I racconti all’ora del thé; le novelle di Maura

A cura di Maura Giuffrida Mazza

Giorno d’autunno

Le rose nel mio giardino stanno scolorendo e quelle bianche hanno delle ramature rosse che mi fanno capire che il freddo inizia  a farsi sentire. Non è ancora un freddo pungente , ma è ben chiaro a tutti che l’estate ci ha definitivamente lasciati e il manto ghiacciato dell’inverno è alle porte. Ma intanto dalle finestre chiuse mi godo lo spettacolo dei caldi colori dell’autunno: sinfonia di rossi e gialli, con pennellate di bruno e verde cupo.

autunnoHo voglia di scoprire un altro bosco dove il castagno è assente, ma è sovrano il faggio, l’abete e il larice. L’autunno in questo bosco è meno colorato,ma più profumato di muschio, puntellato di funghi rossi , belli ma velenosi. L’atmosfera è carica di magia nel “bosco silenzioso” dove una nebbia sottile mi accompagna ogni passo su un tappeto soffice e senza rumore. Qua e là incontro rocce umide ricoperte sempre di muschio, ma improvvisamente ai miei occhi quelle rocce si rivelano come un piccolo villaggio di gnomi verdi. Il loro abbigliamento è totalmente verde ,ma il loro viso è roseo con pomelli alle guance di un bel rosso ciliegia. Le gnome portano al collo e in testa ghirlande di foglie colorate, mentre i loro maschi hanno le barbe bianche abbellite da piccoli fiocchi di muschio e licheni . così da sembrare uomini silvestri : in miniatura naturalmente! Tutt’intorno al villaggio ci sono i “funghi rossi” che sono usati per coprire le tavole imbandite all’aperto. Non ho bisogno di chiedere il permesso per entrare nella loro comunità. Mi accettano da subito perché sanno che sono amica di tutto il piccolo popolo e sono sempre ansiosa di conoscere i loro usi e costumi. Mi affascina la loro serenità ed allegria ed il loro rispetto per ogni forma vivente. Il Capo Villaggio mi invita a sedere accanto a loro e gustare le “bontà” che sono esposte sui tavoli. Mi accorgo di essere diventata piccola  e quindi senza difficoltà mi siedo su una seggiolina ricavata da una radice d’albero. Dopo le interminabili frasi di cortesia e ben venuto e i ringraziamenti alle cuochi, agli artisti presenti con le loro opere di ebanisteria, tessitura e tintura delle stoffe, ai calzolai autori di buffi calzari, ai candelari, ai profumieri, agli spezziali , ecc…ecc… È quasi il tramonto quando si inizia l’assaggio delle torte,marmellate, gelatine,confetture, mieli, caramelle  ecc…ecc…Ma dopo tanto gustare e ringraziare, mi sto chiedendo in onore di chi o che cosa è questa festa?

varie-eventi-310665-660x368Aspetto ancora sino a quando le tenebre avvolgono il villaggio e una lunga fila di bimbi
gnomi spuntano da un grosso fungo rosso  recando in mano microscopiche zucche intarsiate ed illuminate dall’interno. L’effetto scenografico è delizioso! I piccoli depongono sui tavoli le zucchette e poi intonano una nenia muovendosi in cerchio.  Con la coda dell’occhio mi accorgo che nel bosco brillano occhi attenti che un po’ alla volte si muovono alla volta del villaggio. Sono uccelli, volpi,ghiri, scoiattoli, topolini,tassi, caprioli che, saltellando e sfiorando la terra con le loro zampine, si raggruppano vicino ai bambini. Che tenerezza vedere sguardi e carezze e bacini scambiarsi tra gnomini ed animali ! Ma è questa la festa? Si è questa: i bambini hanno chiamato a raccolta gli animali del bosco per salutarli prima del ritiro invernale. Anche per loro ci sono ringraziamenti e ghiottonerie, ma soprattutto il villaggio ha per ognuno una copertina calda o una sciarpina per ripararli dai rigori del freddo. Mi accorgo che gli animali parlano la lingua degli gnomi che io capisco ed ascolto con il cuore. Intendo la felicità e l’amore che scaturisce dai loro discorsi e le raccomandazioni a sistemare bene le tane o i ripari tra gli alberi a non mostrasi agli uomini se non  si percepiscono vibrazioni positive dell’aura, a non lasciare le tane prima che la neve si sia sciolta e altre cosine del genere raccomandazione. Ultimi consigli  prima del grande sonno.

Ma non è ancora finita! Dalla grande casa comune ora esce una lunga fila di gnome che trasporta in alto sulle loro teste, un velo tessuto con rete di ragno ricamato con perle di brina e colorata con polvere di fata. E’ una tela magica che ogni autunno il piccolo popolo tesse e dona a Madre Terra affichè copra il suo corpo e le permetta così un caldo sonno con tutti i semi e le gemme che la vivificheranno in primavera. La processione silenziosa e composta arriva alla grande radura dei “Nidi sonanti” che improvvisamente si anima di battiti d’ali. Sono arrivati i grandi uccelli, signori dell’aria, che sollevano il velo con le loro forti zampe e volano maestosi per distendere su prati, boschi rocce e tane, la leggera e calda coperta dell’autunno.  Quando la missione degli uccelli sarà compiuta saluteremo l’arrivo dell’inverno: il Signore del gelo ma custode dei tesori di Madre Terra. Sono con il fiato sospeso per l’emozione. Vivo in un sogno, realtà sconosciuta al popolo degli umani. Vivo…!!!!  Si questa dimensione di “sogno” sento che è la realtà che gli umani negano per seguire quello che è veramente irreale. Forse la Creazione nella sua grande saggezza ,ha creato per l’uomo un mondo di violenza , squallore, inquinamento e buio dell’anima? E’ questa la sua Creazione ? Non credo… è solo l’incubo che l’uomo si è creato negando la semplicità, la dolcezza ,la purezza ,la bellezza che ci circonda e non vede perché ha chiuso  i suoi divini occhi. La vita è colma di innumerevoli realtà che aspettano di rivelarsi appena l’uomo avrà accettato la rivelazione che la vita è un sogno meraviglioso in ogni angolo :in terra e in cielo e quello che crede “la realtà” è solo un incubo dal quale fuggire risvegliandosi all’Amore. Arrivederci “gnomi verdi” torno nel mio mondo dove faticosamente voglio riportare il sogno creatore. Oltre il bosco silenzioso mi aspettano i miei cani per accompagnarmi a casa, ma… non abbaiano né latrano nel rivedermi; mi stanno chiedendo di raccontare loro la mia avventura e naturalmente parlano e capiscono la mia lingua perché parliamo entrambi la lingua dell’amore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...