Chi l’ha visto? Le “gravi” notizie dimenticate

Facciamo un gioco di memoria. Sì. perché quella l’abbiamo corta, dobbiamo ammetterlo. Oppure è solo un passeggero stato confusionale…

IL TERRIBILE BUCO DELL’OZONO

Correva l’anno 1987 dove con il protocollo Buco dell'ozono? copy.jpgdi Montreal si definivano le linee guida per la riduzione degli inquinanti lesivi della fascia protettiva dell’ozono. Vado indietro nel tempo e ricordo i primi anni ’90 del secolo scorso dove la TV ed i giornali divulgavano l’allarme CFC, i temibili clorofluorocarburi e più precisamente il Freon, il gas refrigerante usato per i frigoriferi. E da allora tutti con il colpevole in casa; e non lo sapevamo mica! E quindi tu, consumatore stolto, criminale per procura, sei corresponsabile dell’assottigliamento della fascia protettiva di tutti noi abitanti questo Pianeta. E così facendo hai contribuito ad innalzare le temperature del globo che tra qualche anno seccherà per la temperatura.

E giù pronostici con visioni apocalittiche, protocolli di Kyoto a go-go, educazione nelle scuole primarie e secondarie, nuovi slogan “Salviamo il Pianeta” quando ancora non era stato inventato Mercalli. Lo introdurranno più avanti come testimonial della vendita della tecnologia più evoluta e rivoluzionaria che possiamo avere: i pannelli fotovoltaici!


Nota: la tecnologia fotovoltaica deriva dall’effetto fotoelettrico scoperto da Albert Einstein che gli valse il Nobel per la fisica nel 1921


Nello stesso periodo faceva scalpore l’AIDS, la malattia dei gay (che per evitarla potevano evitare di essere gay e smetterla di fare tutto ‘sto casino). La scienza medica trovava il colpevole nel virus HIV e da allora miliardi (leggi, nostre energie) sono stati spesi per trovare il farmaco per debellare la piaga. Ah, a proposito; a quanto pare il virus HIV nemmeno esiste. Parola di Nobel, il Dottor Kary Mullis. Ma allora ‘sto AIDS lo hanno creato con una psicosi oppure è realtà?

INFLUENZA SUINA

maiale-che-rideCorreva l’anno 2009 e la terribile peste moderna faceva stragi in giro per il mondo soprattutto per effetto placebo. La solita paura indotta, ma allora non lo sapevamo ancora sebbene l’11 settembre fosse passato da otto anni. Vista poi la nostra innata propensione ad una lucida e ferrea memoria seconda solo a quella degli elefanti, ricorderemo sicuramente la collusione tra Novartis e Governo italiano. Novartis è colei che si è aggiudicata la fornitura del vaccino salvavita o svuota portafoglio a seconda dell’angolo di visuale. E quale sito complottista  l’avrà mai scovata questa notizia? Beh, repubblica.it naturalmente.

Per non farci mancare niente la vicenda è stata studiata nei dettagli anche sull’utilizzo della banca adatta alla transazione per il pagamento della fattura. È scritto in un articolo dell’accordo con Novartis dove si parla di:

Prezzo. Il prezzo per ciascuna dose di vaccino è pari a 7 euro. Totale: 168 milioni di euro più iva. Il ministero dovrà pagare entro 60 giorni dall’emissione della fattura, su un conto corrente del Monte dei Paschi di Siena.

Fonte: www.repubblica.it

Per dire quanto poi sia pervicace questo virus cattivone basta andare su Wikipedia e leggere:

A partire dal marzo del 2009 un virus di questo tipo ha contagiato degli esseri umani ed è stata dimostrata inoltre la diffusione da essere umano ad essere umano. Il contagio ha avuto origine inizialmente in Messico, estendendosi in breve tempo a più di 80 Paesi.

Fonte: it.wikipedia.org

Qui ragazzi non siamo di fronte ad un virus qualunque; per velocità questo è paragonabile a Superman! Ma come, un virus che secondo i ricercatori dell’Università di Pittsburgh comparve per la prima volta nel 1918, diviene ben presto pandemico?

Eh sì, lo ha diffuso Superman nelle sue varie missioni in giro per il mondo; ma ne era portatore ignaro, così lo scagioniamo. Fino al prossimo virus… quindi.

ADHD

Mariangela ADHD.jpg
ADHD – Primi sintomi

Tra il 2011 ed il 2012 fa capolino la sindrome da disturbi dell’attenzione e iperattività; è la nuova malattia entrata di diritto nella Top Ten dei disturbi da affrontare in modo psicologico, a volte psichiatrico e a volte psicofarmacologico. È un disturbo che riveste guarda caso la famiglia poiché colpisce i bambini. Quelli vivaci sono da considerare possibili malati.

Come tutte le malattie inventate si dice che:

Una specifica causa dell’ADHD non è ancora nota. Ci sono tuttavia una serie di fattori che possono contribuire a far nascere o fare esacerbare l’ADHD. Tra questi ci sono fattori genetici e le condizioni sociali e fisiche del soggetto.

Fonte: it.wikipedia.org

Da qui, una pletora di psicologi si è pronunciata sulla possibile cura visto che non vi è una possibile causa nota dalla quale possa partire una prevenzione. Perché abbiamo detto “inventate”? Per questo motivo:

Il settimanale tedesco Der Spiegel ha citato nella sua storia di copertina del 2 febbraio 2012 lo psichiatra americano Leon Eisenberg. Nato nel 1922, figlio di immigrati ebrei russi, era il“padre scientifico dell’ADHD” e ha affermato all’età di 87 anni, sette mesi prima della sua morte, nella sua ultima intervista: “L’ADHD è un ottimo esempio di una malattia fittizia.”

L’uso di farmaci per l’ADHD in Germania è aumentato in soli diciotto anni da 34 kg (nel 1993) a un record di non meno di 1760 kg (nel 2011) – che è un aumento delle vendite di 51 volte! Negli Stati Uniti un ragazzo di dieci anni su 10 ingoia già un farmaco per l’ADHD su una base quotidiana. Con una tendenza crescente.

Fonte: www.disinformazione.it

Facile arrivare a pensare ad un nuovo modello di business. Basta vedere i numeri relativi alla patria dove ha avuto genesi questa malattia psicologica.

Statistiche ADHD Stati UnitiNegli Stati Uniti le statistiche indicano che nel 2011, l’11 per cento dei bambini in età scolare aveva ricevuto una diagnosi di ADHD (Journal of American Academy of Child & Adolescent Psychiatry, gennaio). Il CDC ha anche scoperto che oltre due terzi dei bambini e ragazzi che sono stati diagnosticati come ADHD assumono dei farmaci come terapia.

Fonte: www.psicologiasistemica.net


Nota: Sono stato presente alla conferenza sul tema ADHD dove due relatrici, psicologhe formate e specializzate sulla cura del disturbo, rispondevano alla domanda: “Ma è possibile che vi sia relazione tra bambini vaccinati e ADHD”? con “Non sappiamo; noi lavoriamo sugli effetti e non sulla causa”. Curioso poi che nei video mostrati si potessero vedere questi bambini che si relazionavano con un solo genitore, la madre. Questo per via del fatto che si trattava spesso di coppie separate. In sala erano presenti prevalentemente donne. Quella che ha portato la sua testimonianza era separata… Che strane coincidenze. Un disturbo mentale per assenza della parte maschile… Mah, sarà un caso.


VIRUS EBOLA

Effetti di Ebola.jpg
Effetti di Ebola

Qui a correre è l’anno 2013. Ebola si espande da un focolaio verificatosi nella Regione boschiva della Guinea sud-orientale, vicino al confine con la Liberia e la Sierra Leone.

Gli Ebolavirus sono stati descritti per la prima volta dopo l’epidemia di febbre emorragica scoppiata nel sud del Sudan nel giugno 1976 e nello Zaire nell’agosto 1976.

Fonte: it.wikipedia.org

…e poi ti esplode nel 2013 come una pentola a pressione. Possibile che sia rimasto in incubazione per quasi quarant’anni e poi, di colpo, PUFFF, pervade l’intero pianeta? Ancora Superman? No, dai… E ce lo dice nientepopòdimeno che il Center of Diseases Control con il brevetto Nr.CA2741523A1 conferito nel 2010 su un ceppo del virus, di nome “Ebobun”. 

Dunque, il brevetto è del 2010 e il virus si espande dal 2013. Diceva Agatha Christie: un indizio è un sospetto, due indizi una coincidenza, tre indizi una prova: quindi Superman è innocente.

PFC E GREENPEACE

Ci raggiunge di corsa il 2015 e porta con sé l’indagine ambientalista verso le industrie dell’abbigliamento tecnico, ree di utilizzare un composto chimico a base di fluoro, i PFC

Sostanze chimiche pericolose e persistenti, usate anche nella produzione di abbigliamento outdoor, lasciano tracce nei luoghi più remoti e apparentemente incontaminati del globo. Lo rivela “Impronte nella neve”, un rapporto di Greenpeace pubblicato oggi sulla diffusione nell’ambiente dei PFC, composti poli e per-florurati impiegati in numerosi processi industriali

Ma leggiamo che l’abbigliamento tecnico contro il quale si è basata la campagna Greenpeace è solo la punta di un iceberg perché queste sostanze sono presenti nei prodotti più disparati: divani, poltrone e altri mobili imbottiti/rivestiti, abbigliamento, contenitori per alimenti, sedili per auto, scarpe, moquette, e perfino tende. In genere, ogni volta che un tessuto viene etichettato come “impermeabile”, “resistente all’acqua”, o “resistente alle macchie”, con ogni probabilità contiene PFC.

Ma allora perché andare in montagna? Perché, sempre a detta di Greenpeace, oltre a farsi una bella gita all’aria aperta, proprio sulle vette di tutto il mondo sono state rilevate queste sostanze. Ma hanno trovato solo queste oppure hanno “cercato” solo queste? Viene il sospetto che vi sia una intenzione a spostare il problema visto che aerei di ogni tipo rilasciano volontariamente sostanze chimiche tossiche, che poi vanno a sedimentare anche nelle nevi in alta montagna con concentrazioni consistenti. Come l’alluminio trovato nelle nevi del monte Shasta in California, presente in quantità di 1000 microgrammi/L, superiore al limite consentito e quindi qualificabile come vietata al consumo.

ZIKA VIRUS

Zika virus.jpg
Zika virus; ancora più tremendo!

E, hoplà,  siamo al 2016; come vola il tempo. Tre anni dopo Ebola nasce un nuovo flagello: il temibile Zika virus!

È un virus a RNA isolato per la prima volta nel 1947, scrive Wikipedia.

Ma si scatena settant’anni dopo, scriviamo noi. Diciamo che ci ha pensato un po’ sù e poi ha deciso di farsi vivo, ma prima ha chiesto ad Ebola se aveva finito. Dopo il suo consenso si è dato da fare.

Dicono di lui:

Nelle regioni colpite dall’infezione, è stato anche osservato un aumento dei casi di sindrome di Guillain-Barré, una poliradicolonevrite acuta (neuropatia, sindrome del sistema nervoso) sostenuta da meccanismi autoimmuni che si manifesta con paralisi progressiva agli arti (in genere prima le gambe e poi le braccia) e che spesso fa seguito a un’infezione batterica o virale. Inoltre è stato registrato un aumento delle nascite di bambini con microcefalia congenita.

Prevenzione

Non esistono, al momento, né vaccini né terapie preventive. (E ti pareva… ma cosa aspetta Novartis – N.d.R.)

E sulla stessa fonte leggiamo:

…lo statement Oms dichiara l’infezione umana da virus Zika un’emergenza di sanità pubblica di livello internazionale

Fonte: www.epicentro.iss.it

Certo che mette una certa angoscia visto che a trasmetterlo è una zanzara (Superman completamente scagionato).

ISIS

Il 2016 porta con sé un’altra piaga, endemica in Medio Oriente ma, come i virus precedenti, progettata per espandersi. Non è chiaramente un virus ma miete vittime anch’esso. Acronimo di Islamic State of Iraq and Siria, l’ISIS fu creato su mandato di Hillary Clinton quando era Segretario di Stato.

Dall’Iraq lo abbiamo visto dirigersi in Siria ma non gli bastava; ha rivendicato anche gli attentati a Londra davanti al Parlamento di Westminster il 22 marzo 2017, a Stoccolma il 9 aprile e a Parigi presso gli Champs Elysees  a metà aprile 2017. Un narcisista insomma…

Riassumiamo le date:

1990 Buco nell’ozono e AIDS

2009 Influenza suina N1H1

2011/2012 ADHD

2013 Ebola

2015 PFC

2016 Zika virus e ISIS

Una escalation sempre più ravvicinata condita da vari attentati di circostanza; sarà per caso che ci vogliono impauriti?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...