Racconti all’ora del thé; le novelle di Maura

Lettera da una ninfa a cura di Maura Giuffrida Mazza

Caro amico,

questa mattina presto ho meditato nella mia cameretta fresca ed accogliente.

Mentre i fumi dell’incenso salivano verso il cielo la mia anima era cullata dalla musica di sottofondo che mi accompagnava. Erano canti devozionali risalenti all’inizio del 1100, sembra attribuiti a madre Hildegand von Bingen, una madre badessa dedita alla cura dei malati con l’uso di erbe, ma non solo.

Questa donna mi ha sempre affascinato per la sua forza di carattere, le sue grandi intuizioni e le capacità di curatrice.

Ti confesso che molte volte mi sono vista durante le mie meditazioni accanto a lei in confronti serrati sull’uso o meno di erbe per curare questa o quella patologia.

Il silenzio del monastero assomiglia al mio qui tra queste selvagge montagne dove amo risiedere in solitudine e contemplazione.

Il mattino, nella bella stagione al sorgere del sole, sento gli uccelli che mi chiamano al risveglio e all’operosità.

Non mi pesa sai?!

Anzi mi sento una ninfa dei boschi che all’alba risveglia la natura e il piccolo popolo custode.

Uscita dalla meditazione ho voluto continuare ad ascoltare musica sacra perché sentivo il bisogno di rimanere in quell’aura di misticismo ed allora ho ascoltato i canti gregoriani e suoni della natura.

Quando tra la musica si è sentito il cinguettio degli uccelli, intorno alla casa, è stato tutto un rispondere con gorgheggi e trilli. Gli uccelli si richiamavano per l’ascolto. Ho lasciato che la musica terminasse ed ho cambiato genere per vedere se rispondevano alla musica o ai trilli.

Ho scelto “Lo Schiaccianoci” ed ho riavviato il compact disc.

Mi sono seduta all’aperto vicino al capanno in legno ed ho ascoltato. Di fronte a me c’è un altro giardino che negli anni passati ho liberato da rovi e felci ed ora è splendido nelle sue fioriture dalla primavera all’autunno con fiori selvatici e coltivati.

In primavera spuntano i tulipani e gli ireos ed in estate le dalie e i gladioli che fanno compagnia ai cespugli di ribes, uva spina e mirtilli. In modo spontaneo sono nati alberi di pesco e ciliegio poiché da principio l’orto/giardino accoglieva anche gli avanzi di cucina per il compost.

Dopo la coltivazione di patate e grano saraceno la terra era sufficientemente fertile per accogliere fiori e verdure ma la bellezza dei fiori selvatici mi ha convinta a lasciare che Madre Natura aggiungesse di suo e quindi: via a tutta una varietà di fiori e cespugli che mi rallegrano la vista e fanno felici api, farfalle, bombi e tanti piccoli amici insetti più o meno graditi!

Ma ritorniamo alla mia poltroncina a lato del capanno ed alla musica dello Schiaccianoci…. all’attacco della danza araba, dai cespugli, si sono alzate farfalle colorare che volteggiavano sole o in coppia: uno spettacolo senza pari !

Ho guardato verso il bosco ombroso al di là dell’arco trionfale di rami secchi del vecchio castagno ancora vivo ma bruciato alla base da un incendio di tanti anni fa. Quell’arco è la mia immaginaria entrata nel mondo magico.

Immaginario?

Forse no!

lascio a te la scelta ma per me è reale. Al di là c’è il grande guardiano dei boschi seduto ai piedi di una betulla con aria pensierosa ma dolce.

A Lui chiede soccorso e consiglio tutta la comunità vegetale, animale ma anche minerale . Non sempre sono consigli per affari seri perché ci sono anche eventi e feste da organizzare.

Lo guardo e lui ricambia il mio sguardo. Io mi sento risucchiata e trasportata nel suo mondo, leggera e fatta piccola, ascolto le voci del piccolo popolo.

Gli gnomi sono sempre indaffarati ma ospitali e mi vengono incontro con un bicchiere di sidro di miele.

Questa notte è nata una coppia di gemelli e la comunità tutta è in visita alla “giovane” coppia. I doni sono semplici ma tutti realizzati con le proprie mani. Chi porta una piccola culla di guscio di noce, chi una soffice copertina di fiocco di lana di agnello e chi ha preparato dolci e vivande e chi semplicemente intona un canto o suona con strumenti a fiato o a corda realizzati con fili d’erba o piccole canne.

Che pace che armonia ! Come sarebbe bello anche il nostro mondo umano se apprezzassimo e vivessimo con più semplicità !

Lascio il villaggio degli gnomi e raggiungo il Gran Maestro accanto alla betulla.

Cara amica ben arrivata è da tempo che ti aspettavamo!

Conosco il tuo desiderio di comunione con noi ma sei sempre distratta e poco sollecita al nostro richiamo. Il tempo è vicino al dissolversi dei veli che ci celano ma non a tutti sarà permesso l’accesso perché bisogna essere puri ed ingenui come bambini per poter entrare nel mondo magico.

Oggi era il momento per te  e le amiche farfalle (fatine dell’aria) ti hanno addormentato con la loro danza e trasportata nel nostro mondo. Tanto ancora dovrai scoprire ma non puoi rimanere per troppo tempo in questa piccola forma, potresti non uscirne più e quindi tra poco dovremo lasciarci e darci appuntamento al tuo prossimo desiderio.

Però voglio mostrarti il tuo aspetto magico: il tuo abito rituale per accedere qui da noi. Ricordalo!

Mi porge uno specchio che riflette la mia immagine di piccola donna con un abito violetto e una ghirlanda di fiori sul capo. Ai piedi due pratoline come calzari.

Lo specchio improvvisamente cresce e con lui la mia immagine che viene letteralmente ributtata sulla poltroncina a fianco il capanno di legno.

Sono un po’ stordita e spaesata…. ho sognato in questa frescura e pace dei sensi o sono realmente andata nel mondo di mezzo?

E cosa vuol dire avere un abito rituale?

Che cosa ne dovrei fare ?

Ma… forse ho solo sognato… ma tra i capelli ho qualche petalo di fiori…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...