Turchia, Grecia, Ungheria. Ecco cosa succede se non obbedisci al Governo Oscuro

“Dallo spazio riusciremo a controllare il clima sulla terra, a provocare alluvioni e carestie, a invertire la circolazione negli oceani e far crescere il livello dei mari, a cambiare la rotta della corrente del Golfo e rendere gelidi i climi temperati”

– 1958 – Lyndon Johnson, Presidente degli Stati Uniti

Questo preambolo, più volte ripetuto in altri articoli di questo blog, ci serve per comprendere le cronache dei successivi recenti avvenimenti.

Questo è quello che è successo a due Nazioni che hanno fatto azioni non gradite al Governo mondiale Oscuro:

Ungheria:

UN DISCORSO PER NOI
Abbiate la pazienza di leggere questo ultimo discorso del Premier ungherese  Viktor Orbán, tenuto come tradizione all’annuale Summer University di Bálványos.

OMAGGIO A TRUMP

Orbán ritiene l’elezione di Trump il sintomo  di un conflitto che può emergere nel mondo occidentale «tra l’élite transnazionale globale e leader nazionali patriottici».
«Nel 2009 Obama tenne il suo primo discorso internazionale in un’importante città chiamata Il Cairo. L’attuale presidente degli Stati Uniti ha tenuto il suo primo discorso internazionale in un’importante città chiamata Varsavia».

E per misurare l’importanza di questo cambiamento, Orbán cita un passaggio del discorso di Trump:
«La nostra lotta per l’Occidente non inizia sul campo di battaglia. Inizia nelle nostre menti, nelle nostre volontà e nelle nostre anime. […] La nostra libertà, la nostra civiltà e la nostra sopravvivenza dipendono da questi legami di storia, cultura e memoria».

Continua sul sito della fonte

E proprio l’Ungheria nemica di Soros riceve questo “regalino”:

L’onda lunga del maltempo di e’ propagata fino in Ungheria dove, secondo gli annali, si e’ verificata la più violenta tempesta della storia del paese. Vai alla pagina

Turchia:

La mappa qui sotto l’ha pubblicata l’agenzia turca di Stato Anadolu. Mostra 10 basi americane illegali in territorio della Siria; due sono piste aeroportuali, le altre vengono indicate come “avamposti”.

Per l’articolo esteso clicca QUI

La cosa non deve essere piaciuta a Washington per cui il 21 luglio… (dal sito di Repubblica.it)

Sisma di magnitudo 6,7 tra Grecia e Turchia. Due morti a Kos. A Bodrum ‘piccolo tsunami’

Sisma di magnitudo 6,7 tra Grecia e Turchia. Due morti a Kos. A Bodrum 'piccolo tsunami'

L’epicentro a 10 chilometri di profondità vicino costa turca di Marmaris. Uno svedese di 22 anni e un turco di 39, trovati senza vita in strada, investiti dal muro di un bar crollato per la scossa. Gli avventori salvati dalla Guardia costiera e dai vigili del fuoco. Stylianides: “Ue pronta a offrire pieno sostegno”

Il territorio turco è normalmente sismico ma tale evento desta sospetto per il consueto ipocentro a 10 chilometri di profondità. Tipica firma di terremoto artificiale.

Ma dato che non bastava il terremoto, in data 28 luglio ecco arrivare un altro regalino climatico sul modello Ungherese:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...