data si potrebbe quindi dire (seppure con un’interpretazione un po’ estrema) che non si sa esattamente cosa ci sia dentro.
    Punto 2 – La sperimentazione terminerà il 31 dicembre 2023 (pagina 119); vero invece che sono state rispettate le varie fasi. Se con una laurea in medicina e 40 anni di esperienza riesce a interpretare i dati solo a grandi linee, forse dovrebbe incominciare a farsi qualche domanda… Vero è inoltre che è stata riscontrata un’enorme differenza nella quantità di positivi tra i vaccinati e i “placebati” in 2 mesi (8 vs 162), ma non dimentichiamoci che era possibile testarsi con “l’auto-tampone” (pagina 71). Io non sarei in grado di farmi da solo il tampone naso faringeo, forse un medico sarebbe in grado di farselo, ma i volontari non erano tutti medici.
    Punto 3 – Niente da obiettare
    Punto 4 – In linea di massima discorso sensato, ma lo studio sul beneficio è in parte inficiato da metodiche discutibili come ho discusso al punto 2; riguardo agli studi sui rischi, dovrebbe dare un’occhiata a quello che scrivono altri esperti, oltre che pagina 55 del documento EMA.
    In ogni caso per un vaccino anti-Covid il rapporto tra il beneficio e il rischio varia da persona a persona a seconda di vari fattori.
    Punto 5 – Capisco bene perché possa essere ragionevole aver paura: in una dose di vaccino Comirnaty di Pfizer ci sono 30 microgrammi di mRNA e fino a 75 milligrammi di KCl (cloruro di potassio), il sale che viene somministrato ai condannati a morte per iniezione letale.
    Notiamo che il rapporto tra la massa di KCl e quella di mRNA può arrivare a 2500:1.Ora, il KCl avrà anche una sua funzione nel vaccino, e sarà anche tale quantità tollerabile, tuttavia ritengo che avere qualche dubbio sia lecito.
    Punto 6 – Assolutamente d’accordo sulla prima parte, non sulla seconda (me ne intendo più di fisica che non di immunologia), però quest’ultima varia da persona a persona.
    Punto 7 – Temo ci sia stata una leggera incomprensione: lei parla degli effetti desiderati (e riscontrati nelle passate campagne di vaccinazione), l’obiezione riguardava gli effetti a lungo termine INdesiderati.
    Punto 8 – Discorso ineccepibile. Eppure ho l’impressione che negli altri punti di affermazioni categoriche lei ne faccia.
    Punto 9 – Non c’è mai stata alcuna correlazione tra autismo e vaccinazioni. Riguardo al fatto che correlazione non significa causalità, lo so benissimo, ma devo far notare che non vi fate tutti questi scrupoli quando si tratta di attribuire una morte per Covid, oppure di stabilire se le “misure di contenimento” funzionino o no. Nooooo, sono un “negazionista”!
    Punto 10 – Niente da obiettare.
    Punto 11 – Niente da obiettare. La vicenda di Tiffany Dover è più una montatura mediatica che altro.
    Punto 12 – Faccio notare che anche Pfizer non ha ancora completato la fase 3, la quale si estenderà almeno fino al 2022 (vedi pagina 60).
    Punto 13 – Più che del curriculum di Pfizer, io mi preoccuperei delle pressioni politiche che ha subito l’EMA.
    Punto 14 – Capisco…
    Punto 15 – Spiacente di deluderla, ma noto che nemmeno una laurea in medicina e 40 anni di esperienza in campo medico sono sufficienti per diventare costituzionalisti.
    Infatti questo famoso articolo 32 della Costituzione Italiana si conclude con “La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana”, che guarda caso l’articolo non riporta, in quanto frase ritenuta scomoda.
    Faccio dunque presente che la citata sentenza 307/1990 della Corte Costituzionale, subito dopo la frase citata nell’articolo, recita “Ma si desume soprattutto che un trattamento sanitario può essere imposto solo nella previsione che esso non incida negativamente sullo stato di salute di colui che vi è assoggettato, salvo che per quelle sole conseguenze, che, per la loro temporaneità e scarsa entità, appaiano normali di ogni intervento sanitario, e pertanto tollerabili.” La invito quindi a rileggere ciò che ha scritto al punto 4 e a farsi qualche domanda…
    Da questo segue che “l’interesse della collettività” è condizione necessaria, ma certamente non è condizione sufficiente, per rendere una vaccinazione obbligatoria.
    E per concludere, dato che al momento non si sa se un vaccinato sia in grado di contagiare (qualora dovesse venire a contatto con il virus) proprio come un non vaccinato, le devo far notare che le sue affermazioni sulla coscienza e i doveri morali sono fondate (al momento in cui è stato scritto l’articolo) su 0 studi scientifici. Quindi prima di accusare chi sceglie di non vaccinarsi di uccidere gli altri (come scrive espressamente) suggerirei di riflettere di più e di aggiornarsi.
    Benvenuto anche lei nel mondo della scienza.

    Cordialmente
    Marco Salvagnini

    Piace a 1 persona

    1. Grazie Marco per la sua attenta disamina dei punti che avrebbero demolito gli antivaccinisti.
      Sarebbe molto utile, a beneficio dei lettori, poter linkare anche la fonte al documento EMA cui si è riferito.

      Al suo punto 8 aggiungere anche che:

      “L’incidenza e la prevalenza della diagnosi di autismo o dello spettro autistico aumentano in tutto il mondo, Italia compresa: l’aumento dovuto alla maggiore attenzione al fenomeno e al miglioramento nella capacità di diagnosticare precocemente la sindrome può spiegare soltanto una parte del fenomeno, mentre il resto è dovuto a un aumento reale.“
      fonte
      2 APRILE 2019, Camera Deputati
      Integrazione tra sanità, scuola, sociale e famiglia.
      Carlo Hanau
      L’aumento delle persone con autismo

      "Mi piace"

Rispondi a Giuliano Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...