L’ignoranza può causare effetti collaterali, anche gravi ovvero il pessimo gusto di seminare confusione tra i cercatori di Verità

A cura di Andrea Pilati

È spiacevole quando fai una ricerca su internet e ti imbatti in siti di giornalisti e blogger che postano articoli relativi ad altri ricercatori, denigrandoli.

È il caso di Gianni Lannes che cura il sito “Su la testa” il quale ha pubblicato un articolo su Stefano Montanari e la moglie Antonietta Gatti, redigendolo come una velata accusa di collusioni con il Sistema. Articolo dal titolo Vaccini/Soldini: Gatti&Montanaristefano-montanari-sipario-vaccini-addio-5.png

Oggi invece un altro articolo, sempre a firma di Lannes, dove il giornalista si scaglia contro l’avvocato Marcello Stanca, colui che segue il movimento di libera scelta vaccinale da quando è nato, in forma gratuita e con continuo supporto a favore di tutti i genitori che cercano una via d’uscita legale da quella legge che è diventata il loro inferno. La menzione “Addirittura, l’avvocato Marcello Stanca si è rifiutato di inviarmi adducendo scuse “fantasiose”,  il suo ricorso, mentre tutti gli altri erano di dominio pubblico…” si trova QUI.

Personalmente ritengo che sia più intelligente l’atteggiamento di vedere sempre il bene nonostante  il male, evitando critiche sterili ed inconcludenti che hanno però il subdolo risultato di mettere zizzania e inserire dei tarli nelle menti dei lettori, screditando così anche il lavoro di altri ricercatori che rischiano del loro, compromettendosi. Se fatto in buona fede è ignoranza, se in malafede è presunzione ed arroganza.

Gianni-Lannes.jpg
Il giornalista d’inchiesta Gianni Lannes

Lannes è diventato famoso per questo atteggiamento già due anni fa, quando un tal Giulio Bianchi in un intervento pubblicato sul sito Su la testa (ora rimosso) si è scagliato contro le ricerche di Rosario Marcianò che cura il sito Tankerenemy.com, specializzato sulla aviodispersione di nanoparticolato, meglio conosciuto come scie chimiche.

Questo il post di Giulio Bianchi presente solo sul sito di Marcianò che trovate in questo articolo:

MARCIANO’, MARCIASI’: MARCIACHI?

Attenzione agli esperti da cameretta. In Italia, a parte i negazionisti delle scie chimiche, c’è qualche mister “so tutto io”, che si arroga il diritto di monopolizzare l’argomento guerra ambientale. A parte il vittimismo conclamato ed esibito ad ogni giro di giostra, sul predetto argomento una premiata ditta le spara sempre più grosse. Questi novelli profeti da condominio sgomitano e sbraitano sempre più per un briciolo di notorietà. Recita l’adagio: “scherza con i fanti ma lascia stare i santi”. A buon intenditore poche parole”. E ora fuori dai piedi!”

Allora, dopo questa uscita ho contattato Lannes tramite mail ed ho ricevuto risposte illogiche e a mio parere arroganti, senza volontà di dialogo.

Riporto lo scambio epistolare con Gianni Lannes (o chi per lui), con Rosario Marcianò e la mia persona:

Invio a Marcianò

Il giorno 7 febbraio 2015 23:32, Andrea Pilati __ ha scritto:

Buonasera Sig. Marcianò

Da anni seguo il suo interessante sito e le ricerche da lei fatte; colgo l’occasione per complimentarmi per il suo impegno a riguardo di tutto ciò che è informazione corretta.

Mi preme però esternare un mio sentire; ho da poco scritto al sig. Lannes a riguardo dell’articolo che la vede, purtroppo, “protagonista” e devo dire che me ne dispiace. Perché? Perché chi, come me sta dall’altra parte del monitor, si aspetterebbe maggiore collaborazione tra divulgatori, liberi ricercatori, blogger, ecc. Quanta maggiore efficacia avrebbe l’unione di una forza così; ma, ahimè, il morbo del divide et impera è arrivato anche qui. Sorge nella mente una domanda: chi avrà ragione? Marcianò? Lannes?

Pensiero che più di tanto non mi tange devo dire, ma che sicuramente rode il cervello di altri che stanno cercando di seguire una bussola nel burrascoso mare della disinformazione pagata dalla elite.

Ora, per concludere, sarebbe bello agire come Gandhi insegna, con il dialogo. Naturalmente sempre che vi siano i presupposti e l’onestà, la voglia di chiarire per il bene comune. Questo è, a mio dire, il metro di misura della nostra intelligenza. il nemico lo si sconfigge con la ragione del cuore, non con la guerra.

Un sentito grazie per l’impegno ed un augurio che queste righe vengano lette in senso costruttivo per riuscire a risolvere le cose personali per il bene di tutti.

Con stima

P.s. Le Allego la nota scritta al Sig. Lannes, per conoscenza:

Buonasera Dott. Lannes

Seguo da tempo il suo blog che apprezzo per le notizie sopra le righe.

Ieri però mi sono imbattuto in una esternazione di un articolista a firma del Sig. Giulio Bianchi a titolo “Marcianò, Marciasì: Marciachì”.

La cosa mi provoca dispiacere nel leggere tale articolo che altro non fa che rendere ancora più dura la ricerca di informazione affidabile da parte di chi come me, ne fruisce (avrà ragione Lannes, avrà ragione Marcianò…?).

Ritengo che in questi tempi tali atteggiamenti siano forieri solo di confusione e sconcerto. Per tutti i miei “compagni di viaggio” che sono alla ricerca della comprensione della realtà sarebbe bello un’atteggiamento di collaborazione tra blogger, giornalisti d’inchiesta. ricercatori. Tutti uniti si potenziano le forze; tutti divisi, chiaramente, si dimezzano.

Per favore, invece che utilizzare questo approccio decisamente infantile e capriccioso, magari sentitevi tra di voi, cercando un dialogo. Le persone mature dimostrano così la loro intelligenza.

__________________________

Risposta Marcianò

carissimo Andrea non abbiamo perso. Abbiamo ancora i processi (noi ben 8 – Lannes 0) e, in ogni caso è meglio conoscere i propri nemici, piuttosto che pensare di essere circondati da amici che tali non sono. Lannes si è venduto, purtroppo.

Un abbraccio.

Rosario


Invio a Lannes

Data: 7-feb-2015 22.06

Ogg: Per Dott. Gianni Lannes

Buonasera Dott. Lannes

Seguo da tempo il suo blog che apprezzo per le notizie sopra le righe.

Ieri però mi sono imbattuto in una esternazione di un articolista a firma del Sig. Giulio Bianchi a titolo “Marcianò, Marciasì: Marciachì”.

La cosa mi provoca dispiacere nel leggere tale articolo che altro non fa che rendere ancora più dura la ricerca di informazione affidabile da parte di chi come me, ne fruisce (avrà ragione Lannes, avrà ragione Marcianò…?).

Ritengo che in questi tempi tali atteggiamenti siano forieri solo di confusione e sconcerto. Per tutti i miei “compagni di viaggio” che sono alla ricerca della comprensione della realtà sarebbe bello un’atteggiamento di collaborazione tra blogger, giornalisti d’inchiesta. ricercatori. Tutti uniti si potenziano le forze; tutti divisi, chiaramente, si dimezzano.

Per favore, invece che utilizzare questo approccio decisamente infantile e capriccioso, magari sentitevi tra di voi, cercando un dialogo. Le persone mature dimostrano così la loro intelligenza.

Con stima

_____________________

Risposta Lannes

Buongiorno! Le basta come spiegazione?

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2015/02/il-delirio-dei-marciano.html

Replica a Lannes

Scusi ma le ho posto le mie sensazioni e  mi sarei aspettato una risposta quantomeno esplicativa dell’atteggiamento di denigrazione verso quelli che dovrebbero essere collaboratori al fine di ottenere maggiore incisività e forza sugli argomenti in comune. Invece sento solo odio, fomentare litigi, creare divisioni… Tutto ciò, da questa parte del monitor, è alquanto squallido, immaturo e infantile.

Ma è solo una mia opinione, per quanto vale. Comprendo che questi tempi saranno di prova per coloro che vogliono mantenere la rotta nonostante si cerchi di fare impazzire le bussole. Chiunque essi siano questi “dirottatori” posso solo dire che non ce la farete.

Con stima


A dividere Cui prodest? 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...