Metti caso Paragone non fosse poi così Italexit…

A cura di Andrea Pilati

È recentemente apparso, sulle scene del teatro politico, un nuovo partito del quale ne sentivamo bisogno. “Italexit” è il nome della creatura di Gianluigi Paragone e, di per sé, ha tutte le carte in regola per essere la chiave di volta per emanciparsi da questa morsa socio economica che l’entourage di Jacques Attali ha voluto chiamare Europa, o così dovrebbe essere…

Però il mondo di Internet è un mondo veloce, che non perdona, perché, appena fai qualcosa, subito, i segugi partono a fiutare tracce di te fin dentro gli armadi, per scoprire poi, scheletri che potrebbero mettere in seria discussione la tua affidabilità e buonafede.

Ma potrebbero anche essere proprio questi segugi a scovare cosuccie interessanti, tanto interessanti da trasformare quella buonafede in malafede.

Già una volta abbiamo preso ad esempio i video di questo ragazzo che reputo veramente in gamba e meritevole di encomio. Luca Donadel è proprio uno di quelli che setaccia le notizie, ma in modo oggettivo e con verifiche inoppugnabili. Nel caso di Paragone è andato a spulciare sulla genesi del sito e ha scoperto cose che voi umani…

Buona visione

Paragone naturalmente non ha atteso molto per replicare ma secondo me il cattivo gusto di bannare coloro che sul suo sito hanno menzionato l’indagine di Donadel è tipica di chi ha la coda di paglia. Lo hanno fatto anche con me ed altri amici miei su di una chat di QAnon, per cui non è una novità.

Ecco quindi la botta e risposta Donadel VS Paragone. Non so perché ma io faccio il tifo per il primo…


Appello alla dignità - link in info

3 pensieri riguardo “Metti caso Paragone non fosse poi così Italexit…

  1. Personalmente Paragone diciamo mi stava simpatico nel senso che diceva cose abbastanza ovvie . Ma siccome Luca Donadel lo ritengo un ragazzo preparatissimo che va spulciare tutto con intelligenza e perizia documentata ,adesso Paragone non voglio dire con cosa fa RIMA….

    "Mi piace"

    1. Ciao Romano,
      penso che mai come oggi vuoi fare il politico devi essere per forza di cose furbo e spregiudicato. Altrimenti è meglio che non ci stai in quell’ambiente…
      Il punto credo sia la fiducia delle persone che è calata terribilmente in questi ultimi anni nei confronti della classe politica e io temo che questo fosse risaputo e anche voluto in una certa misura in modo tale che a votare rimanessero solamente i fedelissimi e marginalizzare sempre di più coloro che votano con la testa e col cuore e non con lo stomaco.
      In ogni caso questa storia mi ricorda quella di un altro video dove si denuncia che Ivan Catalano si era candidato in una lista di Monti a Milano anni fa…
      Vedremo coi fatti, come sempre.
      Le scelte che facciamo in questa vita ci definiscono perciò che siamo.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...