Sesso al tempo del covid; con messaggio subliminale incluso

A cura di Andrea Pilati

Tra amici ci siamo fatti due risate (sempre per non piangere) guardando l’esilarante messaggio dell’attore Sandro Torella (www.sandrotorella.it) mentre commenta l’intervento di una sessuologa che propala consigli alle coppie intente nel loro rapporto sessuale. una delle “perle” esternate dalla esperta (di che?) è “La mascherina sarà il nuovo preservativo”.

Poi, siccome non mi accontento, ho voluto approfondire e capire di cosa si tratta, di quale programma si parla, chi fosse l’esperta in questione e a quale pubblico fosse indirizzato.

L’esperta è Roberta Rossi, sessuologa e psicoterapeuta dell’Istituto di psicologia clinica, risponde alle domande e ai dubbi dei lettori sulle relazioni sessuali nei giorni del Covid. In studio Valeria Pini. Il video è presente sul canale video di Repubblica (https://video.repubblica.it/salute/medicina-e-ricerca/sesso-e-covid-l-esperta-solo-con-la-mascherina/368935/369515).

Allora l’ho voluto vedere quasi per intero e a un certo punto è apparsa sul fondale una immagine di due persone che si baciano, con in sovraimpressione la scritta “Love”.

L’immagine è questa:

Notate niente di strano? Il fotogramma è stato ripreso a 1′:44″

Voglio avanzare una ipotesi:

A cosa serve una rubrica così banale, anzi, stupida? È palese che, così come è stata presentata, non sta in piedi dal punto di vista logico; e che è abbastanza lampante che il livello di intelligenza sia qui ai minimi storici. Ma potrebbe anche essere stata programmata appositamente, con domande inventate da ascoltatori inesistenti. Una rubrica che il “regista” sapeva benissimo avesse suscitato l’innalzarsi di voci con discussioni accese, condite da “non ci posso credere, ha detto proprio così?”. Ecco, questa tesi penso sia più credibile. Con un altro obbiettivo però; quello di passare in quell’immagine un messaggio, posizionata quasi come fosse stata messa lì ingenuamente, candidamente.

E mi torna alla mente che in questi giorni si stanno decidendo le sorti della legge contro l’omo-trans fobia o anche D.d.l. Zan – Scalfarotto, in discussione alla Camera il prossimo 20 ottobre.

Questa legge è intrisa di ideologia, una legge inutile perché già esistono le tutele per le aggressioni: davanti alla legge siamo tutti uguali etero, gay, invalidi, normodotati etc. Afferma Jacopo Coghe dell’associazione Pro Vita & Famiglia Onlus. Una legge che è una grande marchetta al mondo LGBT, grazie allo stanziamento di 4 milioni di euro le loro associazioni avranno fondi per entrare nelle scuole di ogni ordine e grado e parlare di gender ai nostri figli.

L’ultima affermazione mi ricorda un messaggio ricevuto da un amico dove un conoscente comune si dice furioso del libro proposto dalla insegnante alla classe della primaria che frequenta sua figlia. Un libro che parla di “Peonia Rosa”, un maschietto con un nome da femmina, che tutti deridono.

Il libro pare innocuo, il titolo, “Orco qua, orco là”, non fa presagire alcun ché di sessualmente definito fino a quando, nel racconto, il protagonista non incontra una compagna di classe bellissima, della quale si innamora. Ma che, appena lei sente il suo nome, inizia a deriderlo. Quale programma cerebrale andrà ad attivarsi nella mente di quei bambini mentre leggono quelle righe?

Penso male?

Non credo perché nella versione on-line del libro le pagine 14 e 15 sono state “saltate”. Voi come interpretate questa… come vogliamo chiamarla, dimenticanza?

vedi qui il libro sfogliabile on-line: http://www.ardeaeditrice.it/wp-content/uploads/flipViva/index.html#p=9

Credo che la scelta di molti genitori di togliere da scuola i propri figli sia una salvezza anche da questo punto di vista. A seguire un articolo ad hoc.

immagine di coperina:
Eyes Wide Shut – film di Stanley Kubrick

Scarica, Stampa, Leggi, Sposa e fai tuo l’Appello Alla Dignità

Appello alla Dignità
blog

3 pensieri riguardo “Sesso al tempo del covid; con messaggio subliminale incluso

  1. La nuova “normalità” fatta di aberrazioni da un punto di vista etico e pedagogico dove in nome di non so quale scienzah si creano dogmi pericolosissimi che sgretolano millenni di cultura e filosofia.
    Spegniamo TV e mass media e ripuliamo cervello e sistema immunitario.

    Piace a 1 persona

  2. Per chi se lo fosse perso si consiglia vivamente la visione di questa interesantissima intervista.
    ___
    Cos’è la Teoria Gender, che spesso si sente nominare in giro? Esiste davvero? Oggi lo chiediamo alla giurista e studiosa Elisabetta Frezza, che sulla Teoria Gender ha una sua… teoria, che attraversa soprattutto l’universo della scuola, dell’educazione, la genitorialità, la famiglia, l’omosessualismo (che è differente dall’omosessualità), chiaramente l’identità di genere e molto, molto altro.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...