Disposizioni Anticipate di Trattamento (D.A.T.)

A cura di Giuliano Caropreso

Tra le innumerevoli riforme e migliorie apportate al sistema sanitario nazionale, l’ex ministro della salute Giulia Grillo verrà sicuramente ricordata per aver ratificato la legge sul cosiddetto “fine vita”.

Ricordiamo che tale legge ( n. 219/17 in vigore dal 31/1/2018, ndr ) è stata approvata sull’ondata emotiva di tristi fatti saliti alla ribalta mediatica ed il modus operandi è sempre lo stesso – problema, reazione, soluzione -. Tuttavia ciò non ci deve stupire poiché fà parte di un’agenda ben precisa e prefissata. Da chi? ce lo ricorda la deputata Pd in Commissione Affari Sociali Elena Carnevali:

È legge di civiltà e libertà […], è equilibrata e, dopo anni, ha sanato un vuoto chiesto dalla società e dai professionisti della sanità. Trovo dunque pretestuoso mettere in discussione l’impianto della legge”

Anche se si nomina la società, sappiamo che sono i “professionisti della sanità” che giocano sempre un ruolo determinante in certe scelte.

Ovviamente l’approvazione di questa legge era l’aspetto più urgente visto che la creazione della Banca dati nazionale sulle DAT non ha avuto ancora luogo. Un po come l’anagrafe vaccinale con la legge sull’obbligo vaccinale.

In merito a quanto sopara riceviamo e pubblichiamo:

Con la benedizione dei pianti della Bonino e l’esultanza di alcune forze politiche, fortunatamente, di minoranza, assieme – ahi noi – ad altre forze politiche di governo, dicasi M5S, alla fine del 2017 è stata approvata la cosiddeta “legge sul fine vita”, entrata poi in vigore ad inizio del 2018. Allora perché parlarne ora, a distanza di quasi due anni?

Ebbene, vorrei invitare a soffermarsi sul fatto che, in maniera sempre piu frequente e sempre più “persecutoria”, ormai si fa ampiamente largo il concetto del cosiddetto “silenzio assenso”, tanto amato dalle italiche genti e che quindi penso verrà presto tramutato in legge in quanto di “consolidata consuetudine”.

Il punto, allo stato già attuale, è che se ti capita qualcosa di grave, che ti preclude la capacità di intendere e volere, rendendoti incosciente ed incapace di esprimerti con parole o gesti (tipico dello stato comatoso che tuttavia ricordiamo può essere anche indotto per motivi difensivi dello stato fisico di un paziente e che di solito viene praticato in caso di interventi chirurgici, traumi o per ridurre la sensibilità al dolore – coma farmacologico – ndr), ti riempiranno di tubi nel disperato ed accannito tentativo di tenerti in vita in qualche maniera, magari anche solo mantenendoti in stato vegetativo.

Se poi decideranno che anche così il fatto non paga, spareranno una linea piatta su uno schermo, magari condita da un fastidioso sibilo elettronico, dichiarando la tua morte celebrale.

Ovviamente il tuo cuore, battente, non sarà del tutto d’accordo. Ma questo è un puro dettaglio, anzi, sarà un valore aggiunto, direttamente proporzionale agli organi che si potranno espiantare! E tutto questo perché non ti sei anticipatamente espresso in proposito e chi tace acconsente

Ovviamente chi scrive si esime da commenti o prese di posizione in merito. Questa è una sfera assolutamente personale, intima e sotto certi aspetti, segreta della nostra vita. Ognuno di noi può e deve agire in propria co-scienza ma per farlo occorre la cono-scenza. E per questo invito i lettori a visitare, in particolare,  il sito http://www.antipredazione.org/. Dopodiché, ribadisco, ognuno agisca di conseguenza cercando di non farsi troppo influenzare da questo o quel medico o, peggio, da questo o quel politico o tuttologo di turno. Moltissimo ci sarebbe infatti da scrivere sull’argomento, ma sarebbe un esercizio tedioso quanto inutile, che mi porta dunque a fermarmi qui.

Tornando a quanto sopra invece, il cosiddetto silenzio assenso, qui, ebbene, non si può tacere, nè restare inermi o passivi. Fortunatamente la legge ci ha dato la possibilità di esprimerci con le Disposizioni Anticipate di Trattamento (D.A.T.). In rete ve ne sono molti. Personalmente, dopo varie ricerche, ne ho elaborato uno personale che ho poi modificato e reso fruibile a chiunque ne abbia bisogno.

Consiglio: chi voglia usufruire di questo modello, scaricandolo e compilandolo, non dovrà limitarsi a crociare le voci interessate, per cui elenco di seguito una serie di semplici ma non scontati suggerimenti per la compilazione:

  1. cancellare con un tratto di penna le voci che non riguardano le proprie volontà,
  2. siglare ogni foglio a margine con la propria firma,
  3. barrare chiaramente con una X la voce interessata
  4. nominare più di un fiduciario.

Questo al fine di escludere qualsiasi dubbio, interpretazione o manipolazione di sorta. Come diceva qualcuno, infatti, “a pensar male si fà peccato, ma…

Armando

Note:

L’art.6 della suddetta legge recita così:

“Il paziente non puo’ esigere trattamenti sanitari contrari a norme di legge, alla deontologia professionale o alle buone pratiche clinico-assistenziali; a fronte di tali richieste, il medico non ha obblighi professionali.”

Quindi nel DAT non si possono esigere trattamenti sanitari diversi da quelli previsti dal sistema… sanitario nazionale.

inoltre è specificato nel testo di legge che dev’essere rispettato:

b) il divieto delle pratiche eugenetiche, in particolare di quelle aventi come scopo la selezione delle persone; c) il divieto di fare del corpo umano e delle sue parti in quanto tali una fonte di lucro; d) il divieto della clonazione riproduttiva degli esseri umani.

e noi ci auguriamo che sia proprio così.

Fonti:

https://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2019/03/13/grillo-legge-eutanasia-priorita-per-paese_D7tPCllrPbqC4TG1a6MzOJ.html

https://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:stato:legge:2017;219

https://www.firstradioweb.com/2019/10/16/legge-sul-fine-vita-i-familiari-sollecitano-il-ministro-speranza/

https://www.corriere.it/cronache/17_dicembre_15/bonino-lacrime-dieci-anni-lotta-biotestamento-168e824e-e110-11e7-acec-8b1cf54b0d3e.shtml?refresh_ce-cp

https://www.bionotizie.com/salute-wellness/cos-il-coma-farmacologico-quando-avviene-il-risveglio-e-quali-sono-le-conseguenze/

https://www.gloria.tv/post/p7mpJJs2qmdt4Ya33YnXZxDzT

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...