Scusate, questo lo devo riportare – l’unica malattia dove sono i medici a cercare i malati

A cura di Andrea Pilati

Ma sarebbe meglio avessi scritto “A cura di Maurizio Blondet”, il giornalista freelance invitato all’evento “Tra menzogna e verità”, che abbiamo organizzato e tenuto a Biella il 13 ottobre 2019, quando ancora il COVID era in incubazione, pronto a esplodere al primo urlo dei giornali, intasando le terapie intensive delle menti dei più fragili.


Fonte: https://www.maurizioblondet.it/il-covid-come-nuova-fede-e-fa-i-miracoli/

“COVID, L’unica malattia dove sono i medici a cercare i malati e non viceversa. Un miracolo inspiegabile”.

(dott. Sergio Resta oncologo):

“La gente ha bisogno di certezze e consolazione, qualcosa in cui credere.
Il Covid rappresenta la sua nuova fede, che unisce e affratella tutti i disperati e li rende uguali nella stessa sorte.

il coronavirus racchiude tutte le caratteristiche di un dio laico e terreno:

  • invisibile
  • ubiquo
  • equanime
  • infallibile
  • immanente
  • ineffabile
  • inspiegabile dalla scienza

Se avesse pure la trascendenza sarebbe una religione a tutti gli effetti, a cui non mancano di certo le pratiche liturgiche:
indossare le mascherine, lavarsi le mani ripetutamente, salutarsi con il gomito, mantenere le distanze.

E abbondano pure i racconti sulle origini misteriose, i miracoli e le gesta leggendarie: la discendenza dal pipistrello, i morti di Bergamo, la contagiosità con la sola imposizione delle mani.
E in una religione che si rispetti non possono mancare neppure i sacerdoti che predicano messa a tutte le ore, rappresentati dai virologi che non ne azzeccano una nemmeno per sbaglio, mentre le infermiere con le visiere e le tute da palombaro sono le nuove vestali.
Il vaccino infine è la promessa della salvezza eterna.

C’è tutto quello che serve per colpire l’immaginario collettivo.
Alla gente non importa più tanto sapere se il virus esiste o non esiste, è pericoloso o meno, loro ci vogliono credere per avere uno scopo nella vita e riconoscersi negli altri, condividere una prassi, una convinzione.
Fare parte di qualcosa. Appartenere ad una comunità…


…La presenza anche solo di un Positivo A-sintomatico è la prova tangibile che dio virus c’è, e lotta insieme a noi.
E quindi via alla ricerca affannosa di nuovi positivi da dare in pasto ai fedeli, facendo tamponi a tappeto su tutta la popolazione.

Continua sul sito della fonte


Poniamo l’attenzione alla voce “luoghi di culto”. Nemmeno più la preghiera è salvifica di fronte ad un virus più forte di Dio stesso. Allora proviene da regioni sopra a Dio.

E per finire uno dei tanti documenti redatti appositamente per aumentare il numero dei decessi per il virus. Qui di seguito il sistema per definire “morti per Covid” i deceduti non verificati:

Grazie a ME+ di Eugenio Miccoli – https://mepiu.it/

SCARICA, STAMPA, LEGGI, SPOSA E FAI TUO L’APPELLO ALLA DIGNITÀ

Appello alla Dignità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...