Breve riassunto sui salvataggi delle banche dopo l’ultima trovata del duo Gentiloni/Padoan

27 GIUGNO 2012 (fonte: www.ilpost.it)

Lo Stato aiuta Mps con altri due miliardi (per un totale di 3,9 miliardi). Oggi il nuovo piano della banca.

Il nuovo sostegno pubblico a Banca Mps arriverà fino a 2 miliardi. Una cifra superiore alle attese, che sommata agli 1,9 miliardi dei Tremonti-bond ricevuti nel 2009, porta a 3,9 miliardi l’esposizione potenziale del gruppo senese nei confronti dello Stato

02 DICEMBRE 2015 (fonte: www.panorama.it)

Il sistema bancario non è il solo a pagare il conto salatissimo da 3,6 miliardi di euro per il salvataggio di Banca Marche, Etruria, CarichietiCariFerrara.

Ben 132.000 piccoli azionisti hanno visto i loro titoli trasformarsi in carta straccia: 60.000 sono di Banca Etruria, 44.000 di Banca Marche, 22.000 quelli di CariFerrara e 6.000 di CariChieti.

23 MARZO 2017

Le banche dell’eurozona hanno chiesto alla Banca centrale europea liquidità per 233,5 miliardi di euro, nella quarta e ultima operazione cosiddetta Tltro-2, che punta a incentivare le banche a impiegare i fondi nell’economia reale. Più di un quarto della liquidità assegnata è andata alle principali banche italiane, che hanno incamerato 62,8 miliardi.

26 GIUGNO 2017 (fonte: www.today.it)

Salvataggio delle banche venete: tutti i numeri dell’operazione
“Via libera del governo al salvataggio delle banche venete. Serviranno (per ora) 5,2 miliardi di soldi pubblici. Intesa Sanpaolo ha firmato il contratto per l’acquisto di Popolare Vicenza e Veneto Banca“

In sostanza fino ad oggi sono stati bruciati più di 31 miliardi di soldi spesi per evitare il collasso di un sistema bancario definito per anni «solido» nelle dichiarazioni ufficiali. Soldi delle banche sane e dei loro correntisti, soldi dei contribuenti e soldi dello Stato. (fonte: www.lastampa.it)

Ma ecco che Bankitalia “sta osservando con attenzione il comportamento di alcune banche nel ribaltare su correntisti e depositanti i costi delle crisi bancarie” come dichiara Repubblica.it.  Peccato che Banca d’Italia è l’insieme dei farabutti chiamati Istituti di credito, o meglio banche, che dal 1981 si sono appropriate della nostra sovranità monetaria facendoci pagare i soldi emessi a suon di interessi mai stampati. E questi, oltre a emettere denaro a costo “0”, prendono l’opportunità dei costi dei salvataggi per diluire le inesistenti perdite inserendo i costi sui conti correnti dei clienti.

Ed oggi, cosa tirerà fuori il Governo per intervenire a sostegno di questi Istituti di credito che elemosinano denari perché non sanno dove trovarli? Et, voilà!

Ora, consideriamo che lo Stato italiano dal 2012 ad oggi ha versato alcuni miliardi nel MES (Meccanismo Economico di Stabilità) e dovrà farlo fino a raggiungere la cifra di 125 miliardi totali; questo meccanismo serve per salvare uno Stato europeo in difficoltà. Ma allora perché è stato usato per salvare le banche spagnole?

Questi sono i prestiti erogati dal fondo ESM alle banche spagnole nel 2012/2013:

Invece il Governo italiano ha preferito percorrere la strada della tassazione a fronte del versamento dei miliardi per il salvataggio delle banche private. Dove credete che li prendano i soldi altrimenti? Ma era già tutto previsto; questi sono solo strumenti per l’analisti sociologica, per capire quanto pecore sono le persone. Ci stanno riuscendo? Dipende da noi.

Abbiamo tenuto conferenze e postato articoli a riguardo della creazione del denaro “dal nulla” a fronte di una richiesta di finanziamento, abbiamo invitato economisti del calibro di Antonino Galloni e Marco Saba, postato video su Youtube… non si può dire che non sono state proposte alternative.

Dopo queste considerazioni sarebbe bello che le nostre menti si accendessero ed un moto globale di indignazione muovesse le masse agli sportelli già domani mattina per prelevare TUTTO e  chiudere i conti. Quanto ancora dovremo subire per comprendere che anche qui ci stanno prendendo in giro, che stanno solo recitando una misera parte? Ancora a leggere i giornali?

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...