Geoingegneria; siamo sempre più vicini alle ammissioni

Prima di partire con l’articolo bisogna considerare che abbiamo a che fare con codardi di professione, artisti della dissimulazione. Questo cancro della menzogna, che miete più vittime delle più feroci neoplasie, alberga negli animi umani ed è una lotta fra le parti, le Tenebre e la Luce; come fuori così dentro poiché come in alto così in basso, tutto di fuori è il riflesso di ciò che è dentro. La realtà la plasmiamo noi, con le nostre scelte, e non ci stancheremo mai di ricordarlo anche, naturalmente, a noi stessi.

Questa premessa per renderci consapevoli delle energie che si muovono dentro noi e che, per l’evoluzione della Coscienza, è doveroso prendere una posizione sulle azioni da intraprendere e sulle scelte da fare.

È di questi giorni la notizia sul progetto di geoingegneria, passata in sordina e posta tra le rubriche di carattere scientifico nei giornali e telegiornali così da renderla meno importante, mentre l’importanza è primaria.

Estrapoliamo dal sito rainews.it:

Il nostro pianeta si sta surriscaldando a una velocità senza precedenti, e la sola riduzione delle emissioni dei gas serra potrebbe non essere sufficiente a risolvere il problema. Una soluzione drastica arriva dalla scuola di Ingegneria e Scienze Applicate “John A. Paulson” dell’Università di Harvard (SEAS) attraverso un progetto di “geoingegneria solare”. Il progetto, dal costo stimato di 20 milioni di dollari, mira a stabilire se sia possibile simulare artificialmente e in sicurezza il raffreddamento atmosferico generato dalle eruzioni vulcaniche. L’idea è quella di iniettare nella stratosfera particelle di solfati in grado di riflettere una parte della luce solare. Questa pratica comporta, però, alcuni rischi noti, il più grave dei quali è la dispersione nell’atmosfera di acido solfidrico, dannoso per lo strato di Ozono che protegge il nostro pianeta dalla luce ultravioletta del Sole.

Per smorzare i toni allarmistici del contenuto riportiamo qui le dichiarazioni di John Coleman, co-fondatore di The Weather Channel, il canale meteo più seguito degli Stati Uniti (attivare i sottotitoli).

Dopo queste dichiarazioni volte a farci comprendere che sul clima ci viene detto quello che serve per un altro obbiettivo, andiamo a sentire invece cosa dice l’onorevole Serena Pellegrino in un suo intervento alla Camera venerdì 31 marzo. Per chi non volesse sentire tutto consigliamo di focalizzare l’attenzione verso il finale dell’intervento della Pellegrino dal minuto 17:18.

Interessante notare come la deputata abbia menzionato l’ARPA dell’Umbria (dal minuto 6:02) che afferma di avere analizzato una zona sopra i 500 mt s.l.m. ed avere riscontrato eccessi di ossido di alluminio e bario, nettamente oltre la soglia.

Faccio notare che da noi l’ARPA locale ha riferito di non disporre degli strumenti necessari a rilevare tali sostanze, men che meno in quota:

Risposta alla mail da parte del Dott. Cadum dell’ARPAT Piemonte

“l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente del Piemonte non effettua, come riportato, campionamenti in quota non avendo la strumentazione necessaria per poterlo fare e pertanto in ogni caso tali verifiche non si possono effettuare in quota.”

L’Umbria fa verifiche e conferma le evidenze, il Piemonte invece no. È un altro pianeta… E per capire come si comporta in Piemonte consigliamo di leggere QUI.

Intanto altre formazioni nuvolose di nuova produzione sono state aggiunte all’Atlante delle nuvole  redatto nel sito dell’organismo delle Nazioni Unite deputato al controllo del clima. Qualcuno è in grado di riconoscere alcune formazioni tipicamente innaturali?

Atlante delle nuvole.png

Un  piccolo inciso: a riguardo del controllo del clima, già paventato in pubblico da Lyndon Johnson divenuto poi Presidente degli Stati Uniti dopo l’omicidio Kennedy, dobbiamo considerare che al Governo Oscuro interessa la nostra energia, non dimentichiamocelo. Hanno l’interesse a confonderci il più possibile, per destabilizzarci e darci il LORO equilibrio, basato su loro concetti e credenze. Cercare di modificare il clima equivale a modificare l’equilibrio di un corpo animato da uno spirito cosmico e questo corpo si chiama Pianeta Terra, o Gaia. EssaStruzzo testa sotto terra e scie chimiche.jpg non rimarrà a guardare ma si modificherà per ristabilire il suo equilibrio climatico. Gli si vuole provocare la febbre; e cosa fa un corpo febbricitante? Trema, no?

Speriamo di avere stimolato in te l’anelito a ricercare com maggiore acume ed andare ad approfondire tutto ciò che capita senza farsi coinvolgere dalle notizie ufficiali visto che esse sono tutte a senso unico: il loro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...