Mettiamoci d’accordo

A cura di Guliano C.,

I media di oggi davvero non saprei come altro definirli se non di regime, in quanto una volta si chiamavano reti nazionali, erano a servizio del popolo, facevano davvero un bel lavoro di educazione civica e tra quel modo di fare TV e il modo odierno esiste un abisso. Oggi, per chi non ancora non se n’è reso conto, cercano disperatamente, continuativamente ed ossessivamente di gestire la narrazione e pretendono si essere i narratori unici della storia, ovvero della verità che sappiamo essere scritta dai vincitori o dai dominatori, non per nulla si sente parlare di “narrazione dominante”.

Ma quando i media non possono più esimersi dall’invitare quel dottore piuttosto che quell’altro rischiano grosso e puntualmente, su questa che oramai, non ho timore ad affermare, è diventata la truffa del covid-19, raccolgono delle pesanti figuracce e i soloni a contratto si palesano in tutta la loro pochezza e malafede.

De Donno ha avuto l’ardire di curare e salvare le persone sconfessando di fatto l’inutilità di un vaccino la cui attesa messianica è stata ormai svilita tanto che le attenzioni adesso sono tutte puntate sull’ancora spendibile, non più per tanto ormai, vaccino antinfluenzale che con il covid-19 non ha nulla a che fare se non far aumentare del 36% le probabilità di ammalarsi di tutte quelle malattie che hanno a che fare coi coronavirus. Vediamo qui il suo intervento a Porta a Porta del 5 maggio 2020:

Il Dottor De Donno (Primario di Pneumologia Ospedale Carlo Poma di Mantova) durante il suo intervento evidenzia che «In reparto ci sto 18 ore al giorno […]. Stiamo attenti ai messaggi che diamo» riferendosi al docente univeristario Giuseppe Ippolito (direttore scientifico allo spallanzani di Roma).

Il Dottor Zangrillo, qualche giorno più tardi, mette elegantemente in fortissimo imbarazzo conduttore e solito ospite a Che Tempo Che Fa il 17 maggio 2020.

Il Dottor Zangrillo (San Raffaele di Milano qui il suo CV) a un certo punto dice «Credo che i virologi si debbano, prima di tutto, mettere d’accordo tra loro. Io li lascio nel loro ambito ma lasciate che vi descriva quello che capita in un ospedale di riferimento come il mio» riferendosi al “noto” docente universitario.

Se mai ci avete fatto caso la TV in questi casi diventa il nuovo colosseo dove gladiatori combattono per il pubblico godimento, la gente, non dissimile dai suoi avi romani, vuole il sangue, ama la rissa. Lo share aumenta quando accadono queste cose perché questo è ciò che vuole lo spettatore medio. Questo è ciò in cui hanno sempre creduto e fatto crederci i magnati della TV negli ultimi 35 anni almeno, in un crescendo di programmi spazzatura che sempre più hanno invaso le nostre case riscuotendo un certo successo tra lo spettatore medio. Ma la storia sta cambiando perché non è più narrata dal megafono unico.

Vorrei far notare che questo appiattimento delle coscienze serve solo a chi auspica che le masse non ragionino col proprio cervello e anzi seguano pedissequamente le regole che vengono loro imposte a prescindere che queste siano giuste o sbagliate. Infatti, sempre se avete ascoltato bene, non avrete potuto fare a meno di senire De Donno proferire codeste parole «Abbiamo utilizzato TUTTO fuori protocollo senza alcuna autorizzazione» e se non avesse agito così, fuori dagli schemi e andando contro ciò che lo stesso governaccio nella forma del Ministero della Salute ordinava, oggi piangeremmo molti ma molto più morti.

Sono gli eretici in generale e in questo caso medici, che hanno cambiato il mondo della medicina, da Ippocatre a Di Bella, facendo fare passi in avanti all’evoluzione umana non certo i prezzolati e gli interessati. Perché i primi non hanno catene i secondi invece si.

fonti:

https://www.affaritaliani.it/blog/cose-nostre/covid-19-le-autopsie-non-vanno-fatte-ordine-del-ministero-della-salute-671347.html?refresh_ce

Accetti ogni dettame…
senza verificare…
ti credi perspicace…
ma sei soltanto un altro dei babbei
e ti bei…

Caparezza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...