La medicina come rito esoterico collettivo.

A cura di Gilbert

Ricordiamo bene lo spaesamento durante il picco di epidemia e decessi a Bergamo; file di medici, di camion e di bare, le raccomandazioni dei TG e delle varie eminenze della scienza, il senso non così astratto di attacco da parte di una forza sovrumana era palpabile.
Il nemico invisibile” – “Siamo in guerra” – “I nostri eroi” . La conseguente reclusione, l’imposizione, il terrore seguivano un ordine preciso, l’“Ordo e Chaos” (tanto caro ai seguaci delle logge del giaguaro di “Fonziana” memoria, vedi foto) dal quale nascerà una società nuova, rigenerata, educata (come dice il Papa), ma soprattutto… decimata.
Ma com’è possibile? La medicina prescrive solo certi tipi di trattamenti e non altri, e lo fa con certezza dogmatica, quasi che avesse dimenticato di essere l’evoluzione tecnico-filosofica di quella stregoneria che tanto deplora.

I medici sono un’invenzione recente, prima questa funzione era data ai guaritori (che per la società moderna sono ciarlatani), interpreti e tramiti da e verso una dimensione olistica dell’esistenza, nella quale coabitano possessioni, energie, rimedi naturali e preghiera.

Che la preghiera sia utile alla guarigione è stato provato in vari esperimenti, la vita e la salute hanno collegamenti immateriali, sono sostenuti da energie interne ed esterne che, i primi medici conoscevano bene: “Cura il malato e curerai la sua malattia”, questo era il senso della medicina.
Il medico ora è un iniziato a stadi superiori della conoscenza meccanicista, custode dei più profondi segreti del nostro corpo, una specie di meccanico che sa come sostituire i pistoni e riparare i collegamenti elettrici, ma fatica (apparentemente) a concepire la persona come somma di energie fisiche ed eteriche.
Conosciamo bene chi ha imposto questa svolta materialista alla scienza medica, sono gli stessi che alimentano il proprio potere con apparati e riti esoterici e occulti; “loro” infatti sono molto religiosi, conoscono la dualità della gnosi seguono la sua morale arcontica che comprende la vittoria della ragione ma allo stesso tempo il collegamento con entità superiori attraverso le evocazioni, e i riti occultistici (eccola la dualità). Ma per noi non vale.

Se consideriamo altresì che costoro auspicano una drastica riduzione della popolazione attuale attraverso l’utilizzo di carestie, guerre e pandemie non si può certo escludere che (naturale o modificato) questo virus è stato proprio il pretesto per attuare l’agenda del grande Reset previsto e auspicato dalle élite.
Questi sacerdoti che fanno parte della comunità scientifica (non tutti per fortuna) sanno fare abilmente leva sulla paura della dissoluzione dopo la morte di una specie umana che ha perso qualunque forma di collegamento con la trascendenza che può essere, in nome di questo terrore, pilotato a piacimento.
Il diritto alla scelta della cura è stato sostanzialmente pilotato dalla disinformazione.
Qualunque medico abbia proposto dei trattamenti non legati al sistema è stato distrutto (vedere il Dott. Di Bella) al punto che, per vedersi riconoscere questo diritto occorre rivolgersi ad una magistratura troppo spesso sistemica e attendersi che il più delle volte questo diritto venga negato.
A volte però i miracoli accadono – Quando il diritto alla vita diventa una vittoria insperata – e si può gioire su una sentenza controcorrente che ha un valore molto forte in quanto afferma il diritto alla libertà di scelta sovvertendo l’attacco frontale alla liberta che’ si manifesta nel paradosso nel quale puoi scegliere come morire ma non scegliere la cura per vivere. Il principio è stato quantomeno intaccato.
Principio nel quale la scelta di morire può essere solo l’eutanasia, e può essere messa in atto solo a certe condizioni, tutte facenti parte del sistema che dirige verso la dissoluzione.

Ricapitolando: abbiamo visto una ritualità precisa che ha seguito proprio l’agenda di de-popolamento perseguita dalle élite della religione gnostica, piena zeppa di ritualità, occultismo ed esoterismo, dunque il collegamento viene spontaneo.

Probabilità che questa ipotesi sia vera?
Scarse forse.

Possibilità che questa ipotesi sia vera?
Fin troppe.

Fonti:
https://doncurzionitoglia.wordpress.com/2020/10/08/covid-19-spartiacque-per-nuova-concezione-del-mondo-don-nitoglia-e-dott-pichiecchio-26-9-2020/
https://www.maurizioblondet.it/il-covid-come-nuova-fede-e-fa-i-miracoli/
http://www.ucronia.it/memobox/media/telefilm/happydays.htm
https://www.marieclaire.com/it/lifestyle/coolmix/a19606954/a-milano-dentro-la-casa-della-loggia-massonica-intervista-alla-moglie-di-un-libero-muratore/
https://it.quora.com/Cosa-centra-la-massoneria-con-il-telefilm-Happy-Days
https://www.databaseitalia.it/il-rituale-occulto-del-corona/

Scarica, Stampa, Leggi, Sposa e fai tuo l’Appello Alla Dignità

Appello alla Dignità
blog

Un pensiero riguardo “La medicina come rito esoterico collettivo.

  1. Interessante dissertazione quella di coloro che propugnano il materialismo come unica scelta, papa compreso, soprattutto lui, direi, e nello stesso tempo adorano la parte spirituale nera che detta loro le regole per combattere la battaglia per il predominio e la predazione delle anime fornite di cuore; che a loro manca

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...