Notizia choc de La Stampa: “Donne ingravidate per dare i feti vivi ai vaccini”, bufera nel mondo della disinformazione

Ricordiamo parimenti, come Pastori, che per i Cattolici è moralmente inaccettabile farsi inoculare vaccini nei quali sia impiegato materiale proveniente da feti abortiti.

Monsignor Carlo Maria Viganò

A cura di Giuliano

E’ chiaro che tecnicamente un feto abortito non si può fisicamente inserire in una fialetta vaccinale, per cui davvero non comprendo dove sia la fake news.
Quando sentite parlare di feti abortiti nei vaccini ricordate che si sta facendo, ufficialmente e per quanto noto, riferimento all’uso delle linee cellulari derivate da feti abortiti nei vaccini come la WI-38, MRC-5 (Astra Zeneca), la HEK 293 (Pfizer, Moderna, Astra Zeneca) e la PER.C6 (Johnson & Johnson). Leggete anche i siti cosiddetti di debunking, confrontate le informazioni e ragionateci su con una visione più ampia della questione e tenete presente che il focus non è vaccino si o vaccino no, ma l’utilizzo moralmente ed eticamente inaccettabile di tessuti umani derivati da aborti che siano essi procurati o meno.

Il quotidiano La Stampa riporta la seguente notizia:

Per il Corriere della Sera è chiaramente una “Fake nius”

L’omelia choc del parroco: “Donne ingravidate per dare i feti vivi ai vaccini”, bufera a Cesena

Aziende statali o private che farebbero ingravidare donne per… È questa la tesi enunciata da un parroco cesenate… La fake-news, già smentita dai siti di debunking… Le parole del sacerdote hanno destato sconcerto. Affermazioni “prive di qualsiasi fondamento scientifico e pericolose”, è stato il commento del sindaco di Cesena Enzo Lattuca…


Continua sulla fonte

Da bravi giornalisti al servizio del cittadino invece di verificare che il prete non sia impazzito del tutto, si limitano ad usare il condizionale, secondo il manuale del bravo giornalista, e riportare le dichiarazioni più scabrose del prete e le reazioni sconcertate del Sindaco e del Vescovo creando di fatto, nella costruzione dell’articolo, una percezione nel lettore che le affermazioni del prete sono quelle effettivamente di un pazzo. Ma questo artificio psedudogiornalistico si realizza ignorando del tutto i seguenti fatti:

  1. L’uso di DNA fetale proveniente da aborti è confermato per voce di Stanley Plotkin, praticamente un’autorità nel settore dei vaccini riconosciuta in tutto il mondo. Ha lavorato per la Pfizer, la GlaxoSmithKline, la Merck ed ha contribuito allo sviluppo di molti vaccini, tra i quali quello contro la rosolia, la varicella, l’antrace e il citomegalovirus e chiaramente sta attualmente anche a un vaccino per il covd, tanto di coronavirus su cui lavorare e profittare ce ne sono in quantità.

    Qui lo possiamo ascoltare durante la deposizione in un’aula di tribunale dello Stato del Michigan in una causa giuridica tra una coppia di genitori separati, Lori Ann Schmitt e Michael Schmitt, riguardo alla prescrizione vaccinale sul loro bambino.

    Solo per stomaci forti perché ciò che racconta quest’uomo non è stato estrapolato dalle dichiarazioni al processo di Norimberga ma accadeva solo l’11 gennaio del 2018.
  • 00:12:26 Feti usati durante l’intera carriera del testimone associati ai vaccini
  • 00:13:10 Documento 41, studio condotto dal Wistar Institute, uno degli autori è S.A. Plotkin, che mostra quanti feti – 76 – sono stati usati per fare il vaccine
  • 00:15:41 Lettura di alcune parti del Documento 41: feti di 3 mesi o più, normalmente sviluppati, feti abortiti per motivi sociali e psichiatrici; organi raccolti (ghiandola pituitaria, polmone, pelle, rene, milza, cuore, lingua: tutta una serie che vengono poi spezzettati, coltivati. – Il testimone continua a dichiarare che lui ha lavorato solo su due feti nella sua carriera1.
  1. La Dott.ssa Theresa Deisher è la Presidente del Sound Choice Pharmaceutical Institute che conduce ricerche sulla pericolosità dell’utilizzo di materiale fetale abortito in campo biologico e cerchiamo trattamenti e prodotti alternativi che siano eticamente accettabili.
    Promuove la consapevolezza sull’uso diffuso di materiale umano fetale nella scoperta, sviluppo e commercializzazione di farmaci e sui diritti di ogni consumatore di sapere cosa c’è nei loro prodotti, compreso il DNA umano residuo, e di rifiutare tali prodotti.
    Sostiene i guadagni ottenuti nella ricerca sulle cellule staminali adulte e ci colleghiamo ad altre organizzazioni che stanno conducendo ricerche indipendenti sui rischi medici e morali dell’utilizzo di materiale fetale abortito.
  1. Dalle dichiarazioni del Vescovo cesenate si evince il fatto che il mondo ecclesiastico segue ormai pronamente la stessa linea di arrendevole quanto opportunistico pensiero in merito all’ormai ossessionante politica vaccinale di questi ultimi anni.
    Proponiamo a beneficio dei lettori questo appassionato quanto estremamente interessante intervento di Padre Copenaghen (sicuramente un’altra fakeniuuus “già smentita dai siti di debunking”) in modo che possiate personalmente farvi una vostra opinione su questo tema così sensibile visto che saremmo anche un paese con una forte tradizione cristiana:

Mi fermo qui e consiglio la lettura dei seguenti articoli, perché purtroppo ad oggi ci sono ancora tanti ignoranti perché vengono mantenuti tali da un’informazione di massa ed eterodiretta che di sicuro non fa né gli interessi della verità né tantomeno quella dei cittadini.

I vaccini amorali della chiesa

Politicamente corretti, eticamente e moralmente corrotti A cura di Giuliano C. Ricordate quando agli inizi di marzo 2020 l’Avvenire titolava «Ricoveri in terapia intensiva secondo speranza di vita e limiti di età»? Già allora la cosa mi colpì in quanto, seppur con tutti i distinguo del caso, fu una tra le prime testate, di un… Read More I vaccini amorali della chiesa

Appello alle anime dal cuore puro

a cominciare dai tutori della sanità, dell’ordine pubblico e dello spirito… A cura Giuliano C., Ormai è da almeno 1 mese che alle persone che mi chiedono un pensiero in merito a questa situazione che è a limite del grottesco, anzi no è stato superato già quel limite leggi – Apocalypse Now, quando la follia… Read More Appello alle anime dal cuore puro

Quella parte della Chiesa cattolica che, giustamente, non crede alla pandemia

A cura di Andrea Pilati Mi considero cristiano ma non cattolico. Così fughiamo ogni dubbio sulla religiosità del mio pensiero, facendone però venire altri circa la mia concezione di “religione”, espressa ed estesa nel libro “IL MONDO DENTRO – per cambiare il mondo fuori”. Da parte di un essere, vivente dall’altra parte del lato Nord… Read More Quella parte della Chiesa cattolica che, giustamente, non crede alla pandemia

Eppure la stampa qualcosa la dice anche se a spizzichi e bocconi:

Aborto, Planned parenthood: il lato oscuro dell’America
Da quasi cinque anni il Center for Medical progress, gruppo dicitizen journalist pro life sta smascherando con inchieste e pressione sull’opinione pubblica le nefandezze nascoste nelle cliniche abortiste più grandi degli Stati Uniti

continua

PS: Ecco chi sono i debunkers cui si riferisce La Stampa: Ecco come agirà la “Boldrini task force”, Puente, Attivissimo, Coltelli, Quattrociocchi.

Note:
1 https://www.corvelva.it/approfondimenti/video/il-padrino-dei-vaccini-la-deposizione-di-stanley-plotkin.html

Fonti:
https://video.lastampa.it/dossier/coronavirus/l-omelia-choc-del-parroco-donne-ingravidate-e-fatte-abortire-per-usare-il-feto-vivo-e-produrre-vaccini-bufera-a-cesena/135690/135949?ref=fbpp
https://lacrunadellago.net/2020/04/30/il-dr-plotkin-il-medico-che-ha-usato-feti-di-bimbi-morti-per-i-vaccini-sta-lavorando-ad-un-vaccino-anti-covid/
https://soundchoice.org/
https://www.informazionelibera.org/notizie-da-italia-e-mondo/l-obbligo-vaccinale-solleva-problemi-di-natura-religiosa-e-morale.html

Immagine di copertina: https://wordpress.com/post/traterraecielo.live/40231

Approfondimenti:
Relazione epidemiologica e molecolare tra produzione di vaccini e prevalenza del disturbo dello spettro autistico – Theresa A Deisher , Ngoc V Doan , Kumiko Koyama , Sarah Bwabye
– per parcondicio qui l’articolo del Dott. Paul A. Offit, pediatra nella Divisione di Malattie Infettive del Children’s Hospital of Philadelphia: Sicurezza dei vaccini: miti e disinformazione

Un pensiero riguardo “Notizia choc de La Stampa: “Donne ingravidate per dare i feti vivi ai vaccini”, bufera nel mondo della disinformazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...