Bramosia

L’ansia di possesso è chiaramente un atteggiamento egoistico. “Io voglio per me e al diavolo condividere!”. Questo è la frase che meglio la descrive. Ma la domanda è: quanti di noi comprendono che nel profondo questo atteggiamento è spesso il nostro movente? Che tanto facilmente giustifichiamo.
L’ansia di possedere denaro è la più gettonata. L’avere la meglio su di una discussione è anch’essa bramosia di potere; basta percepire quanto è difficile ammettere errori e cambiare opinione. Ma anche possedere una persona è chiaramente bramosia; in questo caso ci si muove spinti da un istinto sessuale ma l’obbiettivo è sempre possedere. È facile vendersi l’anima pur di soddisfare questo istinto. Scrivo questo in merito alle mie recenti esperienze personali.
Inviato da un collega ad assistere ad una conferenza, lasciata la sala mi è arrivata la sensazione che quello che avevo sentito potesse portare più danni che vantaggi.

La promessa di denaro, versato sul proprio conto corrente una volta al mese, a vita, alletta chiunque e di fatti la sala era gremita. Che strano, vero? Inoltre, visto le premesse che il relatore ha esposto, fatte di parole come “armonia”, “equilibrio”, “energie quantistiche”, “frequenze riequilibranti a 587 Hz”, ecc. hanno fatto sì che il pubblico fosse auto selezionato sulla base di questa risonanza. Persone bene o male allineate con lo spirito di questo blog.

Ma, personalmente, a me è sembrato una relazione con finalità ambigua; una specie di “flauto magico” appositamente creato per ingabbiare piuttosto che per emancipare… Il termine per ottenere denaro sul proprio conto è giugno 2016; staremo a vedere se le promesse fatte saranno mantenute.

Sta di fatto che la spinta reale è in tutta onestà la voglia di avere soldi facili; bramosia appunto. Chi ha aderito deve farsi una domanda: questi soldi, da dove arrivano? Non è che per emancipare me strozzino qualcun altro?

Se così fosse è facile pensare che un tale sistema possa essere il mezzo per opprimere e produrre sofferenza in forma collaterale. Chi mi regala il denaro ha questo fine ma, per lavarsi le mani, trova un facile “sicario” che fa il lavoro al posto suo. Magari sto solo pensando male…

I soldi arrivano quando servono; se operiamo onestamente, senza egoico opportunismo, non veniamo abbandonati dall’Universo. È sufficiente seguire la Legge del Cosmo (ordine) cercando di percepirla dentro di noi attraverso la sua voce, quella dell’intuito, che sgorga dal cuore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...