Porgi l’altra guancia

A cura di Giuliano C.

lo schiaffo del Papa a una fedele

Non conto più le volte che, in meno di 24 ore, mi è arrivato questo video sul cell. Un vero e proprio video virale come si suol dire.

Una volta capitò anche a me di incedere in un gesto simile avverso una donna (una zingara presumo) alla stazione centrale di Milano che cercava insistentemente di farmi il biglietto a un distributore automatico dell’ATM. Chiaro che cercava solo di impormi una gentilezza, non richiesta né cercata, dalla quale si sarebbe forse aspettata una moneta di ringraziamento. Mi sono sentito terribilmente in colpa e a disagio per giorni. Un sentimento dal quale mi sono affrancato solo consapevolizzando il fatto che in quel momento stavo rivestendo un ruolo e non ero semplicemente uomo (inteso come essere umano). Considerai che spesso è proprio su questo conflitto interiore – tra l’essere e l’apparire – che veniamo attaccati e vessati quotidianamente dal sistema e le sovrastrutture che la società imperante ci impone, noi come anche quella donna.

Certo è che fa specie vedere la massima carica spirituale del mondo cosiddetto civilizzato reagire in tal modo. Dopo poco più di 700 anni i ruoli s’invertono. E’ interssante notare che:

L’uomo smette di essere tale quando diventa ruolo. Qualunque ruolo è meno dell’uomo che potrebbe essere.

Silvano Agosti

Bergoglio è stato uomo o ruolo? In fondo il papa in questo episodio ha dismesso i panni del suo ruolo e s’è fatto uomo, Amen. Questo è ciò che è stato evidenziato a giustifica dell’uomo. Tuttavia, non si può dire che manchi di coerenza questo Papa che aveva già dichiarato:

« Non si può reagire violentemente, ma se uno dice una parolaccia contro mia mamma, si aspetta un pugno »

fonte

Anche lo stesso Gesù ha cacciato i mercanti dal tempio a frustate, per cui questo schiaffo pare che aumenterà e rafforzerà il livello di gradimento dei suoi fedeli che ultimamamente sembrava essere in calo.

1° meme 2020

Comunque sia, osservando questo video, leggendo le varie notizie in merito oltre che le innumerevoli parodie, non ho potuto fare a meno di notare che in questo che ormai è divenuto il meme di inizio 2020, vediamo anche la rappresentazione plastica di un momento storico dove più che mai è evidente la contrapposizione tra oriente e occidente (semmai queste due parole vogliano proprio significare qualcosa).

E se questo episodio fosse dunque stato voluto? progettato? Il saluto del Papa ai fedeli è in pratica un red carpet in mondo visione dal quale si possono lanciare messaggi dalle potenzialità virtualmente illimitate.

Il messaggio, più o meno subliminale, da dare in pasto alle masse, potrebbe essere il solito, ovvero che la Cina & Co. sono i cattivi (che strattonano e danno fastidio) e il Papa & Co. (noi altri ed il mondo occidentale in generale) sono i buoni che sono moralmente autorizzati a reagire, anche con il pugno “dé fero” se provocati, più o meno volontariamente.

Straparlo? può darsi, ma a volte vedere le cose con gli occhi di un bambino può aiutare. In fondo viviamo in un mondo dove siamo continuamente distratti ed influenzati da questioni “assolutamente secondarie” che ci distolgono da ben altre considerazioni, per esempio dal fatto che Papa Francesco è stato insignito del Premio Kalergi nel 2016

T utto ciò che c’è da sapere sulla mente – Mauro Scardovelli

E tu in che mondo vorresti vivere?

fonti:

https://www.vangelo-di-vangeli.it/sinedrio/gesu-scaccia-i-mercanti.html

Papa Francesco arrabbiato dà uno schiaffo alla fedele. Poi le scuse. Ha sbagliato? L’analisi –https://youtu.be/MAtR8JbNgEc

2 pensieri riguardo “Porgi l’altra guancia

  1. L’antropologo americano Edward Hall (che fu incaricato, dopo la Seconda Guerra Mondiale, di capire come riavvicinare gli Stati Uniti alle culture “nemiche” come quella tedesca e giapponese), è stato uno dei primi a studiare le esigenze spaziali dell’uomo, fondando all’inizio degli anni Sessanta una nuova disciplina, la prossemica, ovvero lo studio delle relazioni di vicinanza nella comunicazione. Grazie alle sue ricerche si è giunti a una nuova concezione delle relazioni umane.
    Il territorio personale è quell’area o quello spazio che circonda una persona e che questa reclama come suo, quasi fosse un’estensione del corpo. Ciascun individuo ha un proprio territorio personale, comprendente la zona circostante i suoi beni e, come ha scoperto Hall, uno spazio ben preciso attorno al corpo. Come la maggior parte degli animali, l’uomo ha il suo spazio personale. Egli immaginò 4 spazi da quello intimo al personale al sociale al pubblica.
    È facile intuire Quindi come ci sentiamo quando il nostro spazio viene invaso in una maniera non appropriata e questo accade sia da un punto di vista fisico spaziale emotivo e psicologico. Un luogo affollato per esempio o molto rumoroso può farci sentire invasi e quindi molto stressati.
    Così come il contatto con una persona molto richiedente, come i cosiddetti vampiri energetici, può aumentare esponenzialmente il nostro livello di cortisolo e quindi il nostro disagio.
    È facile quindi comprendere come il rappresentante della chiesa abbia sentito in quel momento, in cui era immerso in un bagno di folla acclamante, ed in quel gesto di entusiasmo un’invasione al proprio spazio probabilmente personale e non sociale e questo lo ha fatto reagire in questa maniera apparentemente bizzarra e fuori luogo ma in realtà molto umana.
    Se questo per lui costituirà un pregio o un difetto non sta a me dirlo, ma se facciamo caso a come il nostro spazio personale varia in base alle situazioni, ai contesti, alla cultura, al momento psicologico, dei momenti emotivi che viviamo non è difficile immaginare che a volte reagiamo a delle situazioni apparentemente innocue in una maniera particolarmente infastidita.

    Piace a 1 persona

    1. Egregio o Gentilissima Natura(le) – [ma è maschio o femmina? :^S]
      Concordo la sua tesi sugli strati energetici che compongono il nostro vero corpo olistico. Il discorso su questo argomento è ampio e pregnante. Il corpo fisico è quello che i nostri limitati sensi percepiscono e questo è, di fatto, il metro della nostra raggiunta densità e il relativo allontanamento dalla spiritualità, troppo spesso associata alla religione deviata. Se diveniamo consapevoli dei nostri corpi non possiamo non considerare anche gli effetti che la loro gestione provoca. Effetti positivi o negativi, e relativo destino, in base alla nostra capacità di comprensione delle energie sottili. Le energie sottili a più alta frequenza sono alimentate dal motore dell’Universo, del quale anche noi esseri umani facciamo parte e che portiamo dentro, che è il sesso. Un prelato, di qualsiasi ordine e grado e di qualsiasi religione sia, purché sia essa vicina alle origini e non edulcorata, è al corrente di quanto riguarda la sfera sessuale. Essa, voglio ricordare, è proprio una sfera energetica che avvolge il corpo e della quale sarebbe meglio ci prendessimo cura in tutte le sue sfumature perché facile preda di tutti i vampirismi. In questo contenitore informativo ne abbiamo parlato estesamente e, se ha piacere, le consigliamo di approfondire.
      Cordialmente

      Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...