Il progetto degli Oscuri sembra non possa essere realizzato

A cura di Andrea Pilati


Premessa e prologo

“Facciamo una prova per vedere a che punto di manipolazione siamo arrivati” disse uno di loro, forse il capo.

“Cosa hai in mente?” rispose il banchiere.

“Creare un movimento che raggruppi persone di una certa idea; se i calcoli sono esatti saranno tutti coloro polarizzati con la voglia di riscatto, di libertà, di sovranità nazionale. Gente informata ma solo parzialmente. Noi daremo loro le notizie e le informazioni che servono per il nostro obbiettivo”.

“Lo abbiamo già fatto e ha sempre funzionato. Il gregge va tenuto in recinto” affermò uno dei presenti.

“Dovremmo dar loro un leader…” incalzò il banchiere

“Esatto” fece quello a fianco del capo

“Avete già pensato al nome del leader del gruppo come chiamarlo?” domandò un altro banchiere

“Certo, è già stato tutto pianificato. Il gruppo sarà politico e non sarà un partito ma un movimento. Sarà guidato da una persona con il cognome di animale” rispose il capo; che terminò: “E poi, finito quello, ne creeremo un altro, con un nome strampalato, un nome di un pesce per dir loro come li vediamo. Tanto non se ne accorgeranno nemmeno…”

“E poi? A cosa vuoi arrivare?” chiese incuriosito un altro di quelli in giacca e cravatta.

“A esaltare in loro la speranza di un cambiamento a loro vantaggio; per poi demolirla…. Logorio psicologico, e noi, del loro sconforto ci nutriremo…”

“Ne berremo a piene mani da quel calice!” fece un altro ancora, ebbro di sadica gioia, pregustando la succulenta bevanda.

“SIII…” fu l’urlo in aria levato di tutti i presenti, occhi spalancati quasi due fauci in attesa di vittime.

Epilogo

…Poi la storia continuò, e qualcuno pensò che troppa gente era troppa.

“Meglio un taglio drastico alle colture. Si stanno riproducendo a vista d’occhio e chi li gestisce più?” affermò, sicuro, quello che pareva il capo.

“Una riduzione dell’ottanta per cento…” si fece avanti uno di loro.

“No, calcoli alla mano almeno il novanta, novantacinque per cento…”  disse il loro analista. E, colui che pareva il capo, annuì senza parlare…


Se quelle precedenti sono frutto di fantasia, queste che seguono sono invece le reali dichiarazioni delle relative persone scritte in grassetto:

Jacques Cousteau, (ambasciatore UNESCO 1991): “Per salvare il Pianeta sarebbe necessario uccidere 350.000 persone al giorno”

Ted Turner (fondatore della CNN): “una popolazione totale di 250-300 milioni di persone, con un calo del 95% rispetto ai livelli attuali, sarebbe l’ideale.”

Principe Filippo, marito della Regina Elisabetta, Duca di Edimburgo, leader del WWF: “Se fossi reincarnato vorrei essere restituito sulla Terra come un virus killer per abbassare i livelli della popolazione mondiale”.

Jacques Attali padre fondatore dell’euro nel suo ultimo libro “L’avenir de la vie”:. “Quando si sorpassano i 60/65 anni l’uomo vive più a lungo di quanto non produca e costa caro alla società. L’eutanasia sarà uno degli strumenti essenziali delle nostre società future”. (Nota: su di lui invito a leggere questo interessante post: https://traterraecielo.live/2020/02/25/attali-o-attila/)

Christine Lagarde (ex FMI): Nessun investimento è sicuro. La longevità mette a rischio i bilanci degli Stati”.

Henry Kissinger, 1978 (Nobel per la pace nel 1973): La politica degli USA nei confronti del Terzo Mondo dovrebbe essere di spopolamento”.

Robert Mc Namara ex presidente della Banca Mondiale, ex segretario degli Stati Uniti e uno dei maggiori fautori del programma mondiale di vaccinazioni: Bisogna prendere misure drastiche di riduzione demografica contro la volontà delle popolazioni. Ridurre il tasso di natalità si è rivelato impossibile o insufficiente. Bisogna quindi aumentare il tasso di mortalità. Come? con mezzi naturali: la carestia, la malattia…”

Bill Gates a TED 2010 sulla incidenza della sovrappopolazione mondiale sulla CO2: “Il mondo ha oggi 6,8 miliardi di abitanti. Ci dirigiamo verso i 9 miliardi. Se facciamo un buon lavoro con i nuovi vaccini, la sanità, la salute riproduttiva, possiamo diminuirlo forse del 10, 15 %”.

Visto il prologo e le dichiarazioni sulla riduzione della popolazione mondiale, bisogna ammettere che siamo in mano a gente di cuore.

Premesso ciò sorge logica anche una contro domanda: ma se questi esseri, viventi qui da tempo immemore, hanno tutto il potenziale per fare di noi ciò che vogliono, perché non sono ancora riusciti a raggiungere il loro obbiettivo? Eppure i mezzi tecnologici li hanno, eccome. Sono in grado di ingegnerizzare un patogeno, calibrato per colpire solo un determinato ceppo di popolazione, sono in grado di colpire con armi non convenzionali interi Stati, sfruttando i terremoti e gli eventi atmosferici artificiali, hanno in mano le economie globali e possono annientare e mettere in ginocchio qualsiasi Paese. Lo stesso dicasi per i generi alimentari. Eppure siamo ancora tutti qui, zoppicanti, vacillanti, provati, ma ancora più o meno presenti.

Cosa aspettano a sferrare il loro colpo finale per ridurre il gran numero di persone presenti su questo pezzo di roccia, aria e acqua vagante nell’Universo?

Forse “qualcuno” glielo impedisce… Ed è già successo:

Non solo il Nero esiste, non solo il Male. Perché possa esistere, e possa essere descritto, deve esserci presente anche la sua controparte, Bianco e Bene: e noi in mezzo, a decidere dove stare, chi supportare. Fuori nulla esiste che non sia mosso da dentro noi. Fuori c’è solo lo schermo, sul quale viene proiettato ciò che fuoriesce da noi, dal nostro mondo dentro. Ma siccome siamo figli delle stelle (così è se ci polarizziamo al Bene) non possiamo non essere aiutati dai nostri fratelli maggiori, che ogni tanto si sono fatti vedere e, per alcuni, anche sentire.

Fantasie, ragazzi, solo fantasie, sia chiaro, eh… Ma se a qualcuno la cosa risuona in armonia allora andiamo avanti.

Non c’è dubbio che questo evento, nato in Cina ed esportato in tutto il mondo, abbia avuto principale riflesso qui da noi, gli untori d’Europa già dai tempi della rivolta contro le vaccinazioni obbligatorie penamortedamorbillo (neologismo voluto) di tre anni fa. Stranamente il governo aveva predisposto le misure per gestire un eventuale emergenza, decretando lo stato di allerta nazionale, molto tempo prima che questo divenisse realtà. Preveggenza? Abbiamo mago Otelma a Palazzo Chigi?

Stato di emergenza Italia Corona virus.png
Notare la data…

Perché il focus su di noi, recalcitranti indisciplinati geni ed inventori, ingestibili al punto che gli scappiamo sempre di mano, come sabbia tra le dita? Una ne inventano per soggiogarci, un’altra ne inventiamo noi per aggirarli. È la nostra natura, siamo fatti così. E questo, in un modo o nell’altro, ci salva e salverà. E intanto li fa irritare parecchio… e questa è cosa buona.

Questo virus ci porterà molte opportunità, ma la più importante è quella di aprire ancora di più gli occhi alla evidenza. Come non vedere l’esagerazione di provvedimenti protezionistici, focalizzati principalmente sulle tre regioni del Nord più produttive, Piemonte, Lombardia e Veneto? Come non notare l’imbroglio mediatico talmente goffo da diventare palese, come un elefante in un negozio di cristalleria?

E questo ha fatto smuovere coscienze, quelle che hanno voce in capitolo, che osano parlare e non possono non essere ascoltate. Al punto che lo stesso quotidiano Repubblica ha dedicato un articolo senza il solito sarcasmo e la solita ambiguità:

Laboratorio Sacchi - dott.ssa Gismondi.png

Effetti futuri prossimi del coronavirus

Il primo effetto, quello più evidente è quello economico che già si fa sentire (pensate all’indotto di un carnevale come quello di Venezia o di Ivrea) per non parlare delle ditte che hanno dovuto lasciare a casa gli operai. I costi che il governo locale dovrà affrontare saranno altissimi.

Mutua per coronavirus.png
Fonte: https://www.vanityfair.it/

L’esborso INPS porterà a richiedere ulteriori “sacrifici” agli abitanti dell’Italia, sacrifici giustificati, sia chiaro. Vuoi vedere che si alzerà il prezzo del carburante? O quello delle bollette? Da qualche parte i soldi dovranno essere tirati fuori. Magari qualche taglio qua e la, come il reddito di cittadinanza, per esempio. Ma io sono famoso per pensare male e di peccare continuamente per ciò.

Altro interessante argomento però è il vacillamento della fede nella stessa chiesa cattolica, che tanto sbandiera miracoli ed interventi divini di proprietà privata® fino a prova contraria e solo dove conviene.

Per il tanto temuto virus cinese invece…

Ma se la fede è salvifica, perché mai avere paura del virus dell’influenza? Perché mai non sono stati chiusi i luoghi di culto al tempo dell’aviaria, della suina, dell’ebola, del morbillo? “Misteri della fede” direbbe un prelato.

Fede che vacilla, cara chiesa cattolica, vacilla sempre più e questo episodio epidemico pandemico ti sta togliendo la maschera. Cari prelati vi mettete la mascherina perché avete paura, paura di morire? O lo fate per tutelare i fedeli? Oppure per attenervi alle disposizioni, “proposte” dal governo, che vieta il raggruppamento di persone anche nei luoghi di culto? Ma avete ancora così tante persone che presenziano alle messe? Ma dove sono i millantati miracoli della fede, quelli che proponete nei vari luoghi sacri come Fatima, Medjugorje, Pietrelcina? Dove sta il tanto osannato potere della preghiera? Serve solo a mondare lo spirito e non ha effetto sul corpo? Perché? Sono due entità disgiunte? Mi sa che un altro mattone delle vostre fondamenta se ne sia andato, forse uno dei più importanti. Auspico un crollo imminente.

Questo, a mio parere, è il più importante effetto che produrrà questo virus, un virus che intacca l’anima e mette alla prova lo spirito. Chi avrà coraggio si salverà… L’Universo seleziona solo esseri coraggiosi per un posto in Cielo. A noi il compito di dimostrarlo.

Con affetto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...