Così TV e giornali ti ammaestrano

A cura di Giuliano

Prima di iniziare la lettura invito il lettore alla visione dei seguenti video:

L’Italia in Diretta. ATTENZIONE a quello che vi mostra la TV !!!
20 febbraio 2020 – Non era neanche passato un mese dall’indizióne dello stato di emergogna. Quando sei testimone di certi fatti non puoi girarti dall’altra parte altrimenti sei un collaborazionista.
Un drago vola sullo stadio di baseball in Corea del Sud grazie alla rete 5G – Se pensi sia una fake allora anche ilSole24ore è bufalaro
Gli Ologrammi saranno sempre più sofisticati e naturalmente verranno principalmente pubblicizzati come attrattiva turistica.
Proiezione di Tiziano Ferro in ologramma. La tecnologia è usata da molto tempo, adesso devono sdoganarla.
Edificio in fiamme… oppure no?
La cartellina cambia di colore in diretta TV. fonte: detoxedinfo
“Spezzone tratto dalla serie “Madame secretary”, Serie 5 episodio 17.
Come ti rendo accettabile il passaporto vaccinale.
Meluzzi fa una scelta molto importante per l’umanità.
Una lezione di coerenza e di civiltà.

Dopo questi due anni di puro e preterintenzionale terrorismo mediatico in merito alla pandemia, ritengo che oramai TV e giornali (i mass-media mainstream in genere) siano gli sciacalli del nuovo millennio, non che prima non lo fossero ma avevano ancora qualche barlume di eticità e moralità che oggi sono letteralmente andate a finire nel cesso dietro lauti compensi, ovviamente, altrimenti non assisteremmo mai a spettacoli pietosi dove certi conduttori chiedono, a mio parere in modo grottescamente subdolo, al loro ospite in trasmissione se si sono vaccinati: (rispettivamente Gianni Rivera e Cacciari).

Rivera – Vespa
Cacciari – Gruber

Affermazioni di Vespa che sono state poi puntualmente sconfessate da Mazzucco:

Mazzucco smonta le affermazioni di Vespa

Insomma i media e l’informazione sono tutt’altro che imparziali tanto che dietro il profondo rosso, checché se ne dica, degli ascolti in calo e gli share ridotti ai minimi storici, il regime mediatico (ormai non posso che usare questo termine, basta ascoltare tutte le radio – a parte Radioradio – o guardare la TV a qualunque ora per rendersi conto che il pluralismo e con esso l’ART.21 della Costituzione hanno fatto un bel viaggio nello Sciacquone del cesso, nda) hanno rispolverato un vecchio eroe del falso giornalismo antisistema: Michele Santoro.

Covid, Michele Santoro: “E’ un segnale vedere il bastone del comando in mano ad un militare in…

Per decenni, Santoro è stato un punto di riferimento della falsa opposizione italiana. Mi piacevano i suoi programmi e li guardavo, anche se poi mi rendevo conto che non sfioravano mai minimamente le vere tematiche che colpivano al cuore il sistema, ovvero la fine della sovranità nazionale e il dominio delle lobby mondialiste sopra gli Stati nazionali.

I suoi programmi non uscivano mai fuori dal “frame” direbbe Foa (vedi intervista di Mazzucco a Foa).

Santoro ha basato la sua intera carriera sull’antiberlusconismo e sulla lotta alla corruzione, senza mai parlare ovviamente di quella vera e ben più grave che governa l’Unione Europea. Ecco cosa fa la TV. Lo riesuma dopo anni e gli consente di fare interventi qua e là per offrire al alle masse confuse una critica – autorizzata secondo il pensiero “Montiano” sulla guerra e l’informazione – alla gestione della falsa pandemia.

L’intervista stessa è chiaramente costruita. Basta osservare come il conduttore pone le domande. Sono chiaramente telefonate. A cosa serve tutto questo? Serve a “sedurre” lo spettatore che in questo modo prova simpatia per Santoro e si sente vicino alle sue posizioni. In questo modo si tengono le persone dentro il recinto del sistema, in puro stile gatekeeping. Anche se ad oggi sono note le sue posizioni critiche verso il Green pass, non mi meraviglierei se anche Santoro presto o tardi dirà, a seguito di arzigogolate spiegazioni, che il pass verde è in fondo necessario.
Il sistema invita il falso antisistema e le masse vengono rimbalzate da una parte all’altra, ma alla fine sempre dentro il sistema restano.

In conclusione, ciò che vediamo in TV è solo una messinscena, una mistificazione della realtà tesa a formare opinioni di massa ben delineate ed indirizzate secondo i desiderata della classe dirigente, ovvero, secondo la Treccani, «l’insieme delle persone che esercitano un ruolo determinante nella vita politica, economica e sociale di un paese». Traslate il termine “pianeta” a “paese” e forse comincerete a realizzare che la domanda «ma allora è in tutto il mondo questa storia?» non vi sembrerà più così impossibile e forse ad intravedere attraverso il velo quando sentirete parlare di élite di potere.

Un velo che vi è stato messo davanti agli occhi da anni e anni di lobotomizzazione televisiva.

Una lobotomizzazione che in questo periodo viene ancora sovvenzionata, in modo sfacciato e senza pudore alcuno. Qualcuno ricorda ancora i 50 milioni di euro, successivamente reiterati con altri 20 milioni, dati alle TV a patto che supportino la campagna virulenta?

La TV, lo strumento mediatico per eccellenza è stato oggetto e preda negli ultimi 20-25 anni circa di famelici editori/imprenditori che hanno visto – tralasciando come – crescere a dismisura i loro patrimoni, nelle battaglie per il controllo e la gestione dell’informazione.

Rupert Murdoch è forse il più famoso, ma per restare in ambito nostrano basti pensare a Berlusconi con le reti Mediaset e su come fece andare su tutte le furie Indro Montanellli quando indicò la linea editoriale che doveva seguire “Il Giornale” di cui era editore. Ma questa è storia conosciuta o almeno dovrebbe esserla.

fonte: LaRepubblica

Dunque il modo più rapido ed efficace per uscire dal sistema è spegnere il teatro dei pupazzi gestiti dal regime mediatico.

SPEGNETE LA TV !!!

Provateci. Per una settimana. Non guardate più TG, Talk show, film, evitate la pubblicità come la peste o il Covid se vi piace di più. Non ascoltate più la radio se non programmi esclusivamente musicali. Non spendete più neanche 1€ per comprare il quotidiano.
Per esperienza personale posso solo dirvi che ne trarrete vantaggio in salute mentale (so che qualcuno mi considererà al contrario un malato ma il mondo pare che in fondo sia bello per la sua varietà).

Altro esempio di gestione degli asset, che saremmo noi, è stato quando il ministro Draghi solo 6 mesi fa – preistoria per il normodotato – dichiarava al “Global Solutions Summit 2021” in Germania che le varianti potrebbero minare l’efficacia dei vaccini. Qui la frase esatta:

“[…] Fintanto che la pandemia è in atto, il virus può subire pericolose mutazioni, e minare anche la più efficace delle campagne di vaccinazione

Fonte: Palazzo Chigi

Solito teatrino, fatto ad arte per misurare la direzione del vento. Oggi lo possiamo fattualmente constatare con gli obblighi vaccinali ricattatori per sanitari, personale scolastico, l’infame ricatto vaccinale sul lavoro con il green pass e in ultimo l’inqualificabile autorizzazione a vaccinare i bambini.

Ma dovremo abituarci alla nuova normalità. Pericolose mutazioni = altre vaccinazioni, dosi su dosi e chiaramente lasciapassare, passaporto vaccinale, certificato verde, green pass nazistoidi all’infinito per il bene collettivo e della tua libertà… 🤦‍♂️

L’egemonia dei nostri governanti nel prenderci per il c…ovid e pari solo a quella della gran parte della popolazione che invece sembra godere in questo perverso giochino delle varianti e dosi vaccinali.

Chi ha per caso ha una parvenza di curiosità e vorrebbe uscire dal gregge ci sono servizi ad hoc fatti per smontare e mettere in cattivissima luce le voci di dissenso o che non sono allineate alla narrazione pandemica ufficiale.

Ad esempio, sapete quanto tempo ci vuole in TV per distruggere mediaticamente il lavoro di una vita, l’esperienza e la conoscenza di un Dottore, acquisiti in oltre 40 anni di lavoro, agli occhi dell’opinione pubblica? 2′:40″ circa. Ecco come Rete4 (Mediaset) scredita il Dott. Montanari:

Questa è la video risposta del Dott. Montanari al servizio di Rete4 dato in pasto alla mandria telecomandata.

Ebbene, secondo i cosiddetti debunker (gli smascheratori di notizie false, nda), Montanari e sua moglie, due Dottori, che possono vantare una reputazione e collaborazioni internazionali, si sono svegliati un mattino e hanno deciso di truffare il prossimo; così, perché non avevano nulla da fare, degli emuli di quel Wakefield che pure lui decise di buttare al macero una carriera promettente solo per architettare la truffa del secolo a danno di Big Pharma.

Ce ne sarebbe ancora da riportare ma rischierei di annoiare oltremodo perché alla fine quest’è, noia, come diceva Califano.

Per chi ha ancora voglia di vedere e/o ascoltare segnalo questo bel contributo di Piero Cammerinesi per Playmastermovie:

Prima parte dell’intervista a Piero Cammerinesi sulla verità che si cela sotto il velo di Maya creato dal Deep State.
di Alessandro Amori per Playmastermovie.

E questo interessante video, in particolare quando si espongono “le 6 tecniche di propaganda” al minuto 16:10 :

Arriveremo al punto che non potremo più fidarci nemmeno di chi vedremo in TV, delle cose che dirà o farà. E lui o non è lui?

Infine propongo due video in merito alla manipolazione mentale curati dal video maker OmegaClick che ritengo sempre molto preciso nei suoi lavori supportati da fonti sempre verificabili.

E SE CI STESSERO MANIPOLANDO DAVVERO?
LA PSICOLOGIA NERA DELLA MANIPOLAZIONE

Il vento cambierà, se cambierà, in modo favorevole solo quando lo vorremo tutti noi. Non sarà certo grazie a chi ci governa che agisce per conto terzi.

5G banche bill gates burioni consapevolezza controllo sociale coronavirus coscienza costituzione italiana covid-19 diritti fondamentali diritto alla resistenza DNA fake news gender global warming green pass ISIS LGBT libertà libertà di scelta macron manipolazione mediatica mario draghi mario monti mascherina mascherine massimo mazzucco migranti nuovo ordine mondiale obbligo vaccini oms pandemia paura Putin referendum risveglio delle coscienze sara cunial scie chimiche scuola Siria Soros trump vaccini virus

Lettura consigliata:

Confusione e selezione umana

A cura di Andrea Pilati Se sei arrivato fino a qui attratto dal titolo molto probabilmente qualche sospetto in merito lo hai recentemente avuto. Più volte in questo sito abbiamo menzionato la metamorfosi della millenaria tecnica del “Divide et impera” trasformata in “Confunde et impera” e questo, oggi, è più che mai evidente e comprovato… Read More Confusione e selezione umana

3 pensieri riguardo “Così TV e giornali ti ammaestrano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...