Episodi oscuri per meritarci la Luce

New York 11 settembre 2001: attentato torri gemelle

Londra 7 luglio 2005: attentato nella metropolitana

Fukushima 11 marzo 2011: disastro ambientale per tsunami che ha danneggiato la centrale nucleare

Boston 15 aprile 2013: attentato alla maratona

Parigi 7 gennaio 2015: Attentato presso la sede di Charlie Hebdo

Parigi 13 novembre 2015: attentato presso il locale “Bataclan”

Fermo (Marche) 7 luglio 2016: nigeriano difende la compagna da insulti razzisti e viene picchiato a morte

Dallas 8 luglio 2016: cinque agenti di polizia sono stati uccisi e altri sette sono stati feriti insieme a due civili nel centro di Dallas, in Texas

Adria (Puglie) 13 luglio 2016: scontro fra due treni sullo stesso binario

Nizza 14 luglio 2016: attentatore si lancia sulla folla con un tir sulla promenade in riva al mare  e falcia più di 100 persone uccidendone 84

Ankara (Turchia) 15 luglio 2016: colpo di Stato, tra l’altro in odore di messinscena.

Perché questa escalation di violenza?

Il loro susseguirsi di date sempre più ravvicinate, morti più o meno veri, dolore, notizie ridondanti che ricordano momenti cupi e terrore.

Bombardamenti mediatici per fare strage di Coscienze; perché non importa a loro il numero di vittime fisiche. A loro importa il numero di schiavi e vittime psicologiche. Quelli no hanno bisogno di catene perché li tieni soggiogati con la paura!

Quale sarà la prossima mossa?

La guerra nucleare no, ma l’asso nella manica è la caduta delle banche, il collasso dell’impero finanziario.

Una cosa del genere genererebbe semplicemente panico, ottimo nutrimento per loro, tra l’altro.

La caduta della finanza però segnerebbe anche la perdita della loro ultima possibilità di guadagno energetico e di soggiogamento; peggio di una guerra nucleare.

Dopo una guerra puoi ricostruire ma senza soldi no (secondo la loro ottica naturalmente).

Alla luce dei fatti siamo paradossalmente in un bel periodo. Spiace per le vittime ma anche loro hanno scelto di essere lì in quel preciso momento.

Al destino non si sfugge; o collaboriamo con lui oppure, come un TIR, ci viene addosso.

Quindi cosa fare per evitare di essere coinvolti?

In questo periodo viene chiesto di fare una scelta: o si collabora con la Luce oppure si soccombe alle Tenebre. Il ravvicinarsi degli eventi indica che il Male sta tentando il tutto per tutto con tutte le energie per tenere le redini dalla sua parte e va riconosciuto a suo vantaggio l’atteggiamento determinato, il non risparmiare energie per perseguire lo scopo. Solo quando le Tenebre sono sul punto di collassare avvengono i fatti più eclatanti. L’avanzata della Luce va stoppata in ogni modo perché questo è il compito del morente Drago delle Tenebre e lui, nonostante tutto, ci insegna ancora che per meritarsi la vittoria occorre combattere senza tregua

Ma se il Male dà tutto per il suo scopo facciamo altrettanto noi per il Bene?

Tanto è evidente il Male (viziato di narcisismo e vanagloria) quanto più è presente il Bene, che invece opera con discrezione e ottiene risultati migliori. Il Male sta agendo così perché il Bene ha quasi preso il comando e sta vincendo a grandi passi.

Se non ci facciamo coinvolgere da questi eventi e reagiamo in forma uguale e contraria, allora staremo togliendo forze e potere a questi Governi Oscuri.

La reazione è fatta di sorrisi, vuoto mentale, compassione verso chi invece rimane coinvolto.

Diventeremo divini, meritevolmente divini, nel momento stesso in cui impareremo a non crederci arrivati ma in continuo movimento.

Diventeremo parte della Luce quando impareremo a non osservarla; solo allora essa emanerà da noi.

È un bel periodo, non c’è che dire, e non è sarcasmo.

 

Annunci

2 pensieri riguardo “Episodi oscuri per meritarci la Luce

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...