La nascita sotto un’altra Luce

thorwald-dethlefsen-auriniaThorwald Dethlefsen è stato studioso di psicologia; si è interessato inizialmente all’ipnoterapia, divenendo celebre per alcuni esperimenti di ipnosi regressiva, coni quali poteva aiutare i suoi pazienti ad emancipasi dai traumi pregressi, anche di vite passate, che si trascinavano nel momento presente.

A lui dedico questo articolo che ci propone il momento del parto sotto una visione decisamente fuori dagli schemi ma obiettivamente molto logica e naturale.

Riporto dal suo ultimo libro “L’esperienza della rinascita – guarire attraverso la reincarnazione”:

Per i genitori è importante sapere che il loro bambino possiede, fin dal concepimento, piena coscienza, percepisce tutte le impressioni e le elabora. La coscienza è già presente quando il corpo ancora praticamente non esiste. Al momento del concepimento avviene già un trauma se tra i genitori c’è disarmonia, per esempio se uno dei due partner è ubriaco o se la madre cerca di evitare il marito. Lo stesso avviene con i discorsi che si possono fare dopo il rapporto sessuale, se i partner esprimono la loro paura di aver concepito un bambino o desiderano un determinato sesso. A concepimento avvenuto , inizia la vita corporea del futuro bambino , che vive consapevolmente fin dal primo giorno quello che accade. Vive lo shock o la gioia della madre quando si accorge di essere incinta. Vive ogni atto sessuale dalla sua prospettiva . Molti problemi e avversioni sessuali hanno le loro origini qui.…

VEDI QUI

…c’è però la possibilità di iniziare già da ora l’educazione del bambino. L’educazione pre-nascita è nota da molto tempo , ma non si è mai potuta diffondere in maniera ampia. Durante la gravidanza è molto importante che la madre cominci a parlare con il suo bambino che dentro di lei è pienamente consapevole; in questo periodo ella dovrebbe occuparsi soltanto di cose gradevoli, sentire buona musica, leggere buoni libri., ecc. Dovrebbe tenersi lontana da ogni agitazione e fa ogni brutta impressione sensoriale.

VEDI QUI

…La nascita è i momento in cui di solito viene fatto sistematicamente tutto quello che di sbagliato si può fare. Cominciando con l’induzione artificiale del parto fina alla mancanza di coscienza della madre, il bambino vive uno shock dopo l’altro. Non c’è da stupirsi che strilli tanto. Interpretare questi strilli come segno di benessere è il colmo dell’ironia. Se un bambino viene al mondo nel modo giusto, non piange ma sorride. Dovrebbe essere obbligatorio che prima del parto tutte le future mamme vivessero consapevolmente la propria nascita, in modo da potersi mettere veramente dalla parte del nascituro. Per nove mesi il piccolo è stato portato a spasso dolcemente in una cavità scura. dal calore costante, ed ecco che improvvisamente un “meraviglioso” veleno penetra nel suo corpo attraverso il cordone ombelicale. La nascita può cominciare. Il piccolo si trova fuori dall’ambiente al quale è abituato, grosse mani sconosciute lo afferrano, gli danno sculacciate, il cordone ombelicale viene tagliato. C’è luce, fa freddo, e il bimbo adesso deve vivere solo, il tutto da un minuto all’altro…

Se tutti i bambini vengono al mondo in questo modo non ci si dovrebbe stupire di avere oggi tanti nevrotici. Si può raccogliere solo quello che si semina.

…Il dott. F. Léboyer di Parigi ha messo a punto un percorso di nascita in cui il bambino, appena nato viene subito collocato sulla pancia della mamma, e la mamma lo tocca subito con le mani. Mamma  e bambino restano restano legati tra loro dal cordone ombelicale; il padre è naturalmente presente. …il bambino si è limitato a cambiare la sua posizione, da dentro a fuori, nient’altro.

Dopo qualche tempo viene tagliato il cordone ombelicale; senza bisogno di pacche sul sedere, comincia a destarsi nel bambino il naturale ritmo del respiro.

…Il discorso della gravidanza è legato a quello dell’aborto. Il problema è molto semplice: se una madre abortisce la sua creatura al terzo mese, è come se uccidesse il suo bambino di cinque anni. Non c’è nessuna differenza tra un assassinio nel ventre materno e un assassinio fuori dal ventre materno. Non entro nel merito se l’aborto sia qualcosa di cattivo oppure no. Mi sembra importante soltanto ragionare in maniera più logica.

VEDI QUI

 

Annunci

Un pensiero riguardo “La nascita sotto un’altra Luce

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...