Nonno Nanni e il destino degli anziani

A cura di Giuliano C.,

Si preannuncia un autunno per certi aspetti anche più caldo dell’estate che ormai è agli sgoccioli. Questo perché i frutti dei semi piantati nei mesi appena trascorsi cominceranno a germogliare sia nel bene che nel male.
Oramai non c’è più molto su cui argomentare per cercare di ampliare la visione d’insieme di un qualunque interlocutore che non abbia né la voglia né la curiosità di ascoltare una storia diversa da quella che gli viene raccontata quotidianamente in TV o sui giornali come La Repubblica (di cui ero un’assiduo lettore una volta, nda).

Spero vi sarete accorti che mai come in quest’ultimo periodo si sta spingendo più che mai sulla vaccinazione antinfluenzale, con acquisiti preventivi per milioni di euro. Leggevo infatti sul Giornale di Brescia l’annuncio di Gallera sull’acquistato di 2,4 milioni di vaccini, l’80% in più dello scorso anno e che, manco per ripeterlo, dichiara:

«daremo la precedenza ai soggetti più fragili, agli over 65, alle categorie più a rischio, ai medici, infermieri, operatori sanitari e socio sanitari, e ai bambini fino ai 6 anni offrendo loro gratuitamente i migliori prodotti acquisiti sul mercato mondiale e disponibili per l’avvio della campagna.»

fonte

Quindi, tralasciando la gratuità dei migliori prodotti, si offriranno (a meno ché non ci siano obblighi come nel Lazio di Zingaretti, nda) vaccinazioni a soggetti già di per sé fragili a cui si darà un farmaco con l’intenzione di preservarli, immagino, da fragilità maggiori. Questa pratica viene perseguita, secondo la narrazione comune, affinché diminuisca il carico delle prestazioni sanitarie sulle ASL con un conseguente risparmio per le casse delle amministrazioni locali o almeno questa sarebbe l’intenzione degli amministratori oltre ad un disinteressato amore verso la salute della collettività.

«La vaccinazione infatti evita la sovrapposizione dei sintomi, e quindi riduce i tempi di diagnosi, oltre a ridurre le complicanze da influenza nei soggetti a rischio e gli accessi al pronto soccorso.»

fonte

Il discorso fila tutto e tanto di cappello a coloro che nella gestione della cosa pubblica si sono assunti una responsabilità dalla quale molti di noi, vuoi per convinzione, per indole o per scelta ne sono rifuggiti anche dalla sola presa in considerazione.

La crociata di Parenzo per il vaccino antinfluenzale obbligatorio non ha alcuna base scientifica

Tuttavia restano più che leciti i dubbi sul fatto che tali amministratori non sembrano essere minimamente a conoscenza di fatti ormai assodati per noi altri che veniamo definiti complottisti-negazionisti anche solo per il semplice fatto di essere a conoscenza di tali informazioni che sono sinteticamente illustrate nel video di Mazzucco (interferenza virale, studio CDC americano, etc…)
Come è possibile dunque che si somministri un farmaco che si sa per certo e dalle fonti ufficiali più accreditate che aumentano le possibilità di contrarre infezioni respiratorie e sars-cov-2 in particolare? Mi sembra appunto di sentire Nonno Nanni “Ah i farmaci! ti guariscono una cosa e ti fanno ammalare per un’altra!”. Antica saggezza caro nonno che però assume oscure tonalità se si pensa anche alle dichiarazioni di certi personaggi come la Lagarde fatte in tempi non sospetti:

Quanti modi ci sono per smantellare il sistema previdenziale… come si fa a risolvere il “problema” delle pensioni?

SCARICA, STAMPA, LEGGI, SPOSA E FAI TUO L’APPELLO ALLA DIGNITÀ

Appello alla Dignità

Un pensiero riguardo “Nonno Nanni e il destino degli anziani

  1. Sulle dichiarazioni della Lagarde (lagarto in spagnolo significa “lucertola”, così, per dire…) consiglio https://traterraecielo.live/2020/02/27/il-progetto-degli-oscuri-sembra-non-possa-essere-realizzato/, una raccolta di dichiarazioni pubbliche che “sembrano” surreali. Inoltre, vista la menzione allo scrittore Andrea Degl’innocenti, consiglio la lettura del suo saggio “Islanda chiama Italia”. Ottima cronaca di una nazione che ha deciso di salvarsi dalla morsa del Sistema rifiutandosi di pagarlo.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...