IDA

A cura di Giuliano C.

Ida Magli “si svegliava all’alba e andava a letto tardi, per poter studiare e scrivere di più, anche a 90 anni passati. Sapeva che le restava poco tempo, e voleva dare ancora il più possibile dell’immensa ricchezza di pensiero e di cultura che aveva accumulato” [fonte]

Saranno 14 minuti ben spesi:

Ida Magli sull’euro

Ho riascoltato più volte questo epico contributo di quella che, forse, sarà ricordata come una delle figure femminili intellettuali più coraggiose del panorama culturale italiano della seconda metà del  secolo scorso.

A quasi 4 anni dalla sua dipartita, le parole dell’antropologa fanno ancora impressione per la forza e determinazione con cui afferma il suo pensiero ed il suo sentire.

Frase culto del suo intervento resta, a parer mio, una pietra miliare del pensiero libero in piena autodeterminazione nei confronti di un sistema “brutale ed ignorante” che si appresta a dettare legge senza prendere minimamente in considerazione il parere popolare. Ed a un pubblico, presumibilmente pro-europa, che, già consapevolmente arrogante della strada intrapresa, prova a tacciare ed interrompere l’antropologa, lei risponde scusandosi per le parole forti ma con estrema chiarezza, sottolinea:

“Siccome non so lanciare né bombe né pietre , l’unica pietra che possiedo è la parola. Mi avete dato la possibilità ed io l’adopero, dopodiché mi potete anche ammazzare. Perché io sono disponibile a questo!”

Ida Magli

 

Un pensiero riguardo “IDA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...